Weekly Recap #27 + Happy Easter Giftaway!


Ciao a tutti e benvenuti a una nuova puntata (in anticipo di un giorno) della rubrica settimanale che sostituirà In My Mailbox e It's Monday!What Are You Reading?, Weekly Recap, che racchiuderà entrambi i meme e che porterà anche qualche piccola novità!
Subito dopo il riepilogo dei post della settimana troverete un piccolo regalino di buona Pasqua da parte mia =)

WEEKLY RECAP
Rubrica settimanale in cui potrete trovare:
-Un riepilogo dei post della settimana
--Il lettore della settimana (che riceverà un piccolo regalino)
-I libri che sono approdati nella mia libreria
-Le letture in corso e quelle terminate 
-La cover più bella della settimana
-Spazio note


Post della settimana!





HAPPY EASTER GIFTAWAY

E' da tantissimo tempo che non organizzo un semplice giftaway per voi lettori, e questa mi è sembrata un'ottima occasione!
Visto che come sempre vorrei premiare tutti voi followers del blog, ho messo in palio un paio di ebook di libri letti recentemente (ok, non proprio recentemente, ma sono gli ultimi in italiano recensiti) e che ho adorato!
Cosa dovete fare?Vi basterà commentare la recensione del libro che vi interessa, specificando che partecipate al giftaway, e ve lo invierò al più presto =)
Gli ebook sono:

L'Ospite


I libri che ho trovato nella mia Mailbox!


My Soul to Keep (Soul Screamers, #3)My Soul to Steal (Soul Screamers, #4)Reaper (Soul Screamers, #3.5)Before I Wake (Soul Screamers, #6)If I Die (Soul Screamers, #5)

Ho preso praticamente tutti i libri della serie Soul Screamers in ebook, tranne l'ultimo uscito, che acquisterò in cartaceo!Questa serie sta diventando una droga!

I libri che ho letto la scorsa settimana!

Clockwork Princess (The Infernal Devices, #3)My Soul to Keep (Soul Screamers, #3)Reaper (Soul Screamers, #3.5)Noi siamo infinito. Ragazzo da parete

Che dire di Clockwork Princess?Semplicemente magnifico!
My Soul to Keep rispetto agli altri due libri della serie mi è piaciuto molto di più, e Reaper..beh è uno spin-off su Tod, non potevo far altro che adorarlo!
Anche Noi siamo infinito mi è piaciuto molto!Appena ho finito il libro ho visto il film e direi che non mi ha affatto deluso!Presto ne parlerò in una puntata di Books to Movies!

I libri in lettura!

My Soul to Steal (Soul Screamers, #4)

Questa serie sta migliorando sempre di più!Ho iniziato solo ieri My Soul to Steal e già mi manca pochissimo per finirlo!

Cover della Settimana!

My Soul to Steal (Soul Screamers, #4)


MY SOUL TO STEAL
Le cover di questa serie sono tutte meravigliose, ma questa e quella di With All My soul sono le mie preferite!


Spazio note

Domani e lunedi non penso che riuscirò a postare qualcosa, ma martedi pubblicherò un bel post con le nuove uscite di aprile, mercoledi se riesco una nuova puntata di Books to Movies, protagonisti o La sedicesima luna o Noi siamo infinito con la recensione del libro e del film, mentre nel fine settimana è probabile che posteremo finalmente le iscrizioni per la Divergent Read-Along :D Inoltre stiamo finalmente contattando i blogger per la nuova edizione della Book Blogger Hunt e appena abbiamo un numero definitivo inizieremo a organizzare tappe, date, e post =)

Recensione Clockwork Princess Cassandra Clare

Ecco finalmente la recensione di Clockwork Princess!Anticipo che non ci sono spoilers per chi non ha letto questo o Clockwork Prince, ho evitato di parlare della trama e non sono scesa nei particolari, l'importante è che non leggiate le citazioni ;)

Clockwork Princess (The Infernal Devices, #3)




Titolo: Clockwork Princess
Autore: Cassandra Clare
Editore: Margaret K.McElderry Books
Pagine: 568
Data di uscita: 19 marzo 2013
Trama:

Tessa Gray sarebbe dovuta essere felice, tutte le spose sono felici, no?
Eppure mentre si prepara per il matrimonio, una rete di ombre inizia a formarsi intorno agli Shadowhunters dell'instituto di Londra.
Appare un nuovo demone, legato a Mortmain, l'uomo che vuole usare il suo esercito di spietati automi, The infernal Devices, per distruggere gli Shadowhunters. Mortmain ha bisogno solo di un'altra cosa per completare il suo piano. Tessa. e Jem e Will faranno di tutto per salvarla.






CITAZIONI

I nostri cuori, hanno bisogno di uno specchio, Tessa. Vediamo noi stessi migliori negli occhi di chi ci ama.

"Dicono che non puoi amare due persone allo stesso tempo." disse. "E forse per gli altri è cosi. Ma tu e Will-vuoi non siete due persone normali, due persone che potrebbero essere gelose dell'altro, o che potrebbero pensare che il mio amore per uno diminuisca l'amore per l'altro. Non avrei potuto amare Will cosi tanto se non avessi amato anche te. E non potrei amare te se non avessi amato Will.

Ci sono cosi tante cose peggiori della morte. Non essere amati e non essere abili di amare: questo è peggio.

"Ogni cuore ha la sua melodia" disse. "tu conosci la mia."

RECENSIONE:



E’ sempre difficile dire addio a una saga che volge al termine, ma con The Infernal Devices è stato particolarmente arduo. Questa è una di quelle serie che ho amato davvero con tutto il cuore, una di quelle serie che mi ha fatto provare tantissime emozioni contemporaneamente, che mi ha fatto innamorare perdutamente dei suoi personaggi e delle loro storie, che mi ha ormai accompagnato per quasi due anni e che forse non ero ancora pronta a lasciar andare.

Clockwork Princess è stato un finale straziante ed estremamente doloroso per chi, come me, aveva adorato i volumi precedenti e si era immerso completamente nella storia di Tessa Gray. Mi ha ridotto il cuore in frantumi, e dopo quasi una settimana dalla sua lettura sono ancora qui a cercare inutilmente di raccoglierne i pezzi.
Ora che lo shock iniziale è passato (e riesco finalmente a parlarne senza scoppiare in lacrime) provo una strana sensazione tra la felicità e la tristezza.
Per quanto sia stato straziante, Clockwork Princess è un capitolo conclusivo perfetto per una saga meravigliosa.
Sono tante le cose che non mi aspettavo, che non volevo succedessero, e che invece sono accadute. Sono tanti i finali che mi ero immaginata per questo libro, e nemmeno uno si è rivelato quello giusto.
Ma non sono insoddisfatta. Non sono arrabbiata. 

Come avevo detto nella recensione di Requiem, certe volte un autore ci dà qualcosa di completamente diverso da quello che noi lettori desideriamo, ma per la maggior parte dei casi quel qualcosa è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno, anche se non ce ne rendiamo conto.
E con Clockwork Princess è stato esattamente cosi.
Con quel finale dolceamaro l’autrice ci ha voluto trasmettere tanti messaggi, e allo stesso tempo ha fatto in modo che la storia di The Infernal Devices restasse con noi e che i personaggi continuassero a vivere nel nostro cuore per sempre.

La Clare possiede infatti una capacità che poche autrici hanno, quell’abilità di trasformare le parole in pura magia, una magia che ti cattura e ti trasporta in un altro posto, in un altro mondo, anche con una semplice frase.
Mentre leggevo Clockwork Princess, era come se fossi lì, nella Londra di fine Ottocento. Sentivo il dolore dei personaggi, la loro paura, la loro determinazione nel salvarsi l’un l’altro. Ho sofferto con loro, ho pianto e riso e ho sentito tutto ciò che provavano e facevano come se tutte quelle cose stessero accadendo a me.
Ho provato qualcosa di simile leggendo gli altri romanzi della Clare, ma Clockwork Princess è stato davvero unico, forse il suo miglior libro fino ad ora.

In Clockwork Princess ritroviamo i personaggi che avevamo imparato ad amare nei volumi precedenti, profondamente cambiati rispetto a Clockwork Angel ma sempre se stessi.
Tessa si è dimostrata per l’ennesima volta un’eroina magnifica. In questo libro diventa ancora più forte, coraggiosa e determinata a salvare le persone che ama.
Mi sembra impossibile non metterla in relazione con Will e Jem. Il loro rapporto è davvero unico e speciale, i tre sono legati in modo indissolubile e penso che sia un tipo di legame che non si spezzerà mai e che può superare tutto, anche la morte.
Molti non hanno apprezzato il triangolo amoroso, ma leggendo il libro mi sono accorta che il triangolo non è mai esistito veramente, perché il legame tra i tre va ben aldilà di questo, va ben oltre i “team” o le “scelte”.
Prima di Clockwork Princess pensavo che Tessa provasse del semplice affetto verso Jem, ma adesso mi sono accorta che lo ama davvero, lo ama tanto quanto ama Will e tanto quanto Will ama loro due.

E questo ha posto un grosso nterrogativo.Si possono amare due persone contemporaneamente?Il cuore può davvero dividersi in due?Sia Will che Jem sono disposti a sacrificare la loro felicità per quella dell’altro e di Tessa, come Tessa è disposta a sacrificarsi per loro. Per forza di cose in Clockwork Princess Tessa è stata costretta a scegliere uno al posto dell’altro, ma questo non vuol dire che amasse meno o che abbia dimenticato Will o Jem, perché ripeto, il legame fra i tre è molto più di questo.
E’ un po’ difficile riuscire a spiegarmi senza fare spoiler, ma spero di essere riuscita a esprimermi bene sia per chi ha letto e chi non ha letto il libro.

Questa però non è solo la storia di Tessa, Will o Jem, perché la Clare ci ha raccontato tante altre storie attraverso gli altri personaggi che nel corso della trilogia abbiamo conosciuto e imparato ad apprezzare. Cosi come i protagonisti, anche Charlotte, Henry, Sophie, Cecily, Magnus, Gideon, Gabriel e molti altri ci sono entrati nel cuore, e separarsene è stato altrettanto doloroso.

The Infernal Devices è una serie che parla di tante cose: l’amore che supera ogni cosa, la fiducia e la fede nell'altro, la lealtà, il sacrificio, e la Clare è riuscita a trasmetterci tutto. Ogni singola emozione, ogni singolo messaggio nascosto dietro le pagine, ogni singolo sentimento ci è arrivato dritto al cuore, e resterà con noi per molto, molto tempo.



Vi lascio anche il bellissimo booktrailer =)


Waiting On Wednesday #17 L'incantesimo delle fate Jenna Black

Shadowspell (Faeriewalker, #2)Ecco che ritorna Waiting On Wednesday, rubrica settimanale ideata dal blog Breaking The Spine, che consiste nel presentare i libri di prossima pubblicazione che aspettiamo con più impazienza!


Oggi vi presento il secondo volume di FaerieWalker Trilogy, una serie YA/fantasy incentrata sul mondo delle fate, il cui primo libro, Lo Specchio delle fate, era uscito l'anno scorso (qui la mia recensione).
Nell'Incantesimo delle fate continueranno le avventure di Dana Hathaway, che nel romanzo precedente aveva lasciato la madre alcolizzata per andare da suo padre ad Avalonmitica città, situata in Inghilterra, in cui il mondo umano e quello fatato coesistono pacificamente.  
Ma le cose non sono andate esattamente come si aspettava, e in questo sequel, dovrà affrontare le conseguenze della sua scelta.

Lo Specchio delle fate mi era piaciuto abbastanza, anche se penso che l'autrice avrebbe potuto fare molto molto di più!Sono comunque curiosissima di leggere questo seguito per scoprire come proseguirà la storia!
Molto carina la cover scelta dalla Newton, direi anche più bella dell'originale!




Titolo: L'incantesimo delle fate
Autore: Jenna Black
Editore: Newton Compton
Collana: Vertigo
Prezzo: 12,90 euro
Data di uscita: 11 aprile 2013
Trama:

La terra di Avalon, dove il mondo umano e quello incantato si incontrano magicamente, sta per essere attaccata dall’Erlking e dalla temibile Caccia Selvaggia. Ormai Dana Hathaway è costretta a passare il proprio tempo in una casa-bunker e qualsiasi suo incontro è sorvegliato da una guardia del corpo. L’Erlking e il suo branco di servi assassini sono discesi su Avalon. La sua brama di sangue e i suoi poteri immortali sono stati a lungo l’incubo del mondo di Faerie. Un fragile patto con le Regine delle Fate, sigillato con un misterioso incantesimo, è il solo ostacolo a impedirgli la caccia incontrollata su Avalon, l’unico luogo della Terra in cui umani e fae possono vivere insieme. Ma questo significa che Dana è in pericolo, perché tutti sanno che le Regine delle Fate vogliono impossessarsi dei suoi rari poteri e vederla morta. L’Erlking ha messo i suoi occhi bramosi su Dana. Ma il suo scopo è quello di ucciderla o ha in mente qualcosa di molto più inquietante? E i poteri di Dana riusciranno a scongiurare questo terribile pericolo?

Che ne pensate?Lo leggerete?

Recensione The Nightmare Affair Mindee Arnett

Come promesso, ecco la recensione di The Nightmare Affair!
Ho provato a recensire Clockwork Princess, ma sono ancora emotivamente distrutta dagli ultimi capitoli del libro, e penso che impiegherò un paio di giorni a metabolizzare il tutto!





Titolo: The Nightmare Affair
Autore:Mindee Arnett
Editore: Tor Teen
Pagine: 367
Data di uscita (americana): 5 marzo 2013
Trama:

La sedicenne Dusty Everhart entra nelle case di notte, ma non perché è una criminale. Lei è un Nightmare.
Letteralmente.
Essere l'unica Nightmare alla Arkwell Academy, una scuola privata per tutte le creature soprannaturali, e vivere nell'ombra dell'infamia di sua madre, è già abbastanza difficile. Ma quando Dusty entra nella casa di Eli Booker, le cose diventano ancora più complicate. Eli è sexy, e ciò significa che sedersi sul suo petto e invadere i suoi sogni non potrebbe farsi più imbarazzante. Ma si sbaglia. Eli sta sognando un omicidio. E poi il suo sogno diventa realtà.
Adesso Dusty deve seguire gli indizi, sia dentro i sogni di Eli sia fuori di essi, per fermare l'assassino prima che uccida altre persone. E prima che lui capisca cosa sta facendo e la rendi la sua prossima vittima.

RECENSIONE:

Qualche volta abbiamo semplicemente bisogno di una lettura leggera e divertente che ci faccia staccare un pò dalla realtà e passare un paio d'ore tranquille e piacevoli. The Nightmare Affair, iniziato subito dopo lo straziante sequel di Schegge di Me, è proprio una di queste letture, esattamente ciò di cui avevo bisogno in quel momento. 

Per certi versi questo libro mi ha ricordato molto Hex Hall di Rachel Hawkins. Quando leggevo nelle recensioni il paragone alla serie della Hawkins, ero un pochino scettica al riguardo, considerando che Hex Hall è davvero ineguagliabile, ma una volta finito The Nightmare Affair mi sono ricreduta. Questo primo volume della Arkwell Academy Series possiede infatti tutte le potenzialità per diventare una delle mie saghe preferite, alla pari di Hex Hall.

The Nightmare Affair racchiude tutto ciò che voglio trovare in un YA/Fantasy: Ambientazione gotica/dark, mitologia originale e interessante, protagonista ironica e sarcastica e personaggi di cui non puoi fare a meno di innamorarti mescolati ad una buona dose di azione e mistero. 
E' impossibile non esserne catturati e non lasciarsi trascinare nello strano mondo di Dusty e dei suoi amici.

Da quando ha scoperto di essere un Nightmare, un Incubo, la vita di Dusty è cambiata radicalmente.
E' stata costretta a trasferirsi alla Arkwell Academy, una sorta di scuola/collegio dove sono riuniti tutti i ragazzi appartenenti a categorie paranormali.
Dusty è l'unica Nightmare della scuola, e la sua specie è una delle più oscure e pericolose, inoltre è l'ultima arrivata alla Arkwell, e per questo viene continuamente presa in giro dagli altri studenti.
Come se questo non fosse già abbastanza, Dusty, essendo un Nightmare (e che quindi si nutre dei sogni degli umani per sopravvivere), deve introdursi nelle case altrui ogni 10/15 giorni e ad entrare nelle menti di sconosciuti. La cosa diviene ancora più imbarazzante quando a Dusty viene assegnato come "vittima" Eli Booker, uno dei ragazzi più popolari del liceo che la ragazza frequentava prima di scoprire la sua vera natura, e lei è costretta a sedersi sul suo petto per entrare nel suo sogno.
Ma Dusty di certo non si aspettava di trovarsi davanti un omicidio, un omicidio di una studentessa della Arkwell, che poi scopre esser accaduto anche nella realtà.

Una volta tornata alla Arkwell a Dusty viene rivelato che è una dream seer, ovvero un Nightmare che, insieme ad un umano, riesce a vedere il futuro. Ciò vuol dire che lei e Eli sono uniti da un legame indissolubile, e che sono anche gli unici a poter trovare l'assassino, che intanto continua ad uccidere.

Ho apprezzato molto la mitologia presentata dalla Arnett, molto diversa da ciò che mi aspettavo.
E' vero, sono presenti anche le solite creature come i lupi o le fate, ma ci sono tantissimi elementi originali come i Nightmares, le sirene (che al contrario di ciò che pensiamo comunemente, non sono creature d'acqua), la leggenda di Merlino e di Excalibur.

Ma oltre alla mitologia penso che la protagonista abbia dato al libro quel qualcosa in più che una solita eroina sciatta e noiosa non avrebbe potuto sicuramente dare. Dusty è divertente, non si prende mai sul serio e anche nella situazione più tragica si lascia scappare un commentino sarcastico. In più quando qualcosa le va male non si rintana semplicemente in un angolino a piangere e a commiserarsi, al contrario affronta i problemi a testa alta e con coraggio, senza mai perdersi d'animo.

Il lato mistery della storia è stato sviluppato molto molto bene, sinceramente mi ero fatta un'idea completamente diversa dell'assassino e alla fine si è rivelata la persona che sospettavo di meno!
Anche il finale mi è piaciuto molto, non c'è nessun cliffhanger e lascia al lettore la scelta di continuare o meno la serie senza nessun obbligo!

Voto, 4 stelline!The Nightmare Affair è una lettura divertente ed emozionante, con tutte le premesse per diventare una serie meravigliosa!

Weekly Recap #26

Buona domenica a tutti e benvenuti a una nuova puntata della rubrica settimanale che sostituirà In My Mailbox e It's Monday!What Are You Reading?, Weekly Recap, che racchiuderà entrambi i meme e che porterà anche qualche piccola novità!



WEEKLY RECAP
Rubrica settimanale in cui potrete trovare:
-Un riepilogo dei post della settimana
--Il lettore della settimana (che riceverà un piccolo regalino)
-I libri che sono approdati nella mia libreria
-Le letture in corso e quelle terminate 
-La cover più bella della settimana
-Spazio note


Post della settimana!







I libri che ho trovato nella mia Mailbox!


Clockwork Princess (The Infernal Devices, #3)

Questa settimana un solo acquisto, Clockwork Princess della Clare!Alla fine non ho resistito e l'ho preso il giorno stesso in cui è uscito!

I libri che ho letto la scorsa settimana!



Hybrid mi è piaciuto davvero molto, Requiem è stato un finale davvero perfetto!

I libri in lettura!

Clockwork Princess (The Infernal Devices, #3)


Lo sto leggendo il più lentamente possibile, principalmente perché non voglio che una serie cosi bella finisca, ma anche perché l'inglese della Clare, adattato all'epoca vittoriana, non è semplicissimo, e poi ho troppa paura di ciò che succederà nei capitoli finali!


Cover della Settimana!


Clockwork Princess (The Infernal Devices, #3)


CLOCKWORK PRINCESS
Ovviamente non potevo non sceglierla!Per me è, tra le tre, la cover più bella di questa serie!



Spazio note

Se riesco a finirlo in tempo, domani posterò la recensione di Clockwork Princess, altrimenti pubblicherò quella di The Nightmare affair!
Intanto vi anticipo che stiamo lavorando alla Book Blogger Hunt, e che in settimana contatteremo tutti i blog!
La partecipazione è ovviamente aperta a tutti, quindi se avete un blog e volete partecipare vi basterà contattarmi :)
Presto inoltre inizierò anche ad organizzare la Read-along di Divergent :D

Recensione Requiem Lauren Oliver

Buon sabato a tutti!Ecco la recensione di Requiem, ultimo volume della serie di Delirium!
So che dalla recensione sembra che abbia riassunto tutto il libro, ma in realtà ho parlato apertamente solo di ciò che succede nei primi due capitoli, per evitare spoiler :)



Titolo: Requiem
Autore: Lauren Oliver
Editore: Harper Collins
Pagine: 391
Data di uscita (americana): 5 marzo 2013
Trama:

Hanno cercato di spingerci fuori, di spingerci nel passato.
Ma noi siamo ancora qui.
E aumentiamo sempre di più ogni giorno.

Ora un membro attivo della Resistenza, Lena si è trasformata. La nascente ribellione di Chaos è sfociata in una vera e propria rivoluzione in Requiem, e Lena è al centro di questa lotta. 
Dopo aver salvato Julian dalla morte, Lena e i suoi amici sono ritornati nelle Terre Selvagge. Ma queste non sono più il paradiso sicuro che erano una volta, gruppi di ribelli sono nati lungo tutto il paese, e il governo non può negare l'esistenza degli Invalidi. I regolatori si sono infiltrati nei confini per eliminare i ribelli, e mentre Lena rischia la morte, la sua migliore amica, Hana, vive una vita sicura e senza amore a Portland come la promessa sposa del giovane sindaco.

RECENSIONE

Volevamo la libertà di amare. Volevamo la libertà di scegliere. Adesso abbiamo bisogno di lottare per raggiungerla.


Prima di leggere Requiem, ero molto spaventata dalle recensioni lette in giro. Avevo paura di ciò che sarebbe successo ai personaggi che avevo imparato ad amare nei libri precedenti, avevo paura che la Oliver mi spezzasse il cuore un’altra volta. E in un certo senso si, l’ha fatto.
Requiem (Delirium, #3)Prima di leggere Requiem, volevo che Lena raggiungesse la felicità. Volevo che Alex ritornasse ad essere il ragazzo dagli occhi color miele che amava Lena più di ogni altra cosa. Volevo che Julian non morisse, che Hana e Grace scappassero da Portland, che Raven e Tack potessero stare finalmente insieme e un milione di altre cose contemporaneamente.
Ma la Oliver…la Oliver non ci ha dato niente di tutto questo. Non ci ha lasciato nessuna garanzia, nessuna traccia, nessun indizio che ci dica cosa sia davvero successo nel mondo di Delirium.
Prima di leggere Requiem, ero terrorizzata dal fatto che l’autrice l’avrebbe fatto. Ora invece è come se per me non potesse esistere altra conclusione se non quella. Come se quel finale, cosi diverso da come l’avevo immaginato, cosi aperto e cosi pieno di possibilità, fosse esattamente ciò di cui noi lettori avevamo bisogno.

Forse siamo i nostri sentimenti ci hanno fatto diventare pazzi.
Forse l'amore è una malattia, e staremmo meglio senza.
Ma noi abbiamo scelto una strada diversa.
E alla fine, è questo il motivo per cui siamo scappati dalla cura: Siamo liberi di scegliere.
Siamo liberi perfino di scegliere la cosa sbagliata.



Quando ho letto Delirium ero troppo sconvolta per riuscire a trovare le parole giuste per descrivere un libro del genere. Quando ho letto Chaos avrei semplicemente voluto lanciare il libro per la stanza, e avevo cosi tanti pensieri in mente che le mie dita sbattevano freneticamente sulla tastiera nel disperato tentativo di cogliere ogni singola parola che mi passasse per la testa.
Delirium (Delirium, #1)
Appena finito Requiem, continuavo a ripetermi “non può finire cosi, non può finire cosi”. Non avevo visto arrivare quel finale, in realtà non avevo proprio visto arrivare un finale e basta. Nella versione kindle infatti hanno inserito anche un estratto di E finalmente ti dirò addio, cosa di cui mi sono accorta solo quando, arrivata al 92% di lettura, ho voltato pagina e mi sono ritrovata davanti il prologo.
Ci sono voluti un paio di giorni, un bel pacchetto di fazzoletti e una rilettura degli ultimi due capitoli per accettare che si, quella era davvero la fine della serie, ma ora che mi sono calmata posso dire essere pienamente soddisfatta da Requiem. La Oliver non mi ha deluso affatto, e mi ha dato esattamente ciò di cui avevo bisogno.

Il finale di Chaos aveva sconvolto tutti i lettori: Alex, sopravvissuto e vivo davanti a Lena, ma anche profondamente diverso da come lei lo ricordava. 
“Un morto tornato dall’aldilà”, è in questo modo che Lena lo descrive, e in un certo senso è proprio cosi.
Pandemonium (Delirium, #2)L’alex che ricordiamo, l’Alex di Delirium, è ormai morto, è stato sostituito da un ragazzo torturato per settimane nelle Cripte e che, anche se sopravvissuto, non sarà mai più lo stesso. E lena se ne accorge sin dall’inizio.
Sa che il suo Alex se ne è andato e uno sconosciuto, che la evita e non le parla mai, ha preso il suo posto.
Ma anche lei è cambiata. Anche la vecchia Lena, quella che Alex conosceva, è morta. Ora è diversa, più forte, più coraggiosa e testarda, e c’è anche un ragazzo diverso al suo fianco, Julian.

Intanto gli zombie, i curati, sono diventati finalmente consapevoli dell’esistenza di ribelli, e il governo vuole distruggersi a tutti i costi. Il gruppo di Lena decide di dirigersi a Portland, il fulcro della Resistenza. Ma a Portland ci sono tutti i ricordi della vecchia Lena, tutto ciò che ha cosi disperatamente cercato di dimenticare: Hana, Grace, l’estate trascorsa insieme ad Alex, la casa di 37 brooks, il supermarket di suo zio e le corse sfrenate in bicicletta per il quartiere.

Hana (Delirium, #1.5)Inoltre l’aggiunta di un altro POV, quello di Hana, ci permette di gettare uno sguardo su Portland e su ciò che sta succedendo alla migliore amica di Lena. Ormai curata, Hana si prepara al suo matrimonio con Fred Hargrove, futuro sindaco della città. Ma più passa il tempo, più le emozioni di Hana riaffiorano: senso di colpa, paura di ciò che succederà, gelosia verso Lena, che ha avuto l’unica cosa che Hana non avrà mai, l’amore.
Inizialmente non ero esattamente entusiasta dell’aggiunta del POV di Hana, mi interessava molto di più ciò che accadeva nelle Terre Selvagge, a Lena e Alex. Durante la lettura però ho cambiato completamente idea. Ciò che succede ad Hana sarà fondamentale alla fine del libro, lei stessa rivestirà un ruolo importantissimo nelle ultime pagine.

Non puoi essere felice se non sei infelice ogni tanto, giusto?

Lena ha subito un cambiamento radicale in Chaos. Requiem rappresenta il culmine di questa sua evoluzione. Mentre nel libro precedente era stato semplice dimenticare, ignorare il passato e concentrarsi unicamente sulla Resistenza, in Requiem Lena si trova ad affrontare un Alex-non-più-Alex e tutti i ricordi che porta con sé.
Annabel (Delirium, #0.5)Lena è costretta a stare con lui ogni giorno, è costretta a guardarlo parlare e scherzare con tutti i membri del gruppo tranne che con lei. Tutto ciò che vorrebbe fare è semplicemente correre da lui ed abbracciarlo, dirgli che starà bene, che entrambi staranno bene, ma ormai tutto è cambiato, e non si può più tornare indietro.

Ma mentre la vecchia Lena si sarebbe rintanata in un angolo a piangere, quella nuova riesce a mettere il dolore e i ricordi da parte, e continua a lottare per ciò in cui crede. La guerra è vicina, e per i ribelli non è ammessa nessuna distrazione.

Una volta Raven mi ha detto: "Colui che salta potrebbe cadere, è vero, ma potrebbe anche volare."
E' ora di saltare.


Come ho anticipato prima, anche Alex subisce una trasformazione enorme. Ciò che ha passato nelle Cripte è davvero inimmaginabile, e nonostante rifiuti Lena, rifiuti la sua vita di prima, qualche volta riusciamo a vedere tratti dl vecchio Alex trasparire dalla sua corazza di ferro.
In Delirium Alex si era sacrificato per salvare Lena, rinunciando alla sua vita, e negli avvenimenti tra Chaos e Requiem accade qualcosa di simile. Alex sacrifica la sua felicità per quella di Lena, e quando lei se ne rende conto, è ormai troppo tardi. E’ ormai troppo tardi per tutto.

Raven (Delirium, #2.5)Come può qualcuno avere il potere di distruggerti in cenere, a farti sentire allo stesso tempo cosi completo?

Ammetto di esser stata un pochino preoccupata del triangolo Alex-Lena-Julian, ma alla fine mi sono resa conto che non c’è mai stato un triangolo vero e proprio. Non è difficile capire chi è il ragazzo che Lena ama veramente, è il ragazzo che tutti ci aspettavamo, ma mi si è comunque spezzato il cuore per l’altro.

C’è anche da dire però che la sua non è stata una vera e propria scelta. Certo alla fine sappiamo chi ama, ma non c’è di certo un happy end, anzi. Il finale di Requiem è tutt’altro che felice, e dire “aperto” è un vero e proprio eufemismo, ma come ho detto prima l’ho trovato perfetto.
Perfetto perché, anche se non sappiamo nulla di certo, anche se non conosciamo il destino di Lena, ciò che succederà ad Alex, a Julian o a Hana, il messaggio che la Oliver voleva mandare ci è arrivato forte e chiaro.

Butta giù i muri.
E' questo, alla fine, ciò che conta.
Non sai cosa succederà se butti giù i muri;non puoi vedere l'altro lato, non sai se porterà libertà o rovina, risoluzione o chaos. Potrebbe essere il paradiso o la distruzione. 
Butta giù i muri.
Puoi vivere vicino, nella paura, costruendo barricate contro l'ignoto, dicendo preghiere contro l'oscurità, pronunciando versi di terrore e tensione.
Potresti non conoscere mai l'inferno;ma non troverai mai nemmeno il paradiso. Non conoscerai l'aria fresca e il volo.
Butta giù i muri.

Petizione:Portiamo in Italia Hex Hall!

Come vi avevo promesso, ecco finalmente la petizione per portare in Italia Hex Hall di Rachel Hawkins =)


Chi frequenta spesso questo blog saprà quanto ho amato questa serie, e dopo la Read-Along dedicata ad essa (che si è conclusa pochi giorni fa), io, Valentina dal blog My Empty Purse e Amaranth dal blog La Bella e Il Cavaliere abbiamo deciso di cercare di attirare l'attenzione delle case editrici italiane su Hex Hall, con la speranza che venga pubblicato anche in Italia!

Per chi non conoscesse il libro, di seguito trovate la sua scheda, un piccolo pezzetto della mia recensione sul libro e il prologo, tradotto in italiano da me!

RECENSIONE 

Hex Hall è uno dei migliori libri che abbia mai letto. Non so spiegare esattamente il perché, ma questo è uno di quei romanzi che ti conquistano fin dalla prima pagina, che divori in poche ore e che ti lasciano con un disperato bisogno di sapere come continua la storia. La trama, la protagonista, i personaggi, l'ambientazione...sono tutti elementi che si incastrano perfettamente l'uno con l'altro, andando a formare un libro unico e speciale, diverso da qualunque lettura possiate aver affrontato precedentemente.

SCHEDA LIBRO






TitoloHex Hall
AutoreRachel Hawkins
EditoreHyperion Book CH 
Trama:
Tre anni fa,Sophie Mercer ha scoperto di essere una strega. Sua madre l'ha appoggiata il più possibile,chiedendo aiuto al padre di Sophie - uno sfuggente stregone europeo - solo quando necessario. Ma quando Sophie attira troppo l'attenzione degli umani al ballo di fine anno a causa di un incantesimo andato terribilmente male, è suo padre a decidere la punizione: l'esilio a Hex Hall, una scuola per Prodigi ribelli, alias streghe, fate e mutaforma.Entro la fine del primo giorno in mezzo ai suoi strambi compagni, Sophie ha raggiunto un discreto punteggio: tre potenti nemiche che sembrano top model, una sbandata inutile per uno splendido stregone, un inseguitore fantasma raccapricciante, e una nuova coinquilina che è  la persona più odiata e unico studente vampiro nel campus. Peggio ancora, Sophie scopre presto che un predatore misterioso è stato trovato ad attaccare studenti, e il suo unico amico è il sospettato numero uno.



PROLOGO
(QUI IL PDF SCARICABILE)


Felicia Miller stava piangendo nel bagno della scuola. Un'altra volta.
Sapevo che era lei perché, nei tre mesi che in cui avevo frequentato la Green Mountain High, avevo già visto Felicia piangere in bagno per ben due volte.
Lei aveva un pianto davvero particolare, alto e concitato come quello di un ragazzino, anche se Felicia aveva diciotto anni, due anni più di me.
Prima l'avevo sempre lasciata da sola, immaginando che è diritto di ogni ragazza piangere in pace in un bagno pubblico.
Ma questa sera era la notte del ballo, e c'era qualcosa di veramente triste nel piangere indossando vestiti eleganti.
Inoltre, avevo sviluppato una debole simpatia per Felicia. C'è stata una ragazza come lei in ogni scuola in cui sono andata (diciannove in tutto). E anche se io sono sempre stata vista come la ragazza "strana", la gente non mi ha mai prestato molta attenzione;
Per lo più mi ha solo ignorato. Felicia, invece, è la ragazza con cui se la prendono tutti. Per lei, la scuola non è stata altro che un costante susseguirsi di soldi rubati per il pranzo e di prese in giro.
Diedi un'occhiata sotto la porta del box e vidi un paio di piedi in sandali gialli.
"Felicia?" la chiamai, bussando piano alla porta. "Cosa c'è che non va?"
Lei aprì la porta e mi guardò con rabbia, gli occhi iniettati di sangue.
"Cosa c'è che non va? Beh, vediamo, Sophie, è la notte del ballo del mio ultimo anno, e riesci a vedere un accompagnatore da qualche parte? "
" Um ... no. Ma sei nel bagno delle ragazze, così ho pensato..."
"Cosa?" chiese, mentre si alzava e si asciugava il naso con un enorme rotolo di carta igienica. "Che il mio accompagnatore è là fuori che mi aspetta?" Sbuffò.
"Ma per favore. Ho mentito ai miei genitori e gli ho detto che avevo un appuntamento. Così mi hanno comprato questo vestito ", diede uno schiaffo al taffetà giallo come se fosse un insetto che stava cercando di uccidere, "e ho detto che il mio accompagnatore mi avrebbe aspettato qui. Io. . . non potevo dirgli che non sono stata invitata da nessuno al ballo di fine anno. Gli avrei spezzato il cuore"Lei alzò gli occhi. "Quanto è patetico? "
"Non è patetico," dissi. "Un sacco di ragazze vengono al ballo da sole".
Mi guardò. "Hai un appuntamento?"
Avevo un accompagnatore , ovviamente. Certo, era  Ryan Hellerman, l'unica persona al Green Mountain High meno popolare di me, ma era pur sempre un accompagnatore . E mia madre era stata così eccitata all'idea che qualcuno me l'avesse chiesto.
L'aveva visto come la mia occasione di iniziare a integrarmi con gli altri, la mia possibilità di iniziare a essere normale.
La normalità era davvero molto importante per mamma.
Guardai Felicia lì nel suo vestito giallo, mentre si soffiava il naso, e prima che riuscissi a fermarmi, dissi qualcosa di totalmente stupido: "posso aiutarti ".
Felicia mi guardò con gli occhi gonfi. "Come?"
La presi per il braccio, tirandola in piedi. "Dobbiamo andare fuori. "
Uscimmo dal bagno e dalla palestra affollata. Felicia sembrava diffidente mentre la conducevo attraverso le grandi porte della scuola e fuori nel parcheggio.
"Se questo è una specie di scherzo, ho lo spray al peperoncino nella mia borsa", disse, tenendo la piccola pochette gialla stretta al petto.
"Rilassati". Mi guardai intorno per assicurarmi che il parcheggio fosse deserto.
Anche se era la fine di aprile, c'era ancora un un pò di gelo nell'aria, ed entrambe rabbrividimmo  nei nostri vestiti. "Okay," dissi, tornando a lei. "Se potessi aver qualunque ragazzo al ballo, chi sarebbe? "
"Stai cercando di torturarmi?" Chiese.
"Rispondimi e basta."
Fissandosi le scarpe gialle, mormorò, "Kevin Bridges?"
Non mi sorprese. Presidente della SGA, capitano della squadra di calcio,  molto attraente. . . Kevin Bridges era il ragazzo che quasi ogni ragazza desiderava avere come accompagnatore al ballo.
"Va bene, allora. Kevin sia," mormorai, scocchiandomi le nocche. Sollevai le mani al cielo, chiusi gli occhi e visualizzai Felicia tra le braccia di Kevin, nel suo vestito giallo brillante, e lui in smoking.
Dopo pochi secondi in cui mi concentravo su quell'immagine, iniziai a sentire un leggero tremore sotto i miei piedi e una sensazione simile ad'acqua che scorre sotto le mie mani spiegate. I miei capelli iniziarono a galleggiare sopra le spalle, e sentì Felicia respirare affannosamente.
Quando aprì gli occhi, vidi esattamente ciò in cui avevo sperato. In cielo si stagliava un enorme nube oscura che vorticava, mentre scintille di luce violacea lampeggiavano al suo interno.
Continuai a concentrarmi, e la nuvola iniziò a roteare sempre più velocemente, fino a diventare un perfetto cerchio con un foro al centro.
La ciambella magica, è cosi che l'avevo soprannominata la prima volta che ne avevo creata una, il giorno del mio dodicesimo compleanno.
Felicia si rannicchiò tra due auto, le braccia alzate sopra la testa. Ma ormai era troppo tardi per fermarsi.
Il foro al centro della nube si riempì di luce verde brillante.
Concentrandomi su quella luce e l'immagine di Kevin e Felicia, piegai le dita e osservai il fulmine verde che usciva dalla nuvola e attraversava il cielo. Poi scomparve dietro alcuni alberi.
Anche la nube sparì, e Felicia si alzò con gambe tremanti. "E quello cos'era? "Si rivolse a me, con gli occhi spalancati." Sei una strega o cosa? "
Mi strinsi nelle spalle, mentre una gradevole sensazione mi ronzava ancora per la testa, a causa del potere che avevo appena scatenato.
Ubriaca di magia, era cosi che mamma mi chiamava sempre. "Non era niente," dissi. "Ora andiamo dentro ".
Ryan si trovava vicino al tavolo del punch quando tornai nella palestra.
"Cos'è successo?" chiese, accennando a Felicia. Lei si guardava intorno stordita mentre si sollevava sulle punte dei piedi, osservando la pista da ballo.
"Oh, aveva solo bisogno di una boccata d'aria", dissi, prendendo un bicchiere di punch.
Il mio cuore galoppava ancora, e le mie mani tremavano.
"Ok", disse Ryan, muovendo la testa a tempo di musica. "Vuoi ballare? "
Prima che potessi rispondere, Felicia corse verso di me e mi afferrò il braccio. "Non è nemmeno qui, "disse." Non avevi. . . fatto di lui il mio accompagnatore stasera? "
"Shhh! Sì, l'ho fatto, ma dovrai essere paziente. Appena Kevin arriva qui, ti troverà, fidati. "
Non dovemmo aspettare a lungo.
Ryan e io eravamo solo a metà del nostro primo ballo quando il rumore di un crollo echeggiò per la palestra.
Ci fu una rapida successione di scoppi, quasi come colpi di fucile, che fecero urlare i ragazzi mentre si rifugiavano sotto il tavolo del rinfresco.
Guardai la ciotola di punch precipitare a terra, mandando spruzzi di liquido rosso dappertutto.
Ma non era una pistola che aveva procurato gli scoppiettii, erano i palloncini.
Centinaia di palloncini. Qualunque cosa fosse accaduta aveva fatto cadere l'enorme arco fatto di  palloncini.
Guardai oltre e vidi molti degli insegnanti correre per raggiungere le porte.
Che però non erano più lì.
Questo perché una Land Rover color argento si era schiantata contro di loro.
Kevin Bridges uscì barcollando dal sedile del conducente. Aveva un taglio sulla fronte e sulla mano, e sanguinava sul legno lucido mentre gridava "Felicia! FELICIA!"
"Cavoli," Ryan mormorò.
La ragazza di Kevin, Caroline Reed, uscì dal lato del passeggero. Singhiozzava. "E 'pazzo!" strillò. "Stava bene, poi c'è stata questa luce. . . e. . ». Si interruppe nel pieno di una crisi isterica, e sentì male allo stomaco.
"FELICIA!" Kevin continuava a urlare, setacciando selvaggiamente la palestra. Si guardò intorno e vide Felicia nascosta sotto uno dei tavoli, gli occhi enormi.
Sono stata attenta questa volta, pensai. Sono migliorata adesso!
Kevin trovò Felicia e la fece uscire da sotto il tavolo.
"Felicia!" Aveva un ampio sorriso, il suo viso illuminato, che, con il sangue e tutto, era davvero terrificante. Non biasimai Felicia per aver gridato mentre cercava di scappare.
Uno degli insegnanti, Coach Henry, andò ad aiutarla, afferrando Il braccio di Kevin.
Ma Kevin si girò appena, mentre con una mano stringeva ancora Felicia, e colpì Coach Henry in piena faccia. L'allenatore, che era un metro e ottanta e pesava più di duecento chili, volò all'indietro.
E poi scoppiò il finimondo.
La gente correva impazzita per raggiungere le uscite, gli insegnanti si dirigevano verso Kevin, e le urla di Felicia avevano assunto un tono disperato,stridulo. Solo Ryan sembrava impassibile.
"Incredibile!" disse affascinato, mentre due ragazze si arrampicarono sulla Land Rover e uscirono dalla palestra.
Kevin teneva ancora una delle mani Felicia, ed era in ginocchio. Non potevo esserne sicura, con tutte le urla di lei, ma credo che le stesse dedicando una canzone.
Felicia non gridava più ora, ma stava cercando qualcosa nella borsetta.
"Oh no," Gemetti. Iniziai a correre verso di loro, ma scivolai e caddi per terra.
Felicia tirò fuori una piccola bomboletta rossa dalla borsa e spruzzò il contenuto sul viso di Kevin.
La sua canzone proruppe in un grido di dolore. Lasciò cadere la mano, e Felicia iniziò a correre.
"Ok, piccola!" le gridò. "Non ho bisogno di occhi per vederti!Posso ammirarti con gli occhi del mio cuore, Felicia! Il mio cuore! "
Perfetto. Non solo era stato un incantesimo troppo potente, ma anche difettoso.
Mi sedetti per terra, mentre il caos che avevo creato infuriava intorno a me.
Un palloncino bianco solitario mi colpì il  gomito, e la signora Davison, la mia insegnante di algebra, inciampò passando, gridando al suo cellulare, "Ho detto Green Mountain High! Um. . . Non lo so, un'ambulanza? Una squadra SWAT? Basta che mandiate qualcuno! "
Poi sentì un urlo. "E' stata lei! Sophie Mercer!"
Felicia puntava verso di me, tremando.
Anche con tutto quel rumore, le parole di Felicia echeggiarono nella palestra.
"Lei è ... lei è una strega!"
Sospirai. "Non un'altra volta."

PETIZIONE

Ed ora non vi resta che firmare QUESTA PETIZIONE!
Dove solo inserire il vostro nome, email e luogo di residenza!
Firmate, firmate, firmate e pubblicizzate il più possibile l'iniziativa!!