Monthly Most Wanted #8 Uscite di settembre


Ennesimo post con le prossime uscite di settembre?Temo di si, ma nelle prossime settimane ci sono così tanti titoli interessanti che non potevo non parlarvene. La maggior parte dei titoli che usciranno questi mesi poi li ho letti e amati, e dovevo assolutamente condividere la mia gioia per la loro pubblicazione italiana (alcuni sono anche seguiti, quindi niente serie interrotte per una volta).
Le pubblicazioni straniere sono come sempre moltissime e tutte interessanti, ma partiamo con quelle italiane!


1 settembre-Tutte le volte che ho scritto ti amo & Liv Forever-Ho amato To all the boys i've loved before e sono felice che arrivi finalmente in Italia. Merita sicuramente più della serie Summer, quindi se quella vi ha deluso, date comunque una possibilità a questo libro. Liv Forever è un titolo che puntavo già da un po', forse lo leggerò direttamente in italiano, ma non prima di aver letto qualche parere.
8 settembre-Firebird. La Caccia. Claudia Gray-Nuovo libro fantasy della Gray. Lo avevo iniziato tempo fa in lingua ma non mi aveva preso molto, tanto che avevo finito per abbandonarlo. Magari approfitterò dell'uscita italiana per provare a leggerlo di nuovo.
10 settembre-Maleficio Rachel Hawkins-Il secondo volume di Hex Hall è stato probabilmente il mio preferito dell'intera serie, e non potrei essere più felice del fatto che la Newton non abbia interrotto la trilogia, e che stia mantenendo le cover originali!
15 settembre-Il primo amore sei tu Stephanie Perkins-Finalmente anche Lola and the boy next door arriva in Italia!Mi dispiace un po' per i titoli, amavo quelli originali, ma le cover le sto trovando abbastanza carine e questa in particolare penso rispecchi anche la personalità di Lola e in generale la storia!


1 settembre-Queen of Shadows Sarah J.Maas-Già prenotato, ovviamente. Non potevo prendere il cartaceo visto che a Bologna ci sarà spazio solo per il kindle, quindi ho subito acquistato l'ebook e non vedo l'ora di continuare. L'inizio sembra promettente, spero solo riuscirà ad essere all'altezza dei libri precedenti.
8 settembre-Fans of the Impossible Life-Lo ammetto, non mi sono documentata molto su questo titolo, ma guardate quant'è carina la cover!Prima o poi lo leggerò sicuramente.
15 settembre-The Marvels-Anche qui, la cover mi ha conquistata prima di tutto, poi ho scoperto che è un libro young adult illustrato che segue due storie contemporaneamente, una illustrata e una scritta, e  beh, si è meritato un posto d'onore nella mia wishlist!
22 settembre-Library of Souls Ransom Riggs & Beastly Bones-Library of Souls è il terzo e ultimo libro della serie La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Il primo volume mi è piaciuto molto, e devo leggere anche il secondo, ma Library of Souls sarà sicuramente uno dei miei prossimi acquisti. Beastly Bones è il seguito di Jackaby, che ho adorato, e che leggerò quasi sicuramente questo mese.
29 settembre-Six of Crows Leigh Bardugo & A Mad Zombie Party Gena Showalter-Ho amato la serie di Shadow & Bone (in Italia, Tenebre e Ghiaccio) ma la storia era molto lontana dall'essere perfetta, nonostante le ottime premesse. Una volta terminato l'ultimo libro ho pensato che il mondo creato dalla Bardugo mi sarebbe sicuramente mancato, ed ecco che adesso viene pubblicato un altro libro, un'altra storia, ma ambientata nello stesso mondo. Leggerlo sarà d'obbligo.
Per quanto riguarda il libro della Showalter, conoscete già la mia opinione. La storia si era conclusa perfettamente con Queen of Zombie Hearts, un altro libro è a dir poco superfluo e non penso proprio lo leggerò.

E queste le uscite di settembre!Che ne pensate?Quali titoli avete intenzione di leggere?

August Recap-This month's reads and other stuff




Buongiorno, lettori!Anche questo mese vi propongo il recap leggermente in anticipo, ma nei prossimi giorni ci sono fin troppi post che voglio pubblicare-tra uscite di settembre, recensioni e TBR-e poi non penso riuscirò a leggere nient'altro (tra preparativi per la partenza ed altro), quindi ecco ciò che ho letto/postato ad agosto :)




The Rest of Us Just Live Here Patrick Ness-Ma quanto ho amato questo libro?Dopo la mezza delusione di Chaos mi aspettavo un’altra lettura così cosi, e invece questo libro è stato probabilmente il migliore del mese, e diventerà uno dei preferiti dell’anno. Direi che con questo romanzo, insieme a A Monster Calls (letto qualche settimana fa) Ness è diventato uno dei migliori autori scoperti quest’anno, e adesso sono convinta a proseguire la serie di The Knife of Never Letting Go.
Io prima di te Joyo Moyes-Lettura stupenda, altra preferita del mese sicuramente. Si è rivelato un libro molto diverso da quello che mi aspettavo, ma l’ho adorato (anche se il finale mi ha distrutto).
Stardust & L’oceano in fondo al sentiero Neil Gaiman-Quest’estate mi sono finalmente decisa a leggere qualcosa di Gaiman, e dopo Coraline ho continuato con L’oceano in fondo al sentiero (molto bello) e Stardust (stupendo), letto per la summereadathon di Giusy.
Crimson Buond Rosamund Hodge-Con questo libro direi che la Hodge è diventata ufficialmente la regina delle rivisitazioni. Non mi aspettavo di amare Crimson Buond quanto Cruel Beauty, o di preferirlo addirittura a quest’ultimo. E invece si è rivelata una lettura meravigliosa, e non vedo l’ora di parlarvene. Se amate i retelling date una possibilità a quest'autrice, Cruel Beauty uscirà anche presto in Italia quindi niente scuse ;)
Il trono di spade George R.R. Martin -Diciamo che questo è stato il mio “progetto segreto” del mese, perché non ero sicura che sarei riuscita a iniziarlo e non sapevo nemmeno se l’avrei finito, e invece ce l’ho fatta e ho finito per adorarlo. Ho visto la prima stagione della serie tv quindi per grandi linee già conoscevo la storia, ma i libri mi hanno appassionato molto di più e adesso non vedo l’ora di continuare!


Agosto è stato un mese abbastanza tranquillo, per lo più mi sono dedicata alla lettura, al blog, e ho semplicemente passato del tempo con la mia famiglia/con i miei amici. Sono rimasta un po’ indietro con le serie tv però, ma spero di recuperare il prossimo mese (in questi giorni comunque pubblicherò un nuovo What i've been watching e vi parlerò dei pochi telefilm che ho seguito). 
E a proposito di questo, settembre sarà un gran mese per me, mi trasferirò, inizierò l’università, la mia routine cambierà e non so quanto il blog ne risentirà. 
Ho già tuttavia scritto i post per questo mese, un insieme di recensioni, liste e puntate di Book Blogging 101. Penso di aver finalmente trovato il metodo che funziona per me, ovvero preparare i post quando ho tempo/ne ho voglia e poi programmarli così da avere sempre qualcosa di pronto. Forse risulterà meno spontaneo, ma non voglio ritrovarmi a lasciare il blog vuoto o peggio, costringermi a scrivere qualcosa quando non mi sento ispirata. Ho amato scrivere i post per questo mese e spero tanto che li apprezzerete anche voi. Infine, come vi avevo anticipato su facebook,  il Blogger Love Project 2015 è in fase di organizzazione, stiamo davvero a buon punto e a settembre pubblicheremo il post introduttivo (l'iniziativa comincerà ad ottobre)!

Recensione L'estate del bene e del male Miranda Beverly-Whittemore


Buongiorno, lettori!Oggi vi propongo la recensione di L’estate del bene e del male, un libro uscito un po’ di tempo fa qui in Italia che io ho letto a luglio. Ho notato che non se ne è parlato moltissimo, quindi vi propongo il mio parere un po’ contrastante. Non si tratta del classico libro Young Adult, e infatti si è rivelato ben lontano da quello che mi aspettavo. 

Ero giovane, ancora cosi giovane, tanto da pensare che la mia mancanza di integrità fosse in qualche modo colpa mia. Non sospettavo che tutti si sentissero cosi, che la parte essenziale del crescere fosse scoprire dove sono i nostri luoghi vuoti e imparare a riempirli da soli e per noi stessi.

Una studentessa universitaria viene invitata a passare l’estate con la famiglia della sua ricca compagna di stanza, Eve. La vita che conducono i Winslow sembra tutto ciò che Mabel ha sempre desiderato, ma l’apparentemente perfetta famiglia di Eve nasconde in realtà tanti segreti, segreti che Mabel vuole scoprire a tutti i costi. 
Cosa è disposta a fare Mabel pur di ottenere la vita dei suoi sogni?Qual’è il prezzo da pagare per diventare una Winslow?È questa la tematica su cui si incentra l’intera storia, una storia in cui nessuno è innocente e in cui tutti hanno qualcosa da nascondere, protagonista compresa. 
Mabel, come personaggio, può risultare facilmente antipatica. È una ragazza piena di invidia e pregiudizi verso il mondo della sua amica, pronta praticamente a tutto pur di ottenere ciò che vuole, tant’è che nel corso del libro quella verso i Winslow diventa una vera e propria ossessione. In un certo senso ho apprezzato la sua onestà, e anche il modo in cui l’autrice ha delineato il suo passaggio dall’innocenza all’età matura, ma non sono nemmeno riuscita a comprenderla del tutto e leggere l’intera storia unicamente dal suo punto di vista mi è risultato per certi tratti fin troppo pesante.

La verità è un nobile Graal da cercare. Ma se vai alla sua ricerca, prima devi immaginare ciò che significherà trovarla. La verità non è né buona né cattiva. E’ al di sopra del male. Al di sopra della moralità. Non offre nient’altro che se stessa.

Mi trovo abbastanza in difficoltà nel descrivere questo libro perché da un lato mi è piaciuto, l’ho trovata una lettura decisamente interessante e anche appassionante. Una volta iniziato è difficile smettere di leggere, mi sono ritrovata a finirlo in pochi giorni quando invece mi aspettavo una di quelle letture impegnative che ci avrei messo settimane a terminare. Dall’altro lato però mi è sembrato, per tutta la lettura, che mancasse qualcosa, qualcosa che non mi ha fatto amare il libro come avrei voluto. 
Se siete alla ricerca di un libro appassionante, ben scritto, dall’atmosfera gotica, con una buone dose di mistero e colpi di scena, questo libro potrebbe fare al caso vostro. Non è la classica lettura estiva, ma si legge velocemente e cattura sin dalla prima pagina. Terrò sicuramente d'occhio l'autrice per nuove letture.

Book Blogging 101-HTML di base che ogni blogger dovrebbe conoscere



Buongiorno, lettori!Oggi ritorna la rubrica Book Blogging 101, e visto che è da un po' di tempo che non vi propongo qualcosa sulla grafica, oggi vi parlo di html, o meglio, dei codici base che ogni blogger dovrebbe conoscere, e che potranno tornare utili soprattutto a chi è nuovo nel mondo dei blog. Per quanto riguarda i post in realtà blogger fornisce già tutti gli strumenti per scrivere e personalizzare post facilmente, ma i gadget per esempio possono essere costruiti solo tramite codici html, quindi mi concentrerò su quelli fondamentali che io stessa uso giornalmente. 

Piccolo suggerimento: soprattutto nei primi tempi può essere difficile imparare anche solo le basi dell'html, e io spesso per evitare di perdere ore a ricercare codici, preparavo il mio gadget in una bozza di post, in modalità "scrivi", personalizzando il mio testo e inserendo anche immagini. Poi andavo in modalità html e copiavo tutto il testo, per poi incollarlo quando andavo a inserire il gadget. Adesso che conosco i codici scrivo direttamente in html quando vado a costruire i gadget, ma all'inizio utilizzare questa sorta di scorciatoia mi ha permesso di guadagnare moltissimo tempo  :)
Ed ecco qui i codici fondamentali!Mi dispiace non esser riuscita a disporli meglio, volevo fare qualcosa di carino ma alla fine non ho trovato il tempo xD In ogni caso, sono i codici che contano, spero li troverete utili e come sempre, per nuove idee e suggerimenti per post futuri, commentate e fatemi sapere :)

Titolo:
<h1>Titolo qui</h1>
Più importante è il titolo, minore deve essere il numero dopo h. Quindi nel caso vogliate far seguire al titolo principale anche un sottotitolo, questo lo scriverete con h2 e così via.

Titolo centrato:
<h1 style="text-align: center;">Titolo qui</h1>
Per spostare il testo a destra/sinistra, basta sostituire "center" con right/left.

Paragrafo:
<p>Qui il testo</p>

Spazio tra righe:
<br />

Linea che separa diverse parti del post:
<hr />

Regolare grandezza testo:
<span style="font-size: 12pz;">Qui il testo</span>

Colore testo:
<span style="color: #codice colore;">Qui il testo</span>

Cambiare font testo:
<span style="font-family:;">Qui il testo</span>

Link testuale:
<a href="link">Testo da visualizzare</a>

Link testuale che si apre in una nuova finestra:
<a href="link" target="_blank">Testo da visualizzare</a>

Immagine con grandezza definita:
<img title="title text" src="link immagine" alt="alt text" width="100" height="150" />

Immagine con link:
<a href="link"><img src="link immagine" alt="alt text" width="100" height="150" /></a>

Immagine con link che si apre in una nuova finestra:
<a href="link" target="_blank"><img title="title text" src="link immagine" alt="alt text" width="100" height="150" /></a>

Creare un contenitore di testo:
<textarea>Qui il testo</textarea>

Creare una blockquote (qui la guida per crearle e personalizzarle)
<blockquote>Qui il testo</blockquote>

Lista non ordinata:
<ul>

Recensione The Wrath & The Dawn Renee Ahdieh

Buongiorno, lettori!Sono rientrata dalle vacanze e spero di rimettermi presto in pari con tutto ciò che mi sono persa in questi giorni. Mi dispiace aver postato così poco ma la connessione  nella zona in cui sono stata era pessima e assente il più delle volte, e purtroppo anche qui a casa internet mi sta dando un po' di problemi, infatti penso che non riuscirò a rispondere a commenti/email almeno fino a domani.
Comunque, ho approfittato dell'assenza di internet per leggere e non vedo l'ora di parlarvi delle mie ultime letture!Oggi però vi propongo la recensione di The Wrath and the Dawn, libro letto a giugno che ho adorato!





The Wrath and the Dawn aveva tutte le premesse per diventare uno dei fantasy migliori dell'anno, e nonostante l'abbia letto con aspettative abbastanza alte, non mi ha affatto deluso. Il libro si ispira a "Le mille e una notte", che non ho letto ma che in generale conosco, e considerando il fatto che amo più o meno ogni tipo di retelling, The Wrath and the dawn non poteva proprio sfuggirmi.

Vivrò per vedere il tramonto di domani. Giuro che vivrò per vedere tutti i tramonti necessari. E ti ucciderò. Con le mie stesse mani.


Ambientato nel regno di Khorasan, il libro narra la storia di Shahrzad, una ragazza che si offre volontaria per diventare la sposa del giovane Caliph, Khalid. Il suo vero intento è tuttavia uccidere Khalid, così come lui ha mandato alla morte la migliore amica di Shahrzad e tante altre ragazze prima di lei, tutte spose che non hanno sopravvissuto nemmeno un giorno a corte. Ma Shahrzad invece viene, per qualche ragione, risparmiata da Khalid, la prima notte e anche le successive. A corte Shahrzad scopre che c'è molto di più dietro gli atti orribili che compie il Caliph di quanto pensasse, e realizza che in Khalid potrebbe non esserci il mostro che tutti si aspettano. Ma come farà a portare avanti la missione, come farà a uccidere il Caliph se inizia a provare qualcosa per lui?

Per amore, le persone considerano l'impensabile..e spesso raggiungono l'impossibile.

Inizialmente la trama sembra abbastanza banale e prevedibile, ma proseguendo la lettura si rivela molto complessa e affascinante. Ammetto che mi aspettassi più un libro fantasy e meno un libro romance, ma una volta compreso il vero centro della storia ho adorato il modo in cui si è sviluppata. La relazione che si instaura lentamente tra Shahrzad e Khalid-prima odio, poi intesa, e poi ancora qualcosa che somiglia all'amore-è estremamente realistica e credibile. Il loro amore non è qualcosa di dato ma è al contrario continuamente soggetto a evoluzione e cambia sino alla fine, tant'è che fino all'ultimo capitolo-e anche dopo-ci chiediamo come le cose andranno per i due. 

Ho sempre creduto che un uomo fosse ciò che fa, non ciò che gli altri dicono di lui.

Shahrzad è forse una delle eroine migliori di cui abbia letto negli ultimi tempi. E' furba, è intelligente, sa cosa vuole e come raggiungerlo. E' anche estremamente onesta, con gli altri e con se stessa, e capace di riconoscere sin da subito i suoi sentimenti per il Caliph, pur non abbattendo completamente quella parte di lei che vuole vendicare la sua amica. 
Altro aspetto del libro che ho apprezzato di più è l'ambientazione. Innanzitutto è completamente diversa da qualsiasi cosa abbia mai letto, così esotica e unica e lontana da ciò a cui siamo abituati nei romanzi fantasy. La scrittura dell'autrice, a dir poco meravigliosa, non ha fatto che valorizzarla e farmela amare ancora di più. 

Uniche note negative: avrei voluto vedere maggiormente esplorato il legame tra Shazi e la sua migliore amica, cosa ha reso la loro amicizia tanto forte da rendere Shazi pronta alla morte pur di vendicarla, e avrei anche voluto scoprire di più sull'aspetto fantasy della storia. Il fatto che l'autrice si sia concentrata quasi interamente sul romance non mi ha infastidito, ma mi sarebbe piaciuto sapere altro sulla magia di questo mondo. Inoltre non si è ben capito cosa abbia spinto Khalid a risparmiare Shazi quando lei era essenzialmente ancora una sconosciuta come tutte le altre. Senz'altro non è stata l'unica a tentare di far cambiare idea al Caliph, no?

Oltre a questi piccoli dettagli, ho adorato The Wrath and the Dawn e lo consiglio a tutti coloro che stanno cercando una lettura molto particolare e diversa dal solito. 


Difficoltà in lingua-medio-alta. Non consiglio questo libro a chi ha appena iniziato a leggere in lingua perché le descrizioni sono abbastanza dettagliate e in generale non è semplicissimo seguire la lettura. 

Per maggiori informazioni link a Goodreads & Amazon

Recensione Jackaby William Ritter





Jackaby è stato annunciato come il libro in cui “Doctor Who incontra Sherlock”. Ora non ho mai guardato Doctor Who (imperdonabile lo so, ho intenzione di rimediare), ma adoro Sherlock e un libro con queste premesse non poteva di certo essere ignorato. Non mi ero informata molto sulla trama (anche qui, cover e premessa mi hanno convinta a comprarlo), ma sono rimasta piacevolmente sorpresa. Non so quanto di Doctor Who ci sia in questo libro, ma adesso che l’ho letto lo descriverei davvero come uno “Sherlock dai tratti soprannaturali”. 

"Tutto il mondo è un palcoscenico, dicono, e sembra che io abbia l'unico posto con una visione dietro le quinte."

Jackaby è lo Sherlock della situazione, un investigatore privato estremamente intelligente, ma anche eccentrico e stravagante, dotato di una straordinaria sensibilità, che gli permette di vedere gli esseri soprannaturali che si nascondono in piena vista nel mondo. 
La storia (ambientata nel 1892) è tuttavia narrata da Abigail Rook, una giovane ragazza approdata in New England dopo essersi lasciata indietro l’Europa, e i suoi genitori, e che, alla ricerca di un lavoro e di avventura, arriva alla porta di Jackaby. Diventare l’assistente di un investigatore del supernaturale si rivela un’esperienza tutt’altro che facile, ma rappresenta anche l’avventura che Abigail ha sempre desiderato.

"Ho smesso di pensare a come le cose sembrano agli altri, Abigail Rook. Ti suggerisco di fare lo stesso. Secondo la mia esperienza, generalmente gli altri hanno torto."

Jackaby è una lettura veloce e appassionante, che non puoi fare a meno di adorare. Jackaby è chiaramente ispirato a Sherlock, ma per molti versi si distacca anche da quest’ultimo e ha alcuni tratti originali che me lo hanno fatto apprezzare ancora di più. 
Abigail è una ragazza semplice, ordinaria, ma sin da bambina ha voluto vivere le avventure che il padre le precludeva, e ciò l’ha spinta a viaggiare prima, e lavorare per Jackaby poi. Abigail è una protagonista credibile e molto “umana”, soprattutto se paragonata alle capacità fuori dal comune di Jackaby, ma è capace di superare i propri limiti e affrontare anche le situazioni peggiori con coraggio. 

Non c’è nessuna storia d’amore, e questa scelta è stata probabilmente uno degli aspetti che più ho apprezzato. Al centro della storia c’è il rapporto, non romantico, tra Jackaby e Abigail, e un interesse amoroso che coinvolgeva altri personaggi sarebbe stato inutile, soprattutto considerando la brevità della storia. Il mistero che viene introdotto all’inizio del libro era poi un tantino prevedibile, ma ancora una volta, non penso fosse quello il centro della trama.

Nel complesso Jackaby è decisamente una bella lettura, che cattura e affascina il lettore e che si legge in una giornata o poco più. Consigliatissima ai fan di Sherlock!

Difficoltà di lettura in lingua-medio-bassa. Forse le descrizioni possono rivelarsi un pochino complesse, c’è poi da considerare il fatto che il libro ha ambientazione storica e il linguaggio si adatta all’epoca.



Qui i link Goodreads & Amazon del libro per maggiori informazioni!

August To-Be-Read Pile



Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo dei libri che ho deciso di inserire nella TBR del prossimo mese!Come vi ho accennato nel post di qualche giorno fa, le prime due settimane di agosto sarò in vacanza, e ho intenzione di leggere il più possibile, ma è anche vero che al momento non ho un'idea precisa dei libri che mi piacerebbe iniziare, quindi ho deciso di fare per questa volta una TBR non troppo piena, con i soli titoli che sono sicura leggerò.

A luglio è stato pubblicato Go Set a Watchman di Harper Lee, il tanto atteso seguito di Il buio oltre la siepe. Ho letto quest'ultimo libro l'anno scorso e l'ho amato moltissimo, quindi appena ho saputo che stava per uscire un altro romanzo sono corsa ad ordinarlo. 
The Rest of Us Just Live Here è il nuovo libro di Patrick Ness che uscirà ad agosto, e visto che sono decisa a dare un'altra possibilità a quest'autore, penso continuerò proprio con questo titolo che mi ispira moltissimo.
Io Prima di te devo leggerlo da mesi, e non ho fatto altro che rimandare perché aspettavo il "momento giusto" per iniziarlo. Sarà questa la volta buona?
Vale più o meno lo stesso per il libro della Niffenegger, Un'inquietante simmetria, ho amato La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo ma ho paura che questo mi deluda, e probabilmente è per questo che non ho fatto che rimandarne la lettura.
L'oceano in fondo al sentiero è in realtà in lettura, dopo Coraline volevo assolutamente leggere qualcos'altro di Gaiman e ho pensato di continuare con questo che avevo già sul kindle. 
Infine, ho finalmente deciso di continuare Il cimitero dei libri dimenticati di Zafon con il secondo libro, Il gioco dell'angelo. L'ombra del vento è stata una delle letture migliori dell'anno scorso, quindi non vedo l'ora di iniziare il suo seguito!


E questo è tutto per oggi!Che ne pensate?Quali saranno le vostre letture di agosto?