Monthly Most Wanted-Uscite ottobre


Buongiorno, lettori!Sono sparita lo so, pensavo che l'inizio dell'università mi avrebbe tenuta impegnata, ma non mi aspettavo di certo di dover preparare già tre esami in poco più di un mese, quindi al momento sto studiando praticamente in ogni momento libero che riesco a trovare xD Aver programmato i post per le prossime settimane alla fine si è rivelata la cosa migliore che potessi fare, e spero di riuscire almeno nei fine settimana a tornare attiva!Comunque, oggi vi propongo il post con le uscite di ottobre, italiane e straniere. Ho deciso di pubblicarlo un po' prima del previsto perché a ottobre, tra BLP e altre cose, il blog sarà pienissimo di post, quindi ecco le prossime pubblicazioni da tenere d'occhio :)


1 ottobre-Qualcosa di molto speciale & Night School. Il segreto del silenzio-Sono troppo felice per l'uscita italiana di A little something different!Ho letto questo libro l'anno scorso, e se ricordate la mia recensione, l'avevo trovata una lettura carinissima. Si tratta della classica storia d'amore ragazzo-incontra-ragazza, ma la particolarità sta nel fatto che viene raccontata da più di 10 punti di vista diversi (esclusi i protagonisti) e anche se non è una lettura perfetta, vale la pena leggerla (soprattutto se amate il genere).
6 ottobre-Talon Julie Kagawa-Ho amato gli altri libri della Kagawa (The Immortal Rules e The Iron King), ma la trama di questo libro non mi aveva colpito particolarmente. Adesso che sta per uscire in Italia però, mi ispira sempre di più. Tra l'altro la Harlequin me ne ha anche mandato una copia, quindi lo leggerò sicuramente.
8 ottobre-Bellezza Crudele Rosamund Hodge & Il dominio del fuoco Sabaa Tahir--Ho letto Cruel Beauty l'anno scorso e mi è piaciuto moltissimo. È una delle rivisitazioni più belle e particolari che abbia mai letto, quindi non lasciatevela scappare!Vi rimando alla recensione per saperne di più!
Il dominio del fuoco è un altro libro che ho amato, e che vi consiglio moltissimo se amate il genere. Lo recensirò sicuramente prima della sua uscita, quindi tenete d'occhio il blog ;)

 

6 ottobre-Carry On Rainbow Rowell, A Madness so Discreet Mindy McGinnis & The Sword of Summer Rick Riordan
Non riesco ancora a credere che la Rowell abbia scritto davvero Carry On, e che manchi così poco alla sua uscita!Sarà una delle mie prime letture di ottobre, assolutamente.
Sempre il 6 ottobre uscirà A Madness So Discreet (la cover non è magnifica?), e la nuova serie di Rick Riordan, Magnus Chase (che mi incuriosisce moltissimo).
13 ottobre-Weird Girl and What's His Name & The Immortal Heights Sherry Thomas-Weird Girl and What's His Name mi ha conquistato già dal titolo, la cover poi è carinissima. The Immortal Heights è il terzo volume della serie The Burning Sky, e avendo amato i primi libri non vedo l'ora che esca!
20 ottobre-Signs Point to Yes Sandy Hall-Mentre in Italia esce il suo primo libro, in America viene pubblicato Signs Point to Yes. Mi piace il fatto che abbiano mantenuto lo stesso stile anche per questa cover, spero si riveli una storia adorabile quanto A Little Something Different (e anche migliore, chissà).
27 ottobre-These Shallow Graves Jennifer Donnelly-Altro libro inserito esclusivamente per la cover xD Non ho letto bene la trama, ma da quanto ho capito è un Young Adult ambientato agli inizi del '900, e questo è bastato per farmelo inserire in wishlist xD


E queste le uscite di ottobre!Che ne pensate?Quali titoli avete intenzione di leggere?

Creare e personalizzare un menu in blogger (tutorial)


Buongiorno, lettori!Da quanto tempo non vi propongo un tutorial di grafica?Quello sui menu di blogger è un post che mi avete richiesto in tanti, e oggi vi propongo un tutorial che spero possa essere utile anche ai più inesperti. Inserire un menu è semplice, ma personalizzarlo e renderlo un po' più particolare potrebbe rivelarsi difficile, soprattutto se non si conosce molto l'html. 
Il tutorial che vi propongo è il modo più facile e veloce per creare e personalizzare un menu (classico orizzontale), non è niente di elaborato o complesso, ma spero possa comunque tornarvi utile :)


C R E A R E   E   P E R S O N A L I Z Z A R E   U N   M EN U   B L O G G E R

Step 1-Create il menu. Vi basta aprire Picmonkey o qualsiasi altro editor e scrivere i nomi delle varie pagine che comporranno il menu. 
Dopo di che inserite le icone (nel mio caso, i fiorellini), o qualsiasi altra decorazione. Infine salvate.
Step 2-Ritagliate i vari link, ovvero, ritagliate quella parte di immagine che poi dovrà rimandare a una pagina precisa.
Salvate ogni rettangolino, ricordando di numerarli.
Step 3-Caricate le immagini ottenute su un servizio di hosting (io per il tutorial ho usato semplicemente blogger) e copiate i vari link ottenuti.
Step 4-Adesso andate in Layout-Nuovo Gadget/Gadget HTML
Step 5-Incollate questo codice e riempite con i link delle immagini e delle pagine: 
<div class="menu">
<a href="LINK PAGINA" imageanchor="1" style="margin-left: 1em; margin-right: 1em;"><img border="0" src="INDIRIZZO IMMAGINE" />
<a href="LINK PAGINA 2"><img  src="INDIRIZZO IMMAGINE 2"  /> </a><a href="LINK PAGINA 3"><img  src="INDIRIZZO PAGINA 3"  /> </a><a href="LINK PAGINA 4"><img  src="INDIRIZZO PAGINA 4"  /> </a></a></div>
Step 6-Posizionate il gadget sotto il logo. Salvate e nel caso il menu sia uscito troppo lungo modificatelo (o se il vostro header lo permette, allargate semplicemente la dimensione del blog).


Post precedenti della rubrica:
-Creare Slideshows




Weekly Recommendation #9 Quanto ti ho odiato Kody Keplinger


Buongiorno, lettori!Oggi è mercoledì, e ritorna dunque la rubrica Weekly Recommendation!Breve riepilogo della rubrica: a ogni appuntamento io e Giusy di Divoratori di libri sceglieremo un libro, letto da entrambe, e in base a quest'ultimo vi parleremo di un libro che abbiamo letto e che vi consigliamo, e un altro che non abbiamo ancora letto ma che è in wishlist! 


Il libro di oggi è Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger, ovvero The Duff. Ho letto il libro nel 2012, quindi non ricordo benissimo la storia, ma mi è piaciuto da morire (non ho nemmeno guardato il film per non rimanere delusa). 
Speechless di Hannah Harrington ha una trama molto diversa dal libro della Keplinger, ma i due romanzi hanno in comune delle protagoniste dalla forte personalità e che finiscono con l'accettare se stesse così come sono, nonostante i propri difetti fisici o errori passati. Se Bianca è la "duff" di turno, la protagonista di Speechless è una ragazza carina e popolare, ma che fa di tutto per essere accettata. Quando un errore le costa la sua intera vita sociale, Chelsea decide di fare un voto di silenzio e non parlare per il resto dell'anno scolastico, cosa che le farà maturare moltissimo, tanto che a fine libro troviamo una persona completamente diversa. 
Some Girls Are è l'unico libro che non ho letto della Summers, ma dalle recensioni sembra essere uno dei migliori. Anche qui abbiamo una ragazza popolare che cade in disgrazia e viene esclusa dal suo gruppo di amiche, ma che presto realizza che allontanarsi da loro potrebbe non essere la cosa peggiore del mondo


E questo è tutto per oggi!Che ne pensate?Avete letto The Duff?Conoscete i due libri di cui ho parlato?

Non dimenticate di passare sul blog di Giusy e leggere delle sue scelte ;)

Autumn Reads-5 Libri da leggere quest'autunno


Buongiorno, lettori!Oggi inizia ufficialmente l'autunno, quindi ho pensato di proporvi cinque libri che consiglio per questo periodo. Amo i post dedicati alle varie stagioni e amo anche scriverli, quindi credo che li trasformerò presto in una rubrica vera e propria!In ogni caso, i cinque titoli di cui vi parlo oggi sono tutte letture abbastanza dark o con comunque una buona dose di mistero e, bonus, li ho recensiti tutti, quindi se volete saperne di più sulla storia vi basterà cliccare sui titoli ;)

The Sin Eater's Daughter-Un semplice libro paranormal, all'apparenza, ma che si rivela essere molto di più e che conquista con un'ambientazione e una mitologia meravigliosi. L'intera storia della Sin Eater, il mondo oltre le mura del castello dove vive la protagonista e il mistero dell'origine dei poteri di quest'ultima sono gli elementi che mi hanno appassionato di più, e che non vedo l'ora di veder esplorati meglio nel seguito. Si, c'è un seguito, ma il primo volume è praticamente autoconclusivo!

Crimson Bound Rosamund Hodge-L'autunno mi è sempre sembrato il periodo perfetto per i retelling, e infatti mi sembra che anche l'anno scorso vi abbia consigliato una o due rivisitazioni per la stagione. Con Crimson Bound la Hodge riprende Cappuccetto Rosso (ma solo all'inizio), creando una storia dalle forti tinte dark (molto più forti che in Cruel Beauty) e dove la foresta, e il potere che ne scaturisce, fa da protagonista.

The Darkest Part of the forest Holly Black-Un po' tutti i libri della Black sono perfetti per l'autunno, a mio parere, ma questo titolo lo trovo particolarmente adatto. Anche qui parliamo di foresta, e anche qui c'è una mitologia molto interessante, tra fate, persone con strani poteri, ragazze guerriere e creature pericolose, e la Black ha combinato il tutto creando una lettura che non assomiglia a nessun libro abbia letto finora.

Jackaby William Ritter-Versione paranormal di Sherlock narrato dal punto di vista di una ragazza semplice ma avventurosa, il tutto ambientato in una grigia cittadina americana del diciannovesimo secolo. Quale lettura migliore per questa stagione?Avrei tanto voluto leggerlo in questo periodo invece che in estate, ma mi rifarò col seguito Beastly Bones.

The Haunting of Sunshine Girl Paige McKenzie-Fantasmi, possessioni e una protagonista decisa a salvare la sua famiglia. Non è il libro migliore del mondo, un po' mi ha anche deluso, ma è una lettura veloce e intrigante e, se non avete letto molto del genere young adult, potreste anche finire per adorarlo.

Consiglio extra: all'ultimo minuto aggiungo alla lista anche Slasher Girls and Monster Boys, una raccolta di racconti tra il fantasy e l'horror che ho appena terminato, e che mi è piaciuta moltissimo (e che recensirò presto). Ci sono storie molto ma molto inquietanti, e altre che sono più urban fantasy, ma nel complesso si tratta di un'ottima lettura per questo periodo!

Recensione Crimson Bound Rosamund Hodge

Buongiorno, lettori!Scusatemi per l'assenza di questi giorni, in settimana sono iniziate le lezioni e sono abbastanza impegnative, in più tra treno e autobus torno a casa molto tardi, e ormai non tocco il pc da circa quattro giorni (sto scrivendo dal cellulare perfino quest'introduzione xD). Fortunatamente ho programmato tutti i post delle prossime settimane, quindi vi avviso già da ora che continuerò a pubblicare almeno tre volte a settimana :) Oggi vi parlo di Crimson Bound della Hodge, la stessa autrice di Cruel Beauty (Bellezza Crudele) che uscirà ad ottobre in Italia :)




Una ragazza, poco più che bambina, si inoltra nella foresta pensando di poter fuggire al mostro. Ma il mostro la trova, e la costringe a diventare un mostro a sua volta. Uccidi qualcuno in 24 ore e diventa come me, o muori. E Rachelle si ritrova ad uccidere, pur di sopravvivere. Tre anni dopo, lavora al servizio del reame come guerriera insieme agli altri bloodbound-creature, non più umane, costrette a scegliere tra l’omicidio e la morte-ma il richiamo della foresta, e del mostro che vive in essa, è più forte che mai. Rachelle negli anni ha conservato parte della sua umanità, ed è decisa a sconfiggere la foresta. Ma come uccidere qualcosa che è ormai diventato parte di lei?

L’anno scorso ho letto Cruel Beauty, retelling di La Bella e la Bestia, (che tra l’altro uscirà presto anche qui) e me ne sono completamente innamorata. La Hodge era riuscita a creare una storia complessa e intrigante, che finiva con l’avere molto poco in comune con la fiaba a cui si era ispirata, ma che non poteva fare a meno di conquistare. Una trama ricca e complessa, personaggi ben costruiti, mitologia unica e interessante, un finale soddisfacente che non dava spazio a possibili seguiti. Non sapevo bene cosa aspettarmi da Crimson Buond, ma per qualche strana ragione avevo la sensazione che non si sarebbe rivelato all’altezza di Cruel Beauty. E invece mi sbagliavo, perché con questo libro la Hodge ha dimostrato di avere un talento a dir poco unico per i retelling. 


Annunciata come rivisitazione di Cappuccetto Rosso, Crimson Bound è una storia di sacrificio, amore e redenzione che si distacca di tanto dalla fiaba da cui prende ispirazione. La trama è molto complessa, piena di colpi di scena e svolte inaspettate, e la mitologia che fa da sfondo alle vicende è unica e mai vista prima. L’ambientazione richiama la Francia medievale, e le descrizioni sono estremamente ricche e dettagliate, non è difficile immaginare quanto la Hodge abbia ricercato per rendere questo mondo il più realistico e credibile possibile.
I personaggi sono un altro elemento che ho particolarmente apprezzato. Non c’è un personaggio in tutta la narrazione che non sia ricco di sfumature e dimensioni, protagonista in primis. Rachelle odia ciò che è diventata, è divorata dai sensi di colpa per aver ucciso, ma ormai ha fatto la sua scelta, ha deciso di vivere ed è decisa a utilizzare la sua nuova natura per aiutare gli altri, è decisa sacrificarsi pur di fare la cosa giusta.

Crimson Bound è una lettura appassionante, complessa, interessante e originale. La consiglio a chi ha amato A Court of Thorns and Roses, The Sin Eater’s Daughter e ovviamente Cruel Beauty


Difficoltà lettura in lingua-Media-Non semplicissimo, perché ambientato in un mondo alternativo sulla linea di Il trono di ghiaccio e The Sin Eater’s Daughter, ma fattibile per chi ha un minimo di esperienza.

Blogger Love Project 2015!Introduzione iniziativa



Buongiorno, lettori!Oggi vi presento ufficialmente l'edizione 2015 del Blogger Love Project!Anche quest'anno ci saranno diverse novità e cambiamenti, ma prima introduciamo l'iniziativa a chi non la conosce: il Blogger Love Project ha come scopo quello di ccondividere il nostro amore per la blogosfera, per i nostri blog e per quelli che seguiamo giornalmente!Concretamente, questo obiettivo si traduce nel partecipare più attivamente del solito nella community, nel commentare gli altri blog, impegnarsi di più in quella recensione o in quel post, prendersi del tempo per sistemare la grafica e così via. 
Ed ora passiamo alle novità di quest'edizione!Quest'anno Mel di The Bookshelf non ha potuto partecipare all'organizzazione dell'iniziativa insieme a me e Veronica, ma l'adorabile Denise di Reading is Believing è corsa in nostro aiuto e si è unita al team!Colgo l'occasione anche per ringraziare tutte le blogger che hanno dato una mano con l'ideazione delle nuove challenge e ci hanno consigliato riguardo la direzione da seguire per quest'edizione. 
Altra novità riguarda la durata dell'iniziativa: per quest'anno abbiamo deciso di concentrare tutto in dieci giorni. Le attività non sono molte rispetto agli anni passati, ma adoriamo ogni singola challenge e spero sarà lo stesso anche per voi!

È un'iniziativa dalla durata di 10 giorni che ha lo scopo di condividere il nostro amore per i nostri blog e i blog che seguiamo!L'obiettivo principale dell'iniziativa è dunque dedicare più tempo alla comunità della blogosfera! Ogni giorno ci saranno divertenti mini-challenges a cui sia lettori che blogger potranno partecipare, e alla fine dell'iniziativa ci sarà un giveaway ad estrazione tra tutti i partecipanti al Blogger Love Project! L'iniziativa non si terrà interamente su blogger, potrete infatti seguirla sia dalla pagina facebook (cliccami), sia dal profilo twitter (cliccami), sia dal gruppo Facebook (cliccati)

Chiunque, sia blogger che lettori.
-Se siete blogger, potrete usare questi 15 giorni per migliorare il vostro blog e per fare tutte quelle cose a cui normalmente non avete tempo di dedicarvi, che si tratti di cambiare grafica, scrivere delle recensioni in arretrato, sistemare il layout o semplicemente rispondere a dei commenti!
-Se siete lettori, potrete sfruttare quest'iniziativa per visitare il più possibile i blog che seguite, dedicare un po' più di tempo ai vostri preferiti e scoprirne anche di nuovi, partecipando alle mini-challenges giornaliere e commentando i post sull'iniziativa dei blog partecipanti!


-Come ho anticipato prima, ogni giorno sono in programma diverse mini-challenges, idee e iniziative, a cui potranno partecipare sia i blogger (creando un post sul proprio blog), sia i lettori (commentando i post dell'iniziativa)!Ovviamentepartecipando a più mini-challenges avrete più possibilità di vincere il giveaway finale, ma la partecipazione a tutte non è assolutamente obbligatoria, potete farne una cosi come potete farle tutte ;)
-Ogni giorno sarà organizzato da un blog diverso, si partirà domenica 11 ottobre qui su Sweety Readers, dopo di che io, Denise e Veronica ci alterneremo con le varie tappe e l'iniziativa terminerà mercoledì 21 ottobre su She Was in Wonderland con l'Event-Wrap Up e il giveaway!

PROGRAMMA COMPLETO INIZIATIVA

Come nelle edizioni passate, anche quest'anno abbiamo organizzato e scritto il programma del BLP su google docs: qui il link al documento!

Come sempre non è necessario iscriversi, ma per rimanere aggiornati con i vari appuntamenti e tappe lasciate le vostre email nel form :)


Recensione Un'inquietante simmetria Audrey Niffenegger


The Time Traveler’s Wife è stato una delle migliori letture dell’anno scorso e probabilmente uno dei miei libri preferiti di sempre. Dopo averlo finito, ho deciso che prima o poi avrei letto tutto della Niffenegger. Poi ho scoperto che in realtà non aveva scritto molto, se non qualche racconto e Un’inquietante simmetria, il suo libro meno conosciuto e non molto amato che ha ricevuto recensioni negative sin dalla sua uscita. Delusione assicurata?Un po’ si e un po’ no. Non mi aspettavo mi piacesse, e seguendo i consigli di chi l’ha già letto, ho cercato di iniziarlo con una mente aperta.  Sorprendentemente, i primi capitoli promettevano bene. Poi la storia è precipitata, e né la meravigliosa scrittura della Niffenegger, né l’ambientazione particolarissima e interessante, sono riusciti a salvarla.

La trama si incentra su due gemelle, Julia e Valentina. Profondamente legate, quasi in modo morboso, fanno qualsiasi cosa insieme e non riescono a vivere lontane. Quando, dall’Inghilterra, arriva la notizia della morte della zia Elspeth, anch’essa gemella della madre di Julia e Valentina, per le due sorelle cambia tutto. Elspeth ha lasciato loro ogni cosa, appartamento al centro di Londra compreso. Ma prima di venderlo, le gemelle dovranno vivere un anno lì, senza i genitori. 
A Londra scopriranno che Elspeth non se ne è andata ancora del tutto. Il suo fantasma si aggira per la casa, incapace di lasciare l’appartamento. Al piano di sotto, il suo compagno soffre terribilmente per la sua morte. Al piano di sopra, un uomo di mezza età combatte contro un disturbo che ha costretto perfino sua moglie a lasciarlo. Le vite di questi personaggi si intrecciano con quella delle gemelle, tanto da cambiare radicalmente tutto ciò in cui queste hanno sempre creduto.


Potremmo dire che il filo conduttore del libro è l’egoismo, un egoismo che caratterizza, chi più chi meno, ogni personaggio e che li conduce a compiere azioni estreme, disperate, crudeli. Ma il problema principale del libro non sono i personaggi, difficili da comprendere e da apprezzare, ma l’illogicità che regola gli avvenimenti e le scene troppo irrealistiche, troppo innaturali per risultare credibili, anche in un contesto paranormal.

Per la prima metà del libro era disposta ad accettare l’assurdità e la stranezza delle varie situazioni, ma nei capitoli successivi la storia è caduta nel ridicolo, e anche se il colpo di scena nelle ultime pagine mi ha sorpreso e per certi versi mi è anche piaciuto, il modo in cui ci si è arrivati mi ha impedito di apprezzare il libro come avrei voluto. 
Ci sono poi tante altre cose che non mi hanno convinto: l’attrazione improvvisa tra Valentina e Robert, il compagno di Elspeth; la decisione assurda che Valentina compie per vivere libera dalla sorella; i personaggi che finiscono per assecondarla, e ancora, le reazioni innaturali dei genitori delle gemelle a ciò che accade. 


Qualche elemento positivo però c’è, partendo dalla scrittura della Niffenegger. Penso sia stato grazie al suo stile che ho finito il libro in pochi giorni, grazie al suo stile che ho continuato a voltare pagina anche nei momenti più lenti e noiosi (e ce ne sono parecchi). A differenza dell’altro suo libro, in Un’Inquietante simmetria la scrittura dell’autrice è molto più cupa, pur rimanendo sempre elegante e dettagliata, e dà un’aria tormentata e a tratti inquietante all’intera storia. Altro aspetto del libro che mi è piaciuto moltissimo è stata l’ambientazione. L’autrice ha lavorato personalmente all’Highgate Cemetery per usarlo poi come ambientazione, e l’impegno che ha messo nella sua ricerca si nota in ogni descrizione, sempre ricca e dettagliata, che troviamo nel libro.

Penso che, per apprezzare questo libro, si deve semplicemente abbandonare ogni logica e seguire le premesse che la Niffenegger pone all’inizio. Per me tuttavia accettare alcune scelte dell’autrice si è rivelato più difficile di quanto mi aspettassi, e anche se non l’ho completamente odiato, Un’inquietante simmetria non è nemmeno riuscito a convincermi del tutto. 


Difficoltà di lettura in lingua-alta. Lo stile della Niffenegger è molto particolare, e in più il libro è abbastanza lungo (500 pagine circa), quindi non lo consiglio per le prime letture.

Book Blogging 101-5 cose che avrei voluto sapere prima di aprire un blog


Buongiorno, lettori!Oggi vi propongo un nuovo appuntamento con Book Blogging 101, con le cinque cose che avrei voluto sapere prima di creare il blog. Non si tratta tanto di una lista di consigli quanto una riflessione generale sul percorso che ogni blogger compie, l'idea mi è venuta qualche settimana fa guardando un video simile su youtube e ho pensato che sarebbe stato carino farlo anche per la rubrica. 

5   C O S E   C H E   A V R E I   V O L U T O   S A P E R E   P R I M A   D I   A P R I R E   U N   B L O G

Gestire un blog ti porta via tanto tempo-Da blogger, ci sono cosi tante cose da fare giornalmente che molto spesso non so nemmeno da dove iniziare: sistemare la grafica, aggiornare i layout, scrivere i post, rispondere ai commenti, commentare sugli altri blog, condividere i post…e la lista potrebbe continuare all’infinito. Non sto dicendo che passo giorno e notte su blogger, ma dedico al blog almeno un’ora al giorno, più tutto il tempo libero che riesco a ricavare nei fine settimana. 

Non è facile-Gestire un blog richiede impegno e costanza, ed è qualcosa che all’inizio tenevo presente ma in modo molto vago. Ok, ma quanto impegno potrà richiedere un blog?Devo solo parlare di libri no?Quanto potrà mai essere difficile scrivere una recensione?Risposta: tanto. Ho passato ore sulle mie prime recensioni perché non mi sembravano mai abbastanza chiare e complete. E anche quando le pubblicavo erano lontane dall’essere perfette. Col tempo i miei post sono migliorati, e non trovo più difficoltà a scriverli, ma richiedono ancora tempo, e tanta tanta organizzazione. Da lettrice, ero solita disprezzare quei blog che non postavano per parecchio tempo, o che pubblicavano solo di tanto in tanto. E invece rimandare i post, farsi prendere dalla vita personale, non entrare in blogger per uno due tre giorni, una settimana, un mese, è qualcosa che accade molto più facilmente di quanto si pensi.

I vecchi post diventeranno imbarazzanti-Le mie prime recensioni erano molto..sarcastiche. O meglio, cercavo di fare l’ironica ma il risultato finale era, beh, diciamo che non era ottimale. Fortunatamente ho superato quella fase abbastanza velocemente, ma guardando indietro direi che sono riuscita a scrivere post decenti, post che scriverei anche adesso, solo da metà 2013 in poi. Non ho il coraggio di cancellare i primi post perché sono pur sempre i primi post e ci sono affezionata (e poi in un certo senso sono anche orgogliosa di come sia cambiato il blog dal 2012), ma da lettrice non penso vorrei leggerli xD

Gli errori sono inevitabili-Ho sbagliato così tante cose nei primi tempi. Non rispondere ai commenti, prendere immagini senza citare, commentare facendo spam, non visitare altri blog…non sono cose di cui vado orgogliosa, ma ero inesperta, sapevo poco e niente sulla blogosfera e procedevo a tentoni, cercando di capire cosa fare. Commettere errori all’inizio è normale, scommetto che ogni blogger vecchio un anno o due ha commesso almeno un passo falso durante il suo percorso, ma dagli errori si impara e si cresce no? 

Ci sono giorni in cui non vorrai occuparti del blog-Il mio primo anno da blogger è passato molto velocemente, e il fatto che avessi tanto tempo libero e tante idee mi ha tenuta sempre attiva nella blogosfera. Dal secondo anno in poi le cose sono cambiate, e ci sono stati diversi momenti in cui la mia voglia di mettermi al computer e scrivere  era pari a zero. Periodi del genere accadono, e non c’è nessun metodo perfetto per superarli. Io solitamente cerco di trovare ispirazione leggendo altri blog, o al limite mi armo di una pila di romanzi e mi metto a leggere finché non trovo di nuovo la voglia di parlare di libri. 


E questo è tutto per oggi!Come sempre vi lascio i link agli appuntamenti precedenti della rubrica :) Per quanto riguarda i prossimi post invece, avevo pensato di dedicare un altro appuntamento alla lettura in lingua. Volete che parli di qualcosa nello specifico?Per ora ho pensato a siti dove comprare libri in lingua, una lista dettagliata di libri semplici da leggere divisa magari per genere, e consigli generali sulla primissima lettura. Sono argomenti che avevo già affrontato nell'altro post, ma qui ne parlerei in modo molto più approfondito. Che ne pensate?


Post precedenti della rubrica:
-Creare Slideshows

Weekly Recommendation #7 Il mio splendido migliore amico A.G. Howard


Buongiorno, lettori!Oggi ritorna finalmente la rubrica Weekly Recommendation, creata da me e Giusy di Divoratori di libri!So che non pubblichiamo la rubrica da mesi, ma siamo state entrambe impegnate così abbiamo deciso di sospenderla per un po'. Da questo mese tuttavia continueremo a postarla con regolarità!In cosa consiste la rubrica?In pratica io e Giusy sceglieremo a ogni appuntamento un libro, letto da entrambe, e in base a quest'ultimo vi parleremo di un libro che abbiamo letto e che vi consigliamo, e un altro che non abbiamo ancora letto ma che è in wishlist! 

Oggi vi proponiamo Splintered di A.G. Howard, rivisitazione di Alice in Wonderland e primo volume di una trilogia. Ho amato l'intera serie, ma mi sono trovata un po' in difficoltà nell'associare altri due libri a Splintered, forse perché è così diverso dalle solite rivisitazioni, quindi alla fine ho scelto altri due retelling:

Broken di A.E. Rought è una rivisitazione di Frankenstein. L'ho scelta perché ha un'atmosfera molto gotica che mi ricorda tanto l'ambientazione di Splintered e dei suoi seguiti. Ho letto il libro qualche anno fa ma l'ho trovato davvero ben fatto, lo stile dell'autrice è stupendo e anche la storia in sé mi ha appassionato parecchio.
The Madman's Daughter è invece un retelling di L'Isola del Dottor Moreau, e anche se non ho letto quest'ultimo (ma ho decisamente in programma di farlo), l'intera serie mi ispira moltissimo e sono sicura che prima o poi la inizierò!


E questo è tutto per oggi!Che ne pensate?Avete letto Splintered?Conoscete i due libri di cui ho parlato?
Non dimenticate di passare sul blog di Giusy e leggere delle sue scelte ;)


Recensione The Rest of Us Just Live Here Patrick Ness

Buona domenica, lettori!Scusatemi per l'assenza degli ultimi giorni, mi sono trasferita a Imola venerdì e mi sto ancora sistemando per bene. Come vi avevo anticipato ho preparato già tutti i post di settembre, ma non so quanto riuscirò a essere presente nei prossimi giorni nella blogosfera. Intanto, oggi vi lascio la recensione del bellissimo The rest of us just live here di Patrick Ness :)


“Sei sicura che non verremo uccisi in qualche rituale?Sai com’è…la sera del ballo. Gruppo di adolescenti. Casetta remota..”
“Non è quella la storia che ci accadrà,” gli risponde Mel. “Non siamo il tipo di persone a cui capita quella storia.”

Non tutti possono essere i prescelti, non tutti possono diventare eroi e salvare il mondo. Quindi cos’è che succede nella vita di tutte le altre persone che restano sullo sfondo?
The Rest of Us Just Live Here parte da questa premessa, e posso affermare con sicurezza che è una delle idee migliori che abbia incontrato negli ultimi anni. Ness decide di concentrare la storia su tutte quelle persone normali, quelle che non vengono coinvolte nelle battaglie tra vampiri, quelle che non diventano eroi o sopravvissuti. I protagonisti di questo libro sono ragazzi comuni, alle prese con problemi si quotidiani, ma non meno importanti. Ragazzi che non cercano di migliorare il mondo, di sconfiggere il male, ma che vogliono semplicemente andare avanti con la loro vita ed essere felici.
Ho letteralmente divorato questo libro, e sinceramente avrei voluto non finisse mai. La cosa migliore?E’ stato così facile entrare in empatia con i personaggi, forse perché le loro vite sono così vicine a quelle che noi lettori sperimentiamo ogni giorno, e dico questo aldilà di tutta la parte soprannaturale. Molto spesso anche nei libri contemporanei ci sono situazioni così irreali o semplicemente lontane dalla vita vera, e invece ogni scena di questo libro era tangibile e ogni personaggio così umano.

Ogni capitolo inizia con un breve paragrafetto in cui viene descritto brevemente cosa stanno affrontando gli indie kids, che è in realtà solo un altro nome per descrivere le persone che sono solitamente coinvolte in vicende soprannaturali. Diciamo che queste sezioni sono una sorta di parodia dei comuni young adult che si trovano, da Twilight in poi, in libreria, e io le ho semplicemente adorate.

Dopo questi paragrafi abbiamo i capitoli veri e propri, che seguono la vita di un gruppo di ragazzi ordinari in procinto di diplomarsi e partire per il college. Abbiamo Mike, narratore della storia, un ragazzo sveglio e sensibile ma terribilmente insicuro, che combatte ogni giorno contro attacchi di ansia; sua sorella Mel, che invece ha sconfitto l’anoressia; e poi c'è il suo migliore amico gay, l’amica di cui è innamorato, il nuovo ragazzo del gruppo. Tutti questi personaggi sono legati da un profondo legame di amicizia, un legame che si poteva letteralmente sentire in ogni pagina. Nessuno di loro è speciale, nessuno di loro ha passioni o abilità particolari, ma nel loro piccolo?Sono decisamente straordinari.
The Rest of Us Just Live Here è così diverso dagli altri libri di Patrick Ness, ma finora è sicuramente il mio preferito. Ho amato la premessa, a dir poco geniale, la scrittura stupenda, i personaggi, i dialoghi, i misteri, il modo in cui è divertente e profondo al tempo stesso. Ci sono delle tematiche abbastanza intense, dalle malattie mentali ai disordini alimentari, ma Ness le ha sapute affrontare nel migliore dei modi.

Non tutti devono essere i Prescelti. La maggior parte delle persone vivono la loro vita al meglio, facendo cose che amano, coltivando le loro amicizie, cercando di migliorare le loro vite, di amare le persone in modo adeguato. Il tutto sapendo sempre che il mondo non ha senso ma cercando un modo di essere felici in ogni caso.

Vita ordinaria, vita straordinaria..che differenza fa?Anche se non sei un eroe, anche se non salverai il mondo, sei speciale a modo tuo. Penso sia questo il messaggio che Ness voleva trasmettere, e non avrebbe potuto riuscirci meglio.


Difficoltà lettura in lingua-bassa-Non la consiglio come prima lettura, ma è decisamente fattibile anche per chi non ha molta esperienza.

Summer Favourites-Letture preferite dell'estate


Buongiorno, lettori!L'estate è ormai praticamente finita, e ho pensato di proporvi una mini lista di quelle che sono state le mie letture preferite degli ultimi tre mesi. Quest'estate sono stata particolarmente fortunata con le letture, ho amato più o meno tutti i libri letti, con una o due eccezioni, ma cinque titoli mi hanno colpito particolarmente, e visto che tra questi ne ho finora recensito solo uno, ve ne parlo meglio oggi!

1.The Rest of Us just live here-Aspettavo un libro come questo da secoli, e me ne sono accorta solo dopo averlo iniziato. Finalmente una storia che non si concentra sugli "eroi", sui "prescelti", su coloro che salvano il mondo e combattono contro il male. I protagonisti di questo libro sono ragazzi normalissimi, quelle che solitamente rimangono sullo sfondo delle vicende e che hanno a che fare con problemi quotidiani, e che non per questo sono meno speciali. Avrei tantissimo da dire su questo libro (e preparatevi, scriverò una recensione lunghissima), ma in breve vi basta sapere che è una lettura che non volete assolutamente perdervi.


2.Crimson Bound-Che la Hodge sapesse scrivere storie stupende già l'aveva provato con Cruel Beauty, ma Crimson Bound mi ha colpito molto di più del libro precedente. La trama è ancora più complessa e coinvolge molti personaggi, l'aspetto fantasy/mitologico viene portato avanti meravigliosamente e nonostante sia un retelling di Cappuccetto Rosso si sviluppa in modo quasi completamente indipendente dall'originale.

3.Shotgun Lovesongs era uno di quei titoli di cui si è parlato incessantemente per tutto il 2014 e che mi hanno consigliato praticamente tutti. Ci ho messo un po' per decidermi finalmente a leggerlo perché, dopo tanti pareri positivi, avevo paura di una delusione, mai arrivata. Quella che Butler racconta è una storia semplice, ma che non può fare a meno di colpirti nel profondo. 

4.A Court of thorns and roses-Ve ne ho parlato già tanto, ma come non potevo includere ACOTAR ai preferiti dell'estate?E' stato in realtà uno dei primi libri letti a giugno, e la stagione non sarebbe potuta iniziare con una lettura migliore. Vi rimando alla recensione per un commento approfondito, ma se leggete in lingua e amate i retelling ACOTAR è davvero una must-read.

5.Io prima di te-Ed ecco uno dei preferiti dell'anno. Io prima di te, Shotgun Lovesongs e The rest of just live here li rivedrete probabilmente nella top ten delle letture del 2015. Si, li ho amati così tanto da averli già decretati migliori dell'anno. Ero sicura che il libro della Moyes mi sarebbe piaciuto, ma non mi aspettavo di certo una storia così, straziante e bellissima allo stesso tempo.


E questi i miei preferiti dell'estate?Cosa avete letto in questi mesi?Quali sono le vostre letture preferite?

September To-Be-Read Pile


Settembre è ormai iniziato, e come ogni mese anche oggi vi propongo la mia lista di titoli che vorrei riuscire a leggere nelle prossime quattro settimane. Quella di settembre è una TBR più piccola del solito, perché sinceramente non so quanto riuscirò a leggere (anche se, prendendo il treno per arrivare all'università, conto di dedicarmi ai libri per almeno un'oretta al giorno), e non volevo caricarmi di titoli che nemmeno mi ispirano tanto.

Queen of Shadows Sarah J.Maas-Lettura d'obbligo per questo mese, dire che sto amando la serie di Il trono di ghiaccio è anche poco, Heir of Fire è stato magnifico e sono sicura che il seguito non mi deluderà.
Il trono di spade George R.R. Martin-Ho amato il primo volume di Il trono di spade (o i primi due, se seguiamo la pubblicazione italiana) e considerando che avevo già il secondo in libreria, ho deciso di continuare subito la serie. Sinceramente non pensavo che i libri mi appassionassero così tanto (la serie tv mi sta piacendo ma non quanto speravo, anche se c'è da dire che sono solo alla seconda stagione), e invece sto adorando la storia e sono curiosissima di continuare.
Fahrenheit 451 Ray Bradbury-Voglio leggere questo libro praticamente da sempre, e visto che negli ultimi mesi mi sto impegnando a iniziare tutti quei romanzi di cui ho sempre rimandato la lettura, per settembre voglio provare con Fahrenheit.
Beastly Bones William Ritter-Ho adorato Jackaby, e ovviamente voglio assolutamente leggere il suo seguito, che uscirà questo mese. 
Slasher Girls & Monster Boys-Una raccolta, uscita ad agosto, di racconti di diversi autori, molti dei quali sono alcuni dei miei preferiti, e curata dalla Tuckholke, l'autrice della serie Between the devil and the deep blue sea. In Italia il libro non ha avuto molto successo, ma a me è piaciuto moltissimo e non vedo l'ora di leggere questa serie di novelle!


Questa la mia TBR del mese?Che ne pensate?Avete letto qualcuno di questi titoli?Cosa avete in programma di leggere a settembre?