New Adults che meritano di essere letti




Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo di New Adults, in particolare New Adults che a mio parere meritano di essere letti. In realtà non mi considero affatto un'esperta del genere, e se devo essere sincera non sono nemmeno una grande fan di questo tipo di libri, ma a volte, tra le tante letture deludenti, trovo qualcosa che mi appassiona. Oggi condivido la mia mini-lista di letture che consiglio e che ho amato. 



Forse un giorno-Ho un rapporto un po' di odio e amore con la Hoover, ho amato alcuni suoi libri, e ne ho odiato altri. Quest'estate ero decisa a rinunciare a leggere altro di suo, poi mi è stato consigliato Forse un giorno e ho deciso di darle un'altra opportunità. Ho finito con l'amare il libro e rivalutare la Hoover. Adesso proverò sicuramente a leggere altri suoi romanzi.

I was here-Un po' come la Hoover, anche della Forman amo alcuni libri, mentre altri non riescono a convincermi del tutto. I was here però non rientra fra questi. Mi è piaciuto moltissimo e non posso che consigliarlo.

The sea of tranquillity-Altro libro che mi è stato consigliato da tantissimi, ma sui cui nutrivo un po' di dubbi. Invece The Sea of Tranquillity non mi ha affatto delusa, e adesso sono curiosa di leggere altro della Millay. 



E questo è tutto per oggi!Avete letto uno di questi libri?Quali sono i New Adults che consigliereste?

Tre libri letti e amati nelle ultime settimane



Buona domenica a tutti, lettori!Oggi vi parlo di tre libri che ho letto in questo mesetto di pausa dal blog, tutti molto diversi fra loro ma che ho finito per amare. Li conoscete?Li avete letti?Fatemi sapere nei commenti ^^


S I X    O F    C R O W S   L E I G H    B A R D U G O
"We are all someone's monster"

La Bardugo mi aveva già conquistata con Shadow & Bone e con le sue short stories, ma devo dire che ho apprezzato Six of Crows molto di più rispetto alla Grisha Trilogy. Sarà perché la scrittura dell'autrice è maturata nel tempo, o perché la trama è molto più originale rispetto a quella proposta nell'altra serie, ma per me la Bardugo ha fatto davvero un ottimo lavoro con questo libro. 

La storia è sempre ambientata nel mondo di Shadow & Bone, ma non è necessario aver letto la trilogia per iniziare Six of Crows (se non per qualche riferimento, le due serie sono completamente indipendenti fra loro). 
Il secondo e ultimo volume della serie, Crooked Kingdom, è uscito lo scorso settembre e, come anticipavo anche nell'ultimo post, sarà sicuramente una delle mie prossime letture!


T H E    W E I G H T   O F    F E A T H E R S   A N N A  M C L E M O R E 
"Tell me who you're with and I'll tell you who you are."

The Weight of Feathers faceva parte della lista dei 10 libri preferiti di 10 persone diverse, e mi è stato consigliato da Valy di Sparkle from Books. Sono molto felice di aver avuto l'occasione di leggerlo perché si tratta di uno degli young adults più belli che abbia letto negli ultimi tempi. 

The Weight of Feathers appartiene al genere del realismo magico, genere che amo, e vede come protagoniste due famiglie di artisti (acrobati itineranti) da sempre in competizione fra loro. Nel corso degli anni pregiudizi, incomprensioni e superstizioni hanno inasprito sempre di più il rapporto fra i Palomas e i Corbeaus  Ma cosa succede quando un ragazzo Corbeaus salva la vita a una ragazza Palomas?


L O S T   I N   T R A N S L A T  I  O N   E L L A   S A N D E R S

Lost in translation non è un vero e proprio libro, bensì  una raccolta di 52 parole che esprimono fatti, esperienze o emozioni intraducibili in altre lingue in una singola parola. Si tratta di parole appartenenti a diverse lingue: svedese, hindi, spagnolo, indonesiano, urdu e cosi via. Ogni parola è accompagnata da una breve descrizione che cerca di spiegare nel modo migliore possibile il suo significato.
Lost in translation è stata una lettura adorabile, che ti lascia riflettere su tutte quelle esperienze e sensazioni che non riesci a trasformare in parole compiute, ma per cui un nome c'è, almeno in alcune lingue.

Le mie parole preferite?
HIRAETH - “n. A homesickness for somewhere you cannot return to, the nostalgia and the grief for the lost places of your past, places that never were.”
BOKETTO - “n. Gazing vacantly into the distance without really thinking about anything specific.”
LUFTMENSCH - “n. Refers to someone who is a bit of a dreamer and literally means “air person.”
WABI-SABI - "Finding beauty in the imperfections, an acceptance of the cycle of life and death."





Libri che non ho letto nel 2016, ma che recupererò nel 2017


Il 2017 è iniziato da un po' ormai, ma io ho ancora da recuperare qualche post di inizio anno. Comincio quindi coi libri che avrei voluto leggere l'anno scorso, ma che per un motivo o per un altro ho messo da parte, e che vorrei riprendere nel 2017.


Il labirinto degli spiriti Zafon & Nevernight Jay Kristoff - Finora ho amato la serie de Il cimitero dei libri dimenticati, e non vedo l'ora di scoprire cosa succederà in quest'ultimo volume. Non ho invece mai letto nulla di Kristoff, ma Nevernight mi ispira davvero tanto. 

Crooked Kingdom Leigh Bardugo e Replica Lauren Oliver - A inizio anno ho letto Six of Crows della Bardugo e l'ho amato alla follia. Adesso sono davvero curiosa di concludere la duologia con Crooked Kingdom. Per quanto riguarda Replica, amando la Oliver non posso che leggere questo suo ultimo lavoro!

Fates and Furies Lauren Groff & The Butterfly Garden Dot Hutchinson - Della Groff ho ormai letto diversi libri e posso dire che è una delle autrici più interessanti che abbia mai incontrato. Fates and Furies è uno dei romanzi più acclamati, e cercherò di recuperarlo al più presto. 
Della Hutchinson ho invece letto A wounded Name, che ho amato. The Butterfly Garden sembra un libro molto diverso (un thriller, mentre A wounded name era una rivisitazione di Amleto), ma mi ispira tanto, oltre ad esser recensito molto bene. 



Il blog torna ad essere attivo


Buongiorno, lettori. Come avrete notato il blog si è preso una pausa improvvisa nell'ultimo mese. Non era in mio programma smettere di pubblicare post, ma un po' di cose mi hanno tenuta lontana da internet e dalla blogosfera e alla fine ho deciso di riprendere tutto a febbraio!

COS'È SUCCESSO NELL'ULTIMO MESE
Fino a inizio gennaio sono stata a benevento, nella mia casetta senza connessione e isolata dal mondo, e se speravo in qualche modo di riuscire a connettermi, la fortuna non è stata dalla mia parte e sono rimasta senza internet per tutte le vacanze.
Tornata a Bologna è iniziata la sessione di esami, che per fortuna sono andati bene anche se l'intero mese se ne è andato dietro i libri. 
A fine gennaio ho chiuso con gli esami, e sono partita per Parigi con dei compagni di corso!È stata una visita molto breve ma anche molto intensa, penso dedicherò un post a parte all'intero viaggio.
Adesso sono tornata a Bologna e ho un po' di tempo prima che inizino di nuovo le lezioni, tempo che dedicherò a blog e libri. 

PER QUANTO RIGUARDA LE LETTURE
Per tutti i motivi di cui sopra, non ho letto molto. Mi sto accorgendo di leggere sempre meno ma sto anche realizzando che forse non è una cosa del tutto negativa. A gennaio ho letto poco, ma i pochi libri che ho letto mi sono piaciuti moltissimo (e ve ne parlerò presto nei prossimi post). 

PER QUANTO RIGUARDA IL BLOG

Negli ultimi mesi del 2016 ho pubblicato sempre meno, sono stata poco presente nella blogosfera e in generale ho perso un po' la voglia di gestire il blog. Ho sempre cercato di non trasformare il blog in un lavoro ma è esattamente quello che mi è successo, alla fine dell'anno era più un peso che altro e devo dire che questa sorta di pausa forzata mi ha fatto riflettere e capire cosa voglio fare d'ora in avanti. 
Quindi cosa succederà a Sweety Readers?Voglio che il blog rispecchi la persona e la lettrice che sono diventata negli ultimi anni. Vedrete meno post e meno rubriche, mi vedrete parlare sempre di più di libri in lingua, molto spesso sconosciuti. Continuerò a pubblicare liste e tutorial, e mi impegnerò a parlare anche di cose non direttamente collegate ai libri.  
Da domani inizierò a pubblicare con regolarità, iniziando da un post di aggiornamento sulla lista di cose da fare in un anno!

 

Migliori letture del 2016



Buongiorno, lettori!Spero stiate passando tutti delle buone vacanze di natale!Io sto trascorrendo questi giorni a casa cercando di studiare e passare un po' di tempo con la famiglia. Non ho modo di connettermi a internet (tutti i post che vedete sono programmati), ma cercherò di recuperare appena salirò su a Bologna a inizio gennaio!
Intanto, oggi vi propongo la lista delle migliori letture del 2016!Quest'anno ho deciso di dividere la lista in due parti: i libri autoconclusivi che ho letto e ho amato, e i libri che fanno parte di una serie (primi volumi, sequel, finali).

L I B R I   P R E F E R I T I   D E L   2 0 1 6



Elantris Brandon Sanderson-Sanderson mi è stato consigliato da tantissime persone, ma la mole dei libri mi spaventava abbastanza. Alla fine ho deciso di dargli una possibilità e ho divorato Elantris amandolo alla follia. Sono molto curiosa di leggere altro di quest'autore, intanto Elantris si qualifica sicuramente come una delle migliori letture del 2016.

The library at Mount Char Scott Hawkins- Questo libro mi incuriosiva da tempo ma anche qui avevo paura che non mi avrebbe convinto del tutto. Invece la storia creare da Hawkins mi appassionato moltissimo, semplicemente perché è diversa da qualsiasi altra cosa abbia mai letto. 

Never let me go Kazuo Ishiguro - Altro titolo che volevo leggere da tempo ma di cui rimandavo la lettura senza un motivo ben preciso. Ho letto Never let me go a inizio anno ed è stata una delle letture più belle, e allo stesso tempo malinconiche e nostalgiche, che abbia mai fatto.

Novecento Alessandro Baricco- Libro iniziato grazie alla TBR di 10 libri preferiti di 10 persone diverse. In realtà era nella lista di libri da leggere da anni ormai, ma la TBR dei preferiti mi ha dato la spinta giusta per iniziarlo.

All the light we cannot see Anthony Doerr - All the light we cannot see è una storia che non si dimentica facilmente: ho amato la storia, ho amato l'ambientazione e ho amato lo stile dell'autore. Sicuramente uno dei miei libri storici preferiti (insieme a The Book Thief, probabilmente).

L I B R I   A P P A R T E N E N T I   A   S E R I E  
 P R E F E R I T I   D E L  2 0 1 6



Lady Midnight - Con Lady Midnight si è aperta la nuova serie The Dark Artifices della Clare e che dire, ancora una volta quest'autrice non delude. Non vedo l'ora di continuare la serie!

A Court of Mist and Fury - Sequel di A court of thorns and roses, che si è rivelato anche migliore del primo volume della serie. Adesso mi aspetto grandi cose dal terzo libro!

Winter e Half Lost - Questi sono due finali di serie molto diversi fra che loro, ma che alla fine ho amato allo stesso modo.
Winter è probabilmente il mio preferito dell'intera serie delle Lunar Chronicles: questa serie non ha fatto che migliorare volume dopo volume ed è sicuramente una delle migliori, in campo di retelling, che abbia mai letto.
Half Lost è stata una lettura molto "sofferta", nel senso che mi aspettavo qualcosa di completamente diverso e il finale pensato dalla Green mi ha lasciato inizialmente sconvolta e distrutta, anche se col tempo ho accettato e apprezzato il modo in cui ha voluto concludere la storia.




Questa la mia lista di preferiti!Ne avete letto qualcuno?Quali sono le vostre letture più belle del 2016?


Libri con ambientazione storica che consiglio



Buongiorno, lettori!In questo momento sono in viaggio verso benevento e non vedo l'ora di arrivare a casa e passare lì le vacanze *__* Intanto vi lascio l'ultimo post prima delle feste, ovvero i libri che hanno un'ambientazione storica e che consiglio!


LIBRI CON AMBIENTAZIONE STORICA CHE CONSIGLIO



La Straniera Diana Gabaldon - Ho aspettato tanto (troppo) tempo prima di leggere La straniera, ma una volta iniziato mi ha preso tantissimo, nonostante le centinaia di pagine di cui è composto il libro xD Adesso sto seguendo la serie tv e penso che prima o poi continuerò la serie.

Arcadia Lauren Groff - Arcadia è ambientato alla fine degli anni '60 (anche se la seconda parte del libro è dedicata alla vita adulta del protagonista, e arriva fino agli anni 2000). 
L'intera storia si concentra su Arcadia, una comunità di hippies che, verso la fine degli anni sessanta, decidono di abbandonare le loro vite e iniziarne di nuove, in assoluta libertà e in armonia con la natura. Come avevo detto nella recensione, non si tratta di un libro adatto a tutti,  ma lo consiglio a chi cerca una lettura diversa dal solito e che esplora ciò che è successo in quel periodo storico.

The Book Thief - Uno dei libri storici che probabilmente consiglio più frequentemente: ho letto The book thief due anni fa e mi è piaciuto moltissimo.

All the truth that's in me Julie Berry - All the truth that's in me racconta di una ragazza che viene rapita e che, al momento del suo ritorno viene emarginata dalla comunità in cui vive. L'ambientazione storica non viene precisata, ma dalle descrizioni sembra che si tratti dell'America coloniale. Questa scelta inizialmente mi sembrava strana, ma una volta conclusa la lettura ho realizzato che, grazie all'ambientazione storica, gli eventi che coinvolgono la protagonista hanno un impatto sul lettore che sarebbe stato sicuramente minore se il libro fosse stato ambientato ai giorni nostri. 

La Stella Nera di New York - Se c'è un periodo storico che adoro (oltre alla Londra Vittoriana), quello è l'America degli anni '20. Il libro della Bray è ambientato a New York ed è un thriller/mistery/paranormal. Non è una lettura che può piacere a tutti, ma io l'ho amata e sono decisa a leggere il seguito al più presto.




Recensione Bright Smoke, Cold Fire Rosamund Hodge




Bright Smoke, Cold Fire è il primo volume di una nuova serie scritta da Rosamund Hodge, che può essere descritta come una rivisitazione fantasy di Romeo e Giulietta (anche se la storia in sé è molto più di questo). 
Devo dire che questo libro mi ha lasciata un po' perplessa. Finora non ho fatto che amare i retellings scritti dalla Hodge, Crimson Bound in particolare (che resta il mio preferito di suo), e mi aspettavo grandi cose anche da Bright Smoke, Cold Fire. 

Serie TV scoperte e amate quest'anno

Buongiorno, lettori!Le vacanze di natale si stanno avvicinando, e io non vedo l'ora di finire gli esami che mi aspettano prossima settimana e tornare a casa dalla mia famiglia. Come al solito lì sarò senza internet ma troverò un modo per continuare a postare!
Oggi continuo con i post di fine anno, mi sarebbe piaciuto alternarli a recensioni ma in questo periodo sto leggendo così poco che per la prima volta mi mancano libri da recensire, quasi non riesco a crederci xD Quindi post di fine anno anche oggi: vi parlo delle serie tv che ho iniziato e amato quest'anno. In realtà rispetto agli anni scorsi ho seguito molti meno telefilm del solito, ma posso dire che alcuni di questi sono diventati alcuni dei miei preferiti in assoluto.  



Quantico & Sense8 - Quando l'anno scorso sono uscite le prime stagioni di Quantico e Sense8 non le ho subito iniziate aspettando di vedere come venivano accolte. Poi hanno tutti iniziato a consigliarmele e alla fine ho ceduto e iniziato a guardarle, e le ho amate entrambe alla follia. Al momento sto seguendo la seconda stagione di Quantico e sono in trepidante attesa della nuova stagione di Sense8 *__*

Stranger Things & Mr.Robot - Anche per Mr.Robot ho aspettato un po' prima di dargli una possibilità, non ero sicura che mi sarebbe piaciuta come serie e invece ho dovuto ricredermi. Stranger Things invece mi ha incuriosito sin dalla prima volta che ho visto il trailer e devo dire che le mie aspettative non sono state deluse. Non vedo l'ora di scoprire cosa ci riserverà la seconda stagione! 

Shameless-Avevo iniziato a guardare Shameless tempo fa, poi l'avevo abbandonato nonostante mi stesse piacendo. Quest'autunno ho iniziato di nuovo a guardarlo con la mia coinquilina dalla prima stagione, e ci sta appassionando entrambe moltissimo. 


Questi i miei telefilm preferiti dell'anno!Seguite qualcuna di queste serie tv?Quali sono state le vostre preferite del 2016?