Monthly Most Wanted-Febbraio




Buona domenica, lettori!Il post di oggi è dedicato alle nuove uscite di febbraio, italiane e straniere. Per quanto riguarda i post di recap/tbr, visto che questo mese ho letto davvero poco e niente non penso di postarli, al contrario pubblicherò un altro weekly recap settimana prossima per aggiornarvi sulle mie letture ^^ 


4 febbraio-La moglie del califfo Renee Ahdieh & Tutta la verità su Alice-Ho letto The wrath and the dawn in lingua a giugno (recensione qui) e l'ho adorato. Sono felice che arrivi in Italia ma non altrettanto felice per  il titolo orribile xD
Tutta la verità su Alice l'avevo adocchiato da un po', ma nonostante fosse in wishlist ne ho sempre rimandato la lettura. Forse con l'uscita italiana mi deciderò finalmente a leggerlo.

11 febbraio-Al centro dell'universo Morgan Matson-Altro libro che ho letto l'anno scorso e ho apprezzato moltissimo. Il titolo originale è Since you've been gone (qui la mia recensione) e la trama si incentra sul rapporto tra due amiche e cosa succede quando una di queste scompare improvvisamente.

12 febbraio-Vertigine di Sophie Jomain-Negli ultimi giorni ho sentito parlare tanto di questo libro, ma ammetto che non mi ispira affatto. Mi sembra semplicemente un'altra versione della stessa storia proposta e riproposta, quindi non sono affatto sicura di leggerlo. 

16 febbraio-La notte che ho dipinto il cielo Estelle Laure-Altro titolo molto chiacchierato, ma che non ho ancora deciso se leggere o meno. Da un lato mi ispira e ho letto tantissime recensioni positive su Goodreads, dall'altro mi sembra simile a tanti altri titoli young adults che ho già letto.

18 febbraio-#amorenoncorrisposto Sarah Ockler-Ho sempre sentito parlare bene della Ockler e ho da secoli in wishlist alcuni suoi titoli (come Bittersweet). Questo libro in particolare non lo conoscevo, ma mi piacerebbe leggerlo.

23 febbraio-L'invenzione dei desideri Sharon Cameron-Sequel di La fabbrica delle meraviglie, che tra l'altro non ho ancora letto. Quando il primo volume è uscito in Italia mi sono imbattuta in pareri abbastanza contrastanti, e nonostante inizialmente mi ispirasse, l'ho poi accantonato preferendo leggere altro. 


2 febbraio-Stars Above Marissa Meyer-9 racconti tutti ambientati nel mondo di Cinder. Devo ancora leggere Winter (quarto volume della serie), ma prenderò questa raccolta il prima possibile!

9 febbraio-These Vicious Masks-Un romanzo ambientato nella Londra Vittoriana, descritto come un incrocio tra i libri di Jane Austen e X-Men. Dritto nella mia wishlist!

16 febbraio-Riders Veronica Rossi-Riders è il nuovo libro di Veronica Rossi, autrice della trilogia Under the never sky. Ho apprezzato molto la sua serie distopica (non la mia preferita, ma sicuramente fatta bene) e sono davvero curiosa di vedere come svilupperà l'idea che sta alla base di Riders: un ragazzo destinato a diventare uno dei quattro cavalieri dell'Apocalisse. 

23 febbraio-After the Woods & A Gathering of Shadows-Questo è un titolo di cui vi avevo già parlato nella lista dei "Libri più attesi del 2016", e non poteva assolutamente mancare in questo post. Oltre a A gathering of shadows (sequel di A darker shade of Magic!), è il titolo che sicuramente leggerò a febbraio (o almeno, che proverò a leggere). È un mistery/thriller che mi ricorda molto Another Little Piece, tuttavia non penso abbia nessuna svolta paranormal. 



Confessioni di una Book Blogger-Parte Due


Buongiorno, lettori!Un po' di tempo fa postai un post dedicato alle confessioni da book blogger (ispirato a una top ten tuesday mi sembra), e oggi ho pensato di riproporvelo con altre 10 piccole "confessioni" ^^
P.S. per chi se lo fosse perso qui il primo post di due anni fa :)

C O N F E S S I O N I    D I    U N A   B O O K    B L O G G E R

1.Trovo difficile recensire libri che non mi hanno lasciato nulla di particolare, sia in senso positivo che in senso negativo. Sto parlando dei classici libri che valuto dalle 2,5 alle 3,5 stelline. In questi casi mi sembra sempre di non avere niente da dire e ho notato anche che tendo a ripetermi parecchio da recensione a recensione. 

2.A volte ho l'impressione che le mie recensioni siano tutte uguali (da collegarsi al punto precedente). Mi capita spesso di usare più o meno le stesse parole per descrivere i libri, e dopo quattro anni di recensioni, ci sono delle volte in cui temo di ripetermi troppo, o di dilungarmi su certe cose in modo eccessivo. In generale, sono leggermente ossessionata dall'idea che le mie recensioni siano noiose, ed probabilmente è anche per questo che negli ultimi tempi si sono quasi dimezzate come lunghezza xD

3.Giudico gli altri blog anche dalla loro grafica. Ovviamente, una grafica non particolarmente accattivante non fa si che abbandoni il dato blog e non lo segua più. Tuttavia, grafiche confusionarie, che non mi permettono di trovare ciò che cerco, immagini che si sovrappongono, testi scuri ecc. non mi rendono esattamente entusiasta all'idea di tornarci.

4.Odio il fatto che le persone (fuori dalla blogosfera) diano per scontato che abbia creato un blog per guadagnare, o semplicemente per ricevere libri gratis... Noi book blogger siamo probabilmente l'unico "tipo" di persone online che non guadagnano nulla, o quasi nulla, coi i propri siti (e con questo sto escludendo tutti i blogger che guadagnano con altre attività di supporto-come il web design), e che si impegnano tanto quanto lifestyle/beauty/ecc. blogger.
Tutto ciò che facciamo per i nostri blog lo facciamo per passione e questa è una delle cose che amo di più della community. 

5...E che pensino sia qualcosa di semplice e naturale. Gestire un blog non significa mettersi a scrivere un post dal nulla, pubblicarlo e vederlo magicamente diventare popolare. Anche preparare un semplice post (tra post vero e proprio, immagini, codici, condivisioni, risposte ai commenti) può richiedere ore. E senza un minimo di organizzazione e costanza, non si andrà lontano.

6.Per quanto ami leggere i commenti dei miei lettori, trovo difficile rispondere sempre ad ognuno di essi, anche quando ho tempo, ed è qualcosa che mi fa sentire terribilmente in colpa. So che è una specie di paradosso. Da un lato, ogni vostro commento mi regala un sorriso. Dall'altro, ogni qualvolta mi dedico al blog/blogosfera trovo altre cose da fare. 

7.La mia vita da blogger influenza la mia vita da lettrice molto più che in passato. Ultimamente, come conseguenza del fatto che mi impegno di più col blog, tendo a leggere di meno, e in generale sono molto più selettiva sulle mie letture. É qualcosa che nei primi anni di blogging non mi succedeva, tendevo infatti a leggere qualsiasi cosa mi capitasse davanti e mi ispirasse abbastanza, e non appena finito lo recensivo. Adesso invece stilo delle TBR tenendo anche conto dei libri che poi effettivamente recensirò sul blog e che i lettori possono trovare interessanti. 

8.Spesso rimpiango di non aver scelto un nome migliore per il mio blog. Il fatto che il nome del blog sia stato scelto a caso (davvero, non so nemmeno cosa dovrebbe star a significare esattamente) e non mi rappresenti per niente,  mi ha molte volte fatto riflettere sulla possibilità di cambiarlo. Non l'ho mai fatto, e penso non lo farò mai, perché anche se non rappresenta me o ciò che scrivo, è ormai parte del blog da così tanto tempo che mi sarebbe impossibile pensare a qualcosa di diverso.

9.Non amo più le rubriche come una volta. Nei primi anni di blogging creavo continuamente nuove tipologie di rubriche: cover, libri in lingue, nuove uscite...se date uno sguardo al mio archivio nel corso di quattro anni ne avrò pubblicate e poi abbandonate più di una ventina. Adesso invece ne mantengo attive una o due (quella dedicata alle uscite e Book Blogging 101). In generale tendo a categorizzare di meno i miei post, a crearne di nuovi mescolando idee da rubriche vecchie e nuove. Per esempio, questo post è sia Book Blogging 101, sia post di discussione, e si ispira anche a una top ten tuesday di anni fa. 

10.Scrivo sempre liste con idee per nuovi post, e poi non trovo quasi mai il tempo per scrivere i post completi. Al momento nel mio account wunderlist, sotto la categoria nuove idee blog ho 27 voci, che probabilmente non riuscirò a realizzare nemmeno entro la fine dell'anno xD







5 nuovi libri nella mia wishlist


Buona domenica a tutti, lettori!Il periodo di esami è per me appena terminato, e anche se a febbraio ho l'IELTS (esame di lingua), potrò finalmente prendere le cose con più calma e dedicarmi a blog e libri. A tal proposito oggi vi parlo di 5 nuovi titoli che negli ultimi tempi mi hanno ispirato particolarmente, e che spero di leggere al più presto.

5   N U O V I   L I B R I   N E L L A  M I A  W I S H L I S T

Uprooted Naomi Novik-Avevo notato questo libro su Goodreads da tempo, ma per qualche ragione l'ho sempre un po' snobbato, nonostante la cover mi avesse catturato sin da subito. Poi ho riletto la trama, e me ne sono innamorata. La storia si incentra su un cittadina circondata da una foresta dai poteri maligni, ma protetta da un'enigmatica figura, the Dragon. In cambio della sua protezione, quest'ultimo prende con sé una giovane ragazza del villaggio ogni 10 anni, e tutti sanno che questa è una fine ben peggiore di quella di chi cade nelle mani della foresta. 
Questo libro mi sembra un incrocio tra The Darkest Part of the Forest, i libri di Kate Quinn e ha anche un po' di All the truth that's in me, tutti titoli che ho adorato. 

The Anatomy of Curiosity Maggie Stiefvater, Tessa Gratton, Brenna Yovanoff-Ho letto The Curiosities, la prima raccolta di short stories di queste tre autrici, qualche anno fa, e l'avevo trovata semplicemente stupenda. Sapevo dell'uscita di questo nuovo libro, ma pensavo sarebbe stato pubblicato solo quest'anno quando invece è disponibile da ottobre. Lo recupererò sicuramente al più presto. 

All the birds in the sky Charlie Jane Anders-Questo libro è una specie di science fiction che si concentra sulla vita di due ragazzi, in passato compagni di scuola, le cui vite sono destinate a incrociarsi di nuovo. La cosa che mi ha colpito di più della trama è che la grande svolta fantasy (in questo caso la scoperta della magia e l'invenzione di macchine del tempo) non viene presa come punto di inizio della storia. Al contrario la trama si sviluppa a partire dalle conseguenze che questa svolta ha creato. 

The monsters of Templeton Lauren Groff-La Groff è stata una delle autrici più acclamate del 2015 per il suo libro, Fates and Furies. Nonostante il suo ultimo romanzo incuriosisca un po' anche me, spulciando tra la lista dei suoi altri titoli mi ha attirato molto di più The monsters of Templeton. Si tratta di un misto tra fantasy, storico, e mistery, che per certi versi mi ricorda Un'inquietante simmetria della Niffenegger. 

Elijah's Mermaid Essie Fox-Ho scoperto i libri di Essie Fox da poco, ma mi incuriosiscono praticamente tutti e inoltre dopo la mezza delusione di Il Miniaturista mi piacerebbe leggere qualcos'altro ad ambientazione storica. Tra l'altro ho visto che il primo libro della Fox è stato pubblicato anche in Italia (La sonnambula, 2011). 

Recensione A Madness So Discreet di Mindy McGinnis

Buongiorno, lettori!Oggi vi propongo una nuova recensione, di A Madness so discreet della McGinnis. Scusatemi per la qualità dell'immagine che ho usato oggi ma ho fatto il banner veramente di fretta (e ho dovuto usare un sito online perché il pc dove ho photoshop è fuori uso xD). 



A Madness so Discreet è uno di quei libri il cui inizio ti cattura come poche altre storie, ma che poi non riescono a convincerti fino in fondo. Con questo non voglio dire che il romanzo non mi sia piaciuto, ho trovato infatti la storia creata dalla McGinnis estremamente affascinante e coinvolgente. Quali sono le note negative dunque?Da un lato il fatto che, dopo i primi capitoli, mi aspettavo che la trama si sviluppasse in un certo modo, quando invece ha seguito un orientamento del tutto differente. Dall'altro il finale, che non mi ha lasciato quel senso di completezza che un autoconclusivo (non si hanno notizie del seguito, quindi lo prendo come uno stand-alone), dovrebbe dare. 
A volte i posti più adorabili ospitano i mostri peggiori

La storia, ambientata nell'America di fine '800, ha come protagonista l'aristocratica Grace Mae, che viene rinchiusa in un manicomio perché rimasta incinta di un bambino che la sua famiglia non riconoscerà mai. All'interno del manicomio Grace viene sottoposta a ogni tipo di tortura e umiliazione. Quando trova il coraggio di ribellarsi, viene relegata nelle celle sotterranee, dove solo il buio, e le grida degli altri pazienti, le fanno da compagnia. 
Poi un enigmatico dottore si presenta a Boston e diventa l'ancora di salvezza di Grace. Improvvisamente la ragazza ha una nuova vita: di giorno è la paziente silenziosa dell'ospedale psichiatrico di un'isolata cittadina in Ohio, di notte diventa l'assistente personale del dottor Thornstein, che investiga omicidi sulla base dell'allora nascente psicologia criminale. 

É una pazzia cosi discreta che può camminare per le strade ed essere applaudita da alcuni, ma è pazzia in ogni caso.

Grace è una ragazza sveglia e intelligente la cui vita viene rovinata dalla sua famiglia. Il Dr Thorstein le darà la possibilità di vivere solo come l'ombra della ragazza che una volta era, nascosta da tutto e da tutti e destinata a poter essere se stessa solo di notte. 
Una cosa che ho apprezzato moltissimo del libro è come non vi sia nessun tipo di romance. Continuavo ad aspettarmi che nascesse qualcosa tra i protagonisti, ma una storia d'amore sarebbe stata fuori luogo, e inoltre avrebbe tolto spazio alla storyline principale, che è la rinascita di Grace, quindi sono più che felice della scelta della McGinnis.

Veniamo alle cose che non mi hanno convinto completamente. Innanzitutto, non mi aspettavo affatto la svolta investigativa che ha preso la storia, e anche se non ne sono rimasta esattamente delusa, avrei preferito che questa fosse stata introdotta sin dall'inizio o in ogni caso in modo più graduale. 
Non mi aspettavo nemmeno che la stessa storyline venisse poi interrotta così bruscamente, per sfociare in un finale che, anche se riunisce tutte le questioni lasciate irrisolte, lascia diversi punti interrogativi. 

Hai deciso di iniziare a ignorare un mondo che non ha fatto altro che trattarti male. Non c'è cosa meno folle di questa. 

In definitiva posso dire che A Madness so Discreet è senz'altro un buon libro, che appassiona e riesce a coinvolgere. Ho amato l'ambientazione, lo stile scorrevole e a tratti poetico dell'autrice, e la menzione delle nuove correnti psicologiche e dei primi dibattiti sul trattamento dei pazienti nei manicomi. Lo consiglio a chi è alla ricerca di una lettura storica ben scritta e coinvolgente, a patto che la si affronti con una mente aperta e senza aspettative troppo alte.

Difficoltà di lettura in lingua-media
Lo stile della McGinnis non è difficile, ma si tratta pur sempre di un libro ambientato nell'800, quindi alcune parti potrebbero risultare complesse.






Weekly Recap #125


Buona domenica, lettori!Oggi vi propongo dopo mesi di assenza la rubrica weekly recap, che ho deciso di iniziare a pubblicare di nuovo per parlarvi con cadenza almeno bisettimanale delle mie letture in corso e in generale di ciò che succede giornalmente sul blog. In questo appuntamento ho deciso di riassumere anche i libri letti e i post pubblicati nelle ultime settimane di dicembre/inizio gennaio ^^


P O S T    D E L L E   U L T I M E   S E T T I M A N E

                                                         L E T T U R E   D E L L E   U L T I M E   S E T T I M A N E


Il Miniaturista di Jesse Burton-Non so bene cosa dire su questo libro perché da un lato ho apprezzato molto la storia, in particolare l'intera idea del miniaturista e ciò che ne deriva, ma dall'altro non sono riuscita a entrare in sintonia coi personaggi e sono rimasta "distante" dai vari accadimenti per tutta la lettura. Il fatto che avessi aspettative abbastanza alte non ha di certo aiutato. 

Il segreto della Crisalide di Denise Aronica & Simon vs . the Homo Sapiens Agenda di Becky Abertally-Anche queste sono letture che ho terminato verso la fine di dicembre, ma al contrario de Il Miniaturista sia il libro di Denise sia quello della Abertally mi hanno completamente conquistata. Forse mi aspettavo un tantino di più da Simon vs the Homo Sapiens Agenda, anche perché durante la lettura mi è stato impossibile non paragonarlo a Aristotle and Dante Discover the Secrets of the Universe xD Nel complesso però lo considero decisamente un buon libro!

Cress Marissa Meyer-Finalmente mi sono decisa a continuare la serie di Le Cronache Lunari. Ammetto di averci messo un po' a entrare nella storia e ricordare tutti gli avvenimenti dei libri precedenti (non toccavo la serie da due anni), ma dopo i primi capitoli ha iniziato ad appassionarmi moltissimo, forse anche più degli altri due volumi. Winter sarà sicuramente una delle mie prossime letture!

I N   L E T T U R A   &   P R O S S I M E   L E T T U R E

Al momento ho in lettura ben tre libri: The Magicians di Lev Grossman, Life & Death della Meyer. Come ho detto nel post dedicato alla TBR, ho iniziato The Magicians dopo aver visto il pilot della serie tv, e anche se lo sto trovando abbastanza carino come libro, per adesso non mi convince del tutto. Ho dato poi anche uno sguardo alla pagina Goodreads della serie e a quanto pare sono tanti i lettori insoddisfatti della lettura xD

Life & Death mi è arrivato qualche giorno fa dalla Fazi. L'avevo richiesto per pura curiosità e l'ho iniziato ieri sera, quindi sono ancora ai primi capitoli, ma per adesso la sto trovando una lettura carina. Non ricordo con precisione la storia originale, quindi sto faticando anche a trovare tutti i vari cambiamenti, ma sono curiosa di continuare e scoprire il grande finale di cui si sta parlando ininterrottamente xD

Prossime letture?Sicuramente Never Let Me Go di Kazuo Ishiguro. Ho rimandato la lettura di questo libro per troppo tempo. L'altro giorno ho letto una recensione a dir poco entusiasta che mi ha convinta a riprenderlo una volta per tutte. Sono davvero curiosa di scoprire se mi piacerà o meno xD


                                              C O V E R   D E L L A   S E T T I M A N A 

Non pubblico il weekly recap da così tanto tempo che per questo appuntamento avevo l'imbarazzo della scelta per le cover, ma alla fine ho optato per il nuovo libro della Showalter, Firstlife. La cover è semplicemente stupenda, e devo dire che anche la trama mi incuriosisce abbastanza. Sarei un po' restia a iniziare un'altra serie della Showalter vista l'esperienza non del tutto positiva con Alice in Zombieland xD

  S P A Z I O   N O T E

Questa settimana ho dato il primo esame della sessione di gennaio, che è andato più che bene e con cui è ufficialmente terminata la mia esperienza col diritto (almeno per quest'anno). Al momento sto studiando per l'esame di matematica di giovedì prossimo e non vedo l'ora di darlo e dedicarmi ad altro. Non avendo lezioni questo mese sto riuscendo a leggere un po' di più del solito, e sto scrivendo i vari post giorno per giorno, cosa che non mi capitava da mesi xD Spero di continuare così anche nelle prossime settimana.
Ultima cosa, il giveaway del blogoversary è terminato, e tra oggi e domani estrarrò i vincitori (che non renderò noti, ma a cui spedirò direttamente il libro) xD


E questo è tutto per oggi!Come è andata la vostra settimana?Quali sono state le vostre letture?

Libri usciti nel 2015 che leggerò nel 2016


Buongiorno, lettori!Oggi vi propongo la lista delle uscite dell'anno scorso che ho intenzione di recuperare quest'anno. Si tratta dello stesso tema della top ten tuesday di martedì scorso, ma visto che non ho avuto il tempo di preparare il post per tempo, ho deciso di pubblicarlo oggi. Ovviamente sono tantissimi i libri che ero sicura sarei riuscita a leggere e che poi, per un motivo o per un altro, non ho più nemmeno comprato. Sono riuscita a ridurre la lista a 9 titoli. Li conoscete?Li avete letti?Fatemi sapere nei commenti ^^

U S C I T E   D E L   2 0 1 5   D A   L E G G E R E   N E L   2 0 1 6

Six of Crows Leigh Bardugo-Penso di aver ripetuto più di una volta qui sul blog quanto ami lo stile della Bardugo. La cosa che più avevo apprezzato della serie Shadow & Bone era stato il mondo creato dall'autrice, di conseguenza Six of Crows (che segue una storia diversa ma ha la stessa ambientazione) è un po' una must-read per me. 
These Shallow Graves & The Girl At Midnight-Due uscite di cui ho sentito parlare, e se per il primo titolo ho letto tanti pareri anche contrastanti tra loro, non ho ricevuto altro che raccomandazioni per The Girl at Midnight, che sembra esser stato uno dei libri più amati del 2015. 
Lair of Dreams Libba Bray-Sequel di The Diviners (in Italia La stella nera di New York), che ho letto un po' di anni fa e che ricordo di aver amato moltissimo. Lair of Dreams in realtà sarebbe anche già in libreria, ma la cosa che mi ha trattenuto dal leggerlo è la trama molto complessa che ricordo a malapena. Avevo intenzione di rileggere The Diviners per poi cominciare il seguito, ma non ne ho ancora avuto la possibilità. Sicuramente recupererò nei prossimi mesi.
I'll Meet You There & The Accident Season-Due libri che mi hanno sempre ispirato tantissimo. Il secondo in particolare dovrei riuscire a leggerlo questo mese (anche se a questo punto lo dubito, visto che ancora non ho finito nemmeno un libro tra quelli nella TBR xD). 
Chaos. Il Nemico & Winter-Anche se non ho amato Chaos. La fuga come avrei voluto, gli altri libri di Patrick Ness mi hanno convinta a dare a questa serie un'altra possibilità, quindi continuerò senz'altro la trilogia leggendo al più presto il secondo volume. Winter (volume quarto di Le cronache lunari) invece penso lo inizierò non appena terminato Cress (terzo volume), che al momento ho in lettura e sto adorando.
The Dumplin'-Inizialmente non avevo nemmeno considerato questo libro, ma nel corso dell'anno se ne è parlato così tanto e così bene che ormai penso gli darò una possibilità. Non credo di leggerlo nelle prossime settimane, ma entro l'anno sicuramente.

Blog Essentials-Book Blogging 101


Le cose indispensabili che ogni blogger dovrebbe possedere: quante e quali sono?Questo appuntamento è dedicato alla lista di “essenziali” per il blog (agli inizi e non). Ho diviso il post in diverse sezioni, ognuna dedicata a un "essential preciso". In più ho anche inserito qualche esempio nominando dei blog che seguo, perché è sempre un bene condividere un po' di amore tra blog ^^
P.S. Come sempre i miei post hanno come fine principale quello di consigliare e indirizzare chi ne ha bisogno, quindi non prendete in nessun modo le mie liste come imposizioni :)

B L O G    E S S E N T I A L S

CHIAREZZA E LEGGIBILITÁ
Innanzitutto scrittura chiara e semplice, e in questo aiuta moltissimo il font: sceglietene uno classico, o al massimo qualcosa di molto facile da leggere e che i lettori non avranno problemi a visualizzare in ogni browser. Per i primi anni io ne ho avuto uno carinissimo ma per niente funzionale, mi dava continuamente problemi e penso che non piacesse nemmeno poi tanto ai lettori xD Altro consiglio è aggiungere delle immagini ai vostri post. Penso li rendano molto più interessanti e sono anche più leggibili rispetto al classico post tutto testo, che a volte può rivelarsi anche noioso. 
Esempio: amo i post di Veronica. La sua scrittura è sempre chiara ma rispecchia in pieno la sua personalità. In più i post sono sempre ordinati e puliti, e le sue foto (soprattutto quelle che posta ultimamente)  bellissime. 

ORGANIZZAZIONE: SUL BLOG..
È indispensabile organizzare i contenuti del proprio blog (soprattutto quando il numero dei post pubblicati inizia a crescere), e ci sono moltissime cose da fare per restare sempre organizzati:
-Dividete i contenuti del blog per sezioni (recensioni, rubriche, iniziative, extra, per esempio) e assegnate delle etichette. In questo modo non solo sarà più semplice trovare i vari post (per voi e per i lettori), ma darete anche una mano ai motori di ricerca a trovare più facilmente il vostro blog. Anche un semplice menu è perfetto per separare il blog in diverse sezioni.
-Create un indice recensioni aggiornato, o anche un archivio dedicato nello specifico a una categoria di post (esempio: un archivio delle puntate di top ten tuesday). Adoro per esempio l’archivio recensioni di Denise, con immagini e rating di ogni libro: semplice e funzionale.
-Create una pagina “profilo”, in cui parlate di chi siete e cosa offrite col vostro blog (anche una piccola sezione nella sidebar va benissimo), e aggiungete a questa anche i vostri contatti principali. 

E NELLA MENTE DEL BLOGGER…
Tenere sempre chiari i contenuti del proprio blog e gli obiettivi che si vogliono raggiungere è essenziale. Non sono la blogger più organizzata del mondo ma sto lentamente imparando a stabilire in anticipo cosa voglio scrivere e pubblicare, e mi sta aiutando moltissimo a bilanciare blog e impegni della vita privata. Un mio consiglio è procurarsi un buon calendario (anche digitale) o un’agenda, in cui scrivere tutte le idee e programmare i post. La maggior parte delle volte finisco per cambiare date e pubblicare altro, ma avere fissa una scadenza mi aiuta a restare più concentrata. Insieme al calendario/agenda ci sono tante altre risorse che potete utilizzare per il blog (soprattutto digitali), qui la lista delle 10 applicazioni utili per i blogger.

BUONA GRAFICA
Un buon design è si essenziale, ma non sto dicendo che se non siete esperti di photoshop e html o dovete spendere soldi per una grafica o sarete dannati. Con buona grafica intendo un design semplice, chiaro e funzionale, in cui un lettore riesce facilmente a trovare ciò che cerca senza perdersi tra una marea di gadget e pagine. Inizialmente anch’io mi sono lasciata affascinare da tutti i widget disponibili e ne ho inseriti moltissimi nelle sidebar, ma alla fine penso che a nessuno importava vedere i banner delle serie che seguo, i miei aggiornamenti goodreads (quando avevo un’intera sezione dedicata ai libri in lettura), o i miei blog preferiti (quando c’era un’intera pagina con tutti i banner). Dunque se necessario ripulite le vostre sidebar e riducete i gadget all’essenziale, il blog diventerà molto più chiaro e funzionale. Per quanto riguarda logo e template, anche qui vi consiglio di preferire la semplicità. Un classico header fatto di testo e qualche  icona  è sempre meglio di un header pieno di immagini in cui il titolo del blog risalta a malapena (ho realizzato loghi simili così tante volte nei primi anni e adesso guardando indietro non so cosa stessi pensando xD). Un esempio?Giusy di Divoratori di libri ha creato una delle sue grafiche senza photoshop, utilizzando solo i codici html, e il risultato era fantastico. 

CONTENUTI INTERESSANTI
Un po’ una cosa ovvia, ma pubblicare post interessanti e originali non è poi così facile. Soprattutto nel mondo dei blog letterari, capita molto spesso che ci siano periodi in cui tutti (me compresa) parlano degli stessi libri, o pubblichino la stessa rubrica. Non c’è niente di male in questo, ovviamente, ma insieme a questo tipo di post, che non si distinguono molto dagli altri, il mio consiglio è cercare di pubblicare anche contenuti un po’ inusuali e originali. Un esempio?Annie  e Lily pubblicano sui loro blog il recap, e la top ten tuesday come molti altri blog, ma recensiscono anche libri meno conosciuti o in lingua, danno spazio ad autori emergenti. Ancora, Annie parla di serie tv, e scrive post di discussioni sempre molto interessanti. Vogliamo poi parlare della sua rubrica Friday News? *_*

ACCESSIBILITÁ
I vostri lettori devono essere in grado di accedere facilmente al vostro blog, quindi assicuratevi sempre che il vostro sito sia mobile-friendly (visualizzabile facilmente anche da cellulare). Inoltre inserite social icons o banner per i diversi social network nella sezione contatti, o meglio, nella home page del blog, così che i lettori possano trovarvi anche al di fuori del sito. Infine migliorate le possibilità che i lettori commentino i vostri post eliminando i captcha, che sono odiati praticamente da tutti. 


E per oggi è tutto!Quali sono i vostri blog essentials?

January TBR + 2016 Resolutions


Buongiorno, lettori!Sono appena tornata a bologna e ho finalmente accesso a internet, non mi sembra ancora vero!Dubito che riuscirò a postare molto in questi giorni (causa esami), ma ce la metterò tutta per recuperare ciò che mi sono persa durante le vacanze. 
Intanto oggi vi parlo della mia TBR di gennaio, e dei buoni propositi (relativi alla lettura, blog e non) del 2016. Arrivo un po’ in ritardo con questo post, ma ci tenevo comunque a pubblicare qualcosa. 

J A N U A R Y    T B R

Per quanto riguarda la TBR, ci ho messo un eternità a scegliere quali titoli leggere questo mese, e alla fine ho scelto un po’ di libri di tanti generi diversi che sono curiosissima di iniziare. 
The Accident Season Moira Fowley-Doyle-Questo libro mi ha sempre ispirato tantissimo ma è da quando è uscito che continuo a rimandarne la lettura. Per certi versi mi ricorda Don’t you forget about me, romanzo che ho adorato, e ho visto che molti altri blogger l’hanno paragonato ai libri della Quinn. Sono curiosa di scoprire se reggerà o meno il paragone. 
The Magicians Lev Grossman-Ho visto il primo episodio della serie tv tratta da questa serie a casa di un’amica e devo dire che mi è piaciuto tanto. Non avevo la minima idea che fosse ispirata a una serie di libri, ma adesso che l’ho scoperto voglio assolutamente iniziarla. 
Il rumore dei tuoi passi Valentina d’Urbano-La d’Urbano è un’autrice che mi è stata consigliata moltissimo, ma per un motivo o per un altro ho sempre rimandato la lettura dei suoi libri. Ma visto che ho già Il rumore dei tuoi passi, e visto il mio proposito di leggere più autori italiani, per gennaio ho deciso di darle una possibilità. Ho la sensazione che non ne rimarrò delusa. 
American Gods Neil Gaiman-I libri di Gaiman finora mi sono piaciuti più o meno tutti, e questo è uno di quei titoli che mi hanno consigliato maggiormente. Ho già il romanzo in libreria da anni e ho deciso di portarlo a bologna sperando di riuscire a leggerlo questo mese. 

Altri titoli che vorrei leggere (ma che non inserisco ufficialmente nella TBR perché con ogni probabilità non riuscirò nemmeno a completare 5 libri) sono: 
1.Il trono di spade (secondo volume, che ormai mi trascino da mesi) 
2.Never Let Me Go (come sopra) 
3.Fairest di Marissa Meyer (quando e se riuscirò a terminare Cress) 

2 0 1 6    R E S O L U T I O N S

1.Leggere più contemporanei e classici, iniziare meno serie, cercare di completarne qualcuna-Questi sono i tradizionali propositi che mi prefisso più o meno ogni anno, e che puntualmente non rispetto. Sarà questa la volta buona? 
2.Completare la Goodreads Reading Challenge (100 libri). Nel 2015 ho fallito miseramente (sono arrivata si e no a 70 libri), ma quest’anno spero di riuscirci. 
3.Ritornare ad essere attiva nella blogosfera. Negli ultimi mesi del 2015 ho continuato a pubblicare post regolarmente, ma avrò lasciato si e no un paio di commenti a settimana e oltre al BLP non ho preso parte a nessuna iniziativa/progetto. Avevo programmato tutti i post, avevo scritto le mie recensioni, condividevo i link di ciò che pubblicavo. Ma mi sentivo come se il blog stesse diventando un lavoro, più che una passione. Per quest’anno sono decisa a ritrovare la carica, e ad essere attiva nella blogosfera. 
3.Iniziare a pubblicare di nuovo il Weekly Recap. Mi manca postare questa rubrica, parlare delle mie letture in corso e di ciò che succede in giro per la blogosfera (oltre a presentarvi la cover della settimana!). Non penso riuscirò a pubblicare un appuntamento settimanale, ma bisettimanale sicuramente si. 
4.Riprendere i miei profili facebook, instagram e Goodreads. Questo si collega al punto precedente. Non è che sia una grande fan di fb, ma mi piacerebbe pubblicare più spesso almeno sulla pagina del blog. Amo invece Goodreads, e mi è dispiaciuto lasciare vuoto il mio profilo per mesi, aggiornandolo solo di tanto in tanto. Lo stesso vale per Instagram. Da quando mi sono trasferita a Bologna ho smesso di fare foto, più per mancanza di tempo che di ispirazione. Di conseguenza ho postato sempre più di rado su instagram, ma è qualcosa a cui voglio assolutamente rimediare.
5.Completare il progetto delle 50 cose da fare in 365 giorni. Probabilmente molti di voi conosceranno le celebri liste delle 101 cose da fare in 1001 giorni. Ho sempre voluto iniziarne una ma 101 cose mi sembravano impossibili, e dubitato di avere la costanza di portare avanti la lista per due anni e più. Quando mi sono imbattuta su un blog inglese in questa variante (molto più fattibile), ho deciso di creare la lista e cercare di completarla nel 2016 (in tutto questo ho trascinato anche un’amica, sperando di motivarci a vicenda). Non inserisco in questo post la lista perché non finiremmo più, ma prima o poi potrei dedicargli un post a parte se vi interessa il progetto ^^ 
6.Andare al Salone del libro di Torino. Negli anni passati mi era praticamente impossibile arrivare fino a Torino, tra la distanza e la scuola, ma quest’anno sono più vicina, e niente, voglio assolutamente trovare il modo di andarci.


Che ne pensate?Quali libri leggerete voi questo mese?

Monthly Most Wanted-Gennaio


Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo delle uscite letterarie di gennaio. Ho saltato l’appuntamento di dicembre perché in realtà non c’era molto che mi ispirasse, ma devo dire che a gennaio ci sono tante uscite interessanti.


14 gennaio-Invisible Andrea Cremer & David Levithan-Libro fantasy uscito qualche anno fa negli USA e che voglio leggere praticamente da sempre. Di Leviathan ho letto solo Every Day e l’ho amato, della Cremer invece avevo iniziato la serie Nightshade e anche se il primo volume mi era piaciuto, ho poi abbandonato la trilogia senza troppi rimpianti. Sono molto curiosa però di leggere Invisible.

26 gennaio-Everneath Brodi Ashton-Quanto sono felice per l’uscita di questo libro?Tra i romanzi ispirati alla mitologia greca, questo è sicuramente quello che mi ha colpito di più (insieme a Percy Jackson, se consideriamo anche i middle grade), anche se non ho (ancora) continuato la serie.
20 gennaio-The Haunting of Sunshine Girl-Ho letto questo libro la scorsa primavera e l’ho trovato abbastanza carino, ma anche niente di speciale. Non sapevo di tutta la storia del canale youtube, ma penso che per chi segue l’autrice sarà una bella lettura. 
28 gennaio-The 100 Kass Morgan-Chi ormai non conosce la famosissima serie tv The100?Chi non la ama?A me come telefilm piace moltissimo, poi ho letto il libro con aspettative più o meno alte, ma purtroppo non mi ha convinto per niente. Sono curiosa di vedere se piacerà qui in italia.
17 gennaio-Life & Death Stephanie Meyer-Non so bene cosa pensare di questa uscita, ma confesso di essere un po’ curiosa. Ho letto solo il primo volume di Twilight anni fa, e non l’avevo trovato molto diverso dagli altri young adults in circolazione (quando l'ho letto io, ne erano già usciti tanti altri). Dubito che questo nuovo libro possa piacermi di più, ma penso lo leggerò. 


5 gennaio-Passenger Alexandra Bracken-Non ho ancora letto la serie The Darkest Minds della Bracken (nonostante abbia il primo volume in libreria da mesi), ma i suoi libri mi hanno sempre ispirato moltissimo e Passenger non fa eccezione. 
26 gennaio-Shallow Graves Kali Wallace-Hanno paragonato più volte questo libro (un thriller/young adult) ai romanzi di Holly Black, e amando quest'autrice, sono curiosissima di vedere se il paragone è meritato o meno. 
26 gennaio-Love that split the world Emily Henry-Questa sembra una di quelle classiche storie contemporanee super carine e appassionanti, e poi mi sono completamente innamorata della cover. 
26 gennaio-The Mystery of Hollow Places Rebecca Podos-Una sorta di Mistery/thriller che si concentra su una ragazza alla ricerca di suo padre, svanito nel nulla senza lasciare traccia. Ho letto recensioni in anteprima davvero molto positive su questo libro (su GR ha un rating di 4) e penso proprio lo leggerò.
5 gennaio-Words of Ink and Shadow Lena Coakley-Una storia ispirata alle sorelle Brontë!Questo libro ha catturato sin da subito la mia attenzione, e anche se i pareri finora sono piuttosto contrastanti, sarei molto curiosa di leggerlo.
12 gennaio-Bookishly Ever After Isabel Bandeira-Questo libro parla di una ragazza che sogna una di vivere una storia come quelle dei libri. A prima vista mi sembra una sorta di parodia delle solite trame young adults, e non so, potrebbe rivelarsi interessante. 
19 gennaio-My Second Life Faye Bird-Questo è sicuramente il libro che, tra tutte le uscite di gennaio, mi ispira di più. La trama si incentra su una ragazza che conserva dei ricordi sulla sua vita precedente, e quando questi ricordi iniziano ad assumere pieghe sempre più oscure, la protagonista decide di scoprire che cos'è successo prima di vivere la sua seconda vita. 


4th Blogoversary. Thank You & Giveaway


Guardare il calendario e dire che sono passati 4 anni dal momento in cui pubblicai il mio primo post sembra quasi irreale. È davvero passato tutto questo tempo? In questi quattro anni sono cambiate così tante cose, ma il blog e i libri hanno sempre rappresentato quella costante a cui potevo sempre rivolgermi. E ho voi lettori da ringraziare per questo. 

 E niente, quest’anno non ho molto da dire. Ormai sapete quanto tengo al blog e quanto sia grata a ognuno di voi lettori che seguite e leggete i miei post, ma ci tenevo a organizzare qualcosa, così ho pensato a un semplicissimo giveaway. 
 Sceglierò a random due lettori tra quelli che parteciperanno e invierò loro un pacchetto a sorpresa, che conterrà libri e forse anche altri piccoli gadget. Per scegliere quali titoli inserire vorrei fare affidamento alle vostre librerie anobii, goodreads, profili Facebook o i vostri blog (se ne avete uno). 

Vorrei che il pacchetto fosse un’assoluta sorpresa, quindi chi di voi vuole può lasciare il proprio indirizzo nel form (le informazioni saranno ovviamente cancellate subito dopo la chiusura del giveaway). Per partecipare basta un commento a questo post (com’è andato il vostro anno?Cosa avete letto?Cosa vi aspettate dal 2016?) e la compilazione del form. Il giveaway terminerà tra una settimana e mezzo. 

 E per adesso è tutto, non vedo l'ora riavere internet (pubblicare post dal cellulare è uno strazio) e tornare a commentare sugli altri blog!Non mi resta che augurarvi buona fortuna e buon anno ^^