Monthly Recap-March



Buona domenica a tutti, lettori!Negli ultimi giorni sono sparita lo so, giovedi ho fatto un test d'ammissione per l'università e non ho fatto altro che studiare per tutta la settimana. Ieri e venerdi invece ho recuperato un po' con le cose di scuola e anche con la lettura che avevo completamente abbandonato (non leggevo da giorni!). Insomma, questo mese è stato decisamente più impegnativo del previsto, ma recupererò tutti i post persi e ho già in programma tanti nuovi progetti!Per oggi ho riunito Weekly e Monthly Recap visto che mancano solo un paio di giorni alla fine di marzo, fatemi sapere come è andato il vostro mese e cosa avete letto di bello :)

March's Posts



March's Reads

1.Sono nel tuo sogno Isabel Abedi-Ho finito di rileggere questo libro giusto ieri e che dire, mi è piaciuto moltissimo, non come la prima volta ma l'ho trovata comunque una lettura stupenda.
2.Harry Potter and the order of Phoenix-Altra rilettura, finita la settimana scorsa. Il prossimo mese rileggerò il sesto volume *__*

3.The Haunting of Sunshine Girl-Lettura abbastanza deludente, qui la mia breve recensione!

4.Tilt Ellen Hopkins-Libro carino, ma ormai le storie della Hopkins stanno diventando un po' troppo ripetitive ai miei occhi. Stile unico e meraviglioso come sempre, ma penso aspetterò un po' prima di leggere qualcos'altro di suo.

5 e 6.Wolrd After Susan Ee  & The Perilous Sea Sherry Thomas-Queste sono state, escludendo i due libri riletti, le letture migliori del mese. World After è stato assolutamente magnifico, e ho adorato anche The Perilous Sea!

7.Noi David Nicholls-Bello, bello, bello. Mi aspettavo una storia leggermente diversa, ma mi è piaciuto tanto comunque. Leggerò al più presto qualcos'altro di Nicholls!

8.Mondo di cenere Jeaniene Frost-Ho iniziato questo libro con aspettative abbastanza basse, e beh, si è rivelata la lettura peggiore del mese. L'idea di base poteva anche andare, ma non ho sopportato la protagonista e ho odiato il fatto che si sia tutto risolto nella relazione tra i due protagonisti e nel loro amore proibito dal destino. Come ambientazione mi ha ricordato un po' Soul Screamers, ma le due storie sono lontane anni luce. 

March's Thoughts

Questo mese non ho inserito la sezione What I've Been Watching perché, udite udite, questa settimana pubblicherò finalmente l'omonima rubrica!Ne è passato di tempo da quando vi avevo parlato della rubrica sulle serie tv, ma finalmente inizierò a postarla. Book Blogging 101 invece penso inizierò di nuovo a pubblicarla dalla settimana prossima!

Altra cosetta, pensavo di organizzare un bel giveaway a tema primavera ispirato al post che ho scritto la settimana scorsa, e a quello dedicato alla TBR primaverile che pubblicherò martedi!Che ne pensate?Oh e avevo anche in mente di cambiare grafica, volevo fare qualcosa di più primaverile ma dall'altro lato mi sono un po' affezionata al tema "acchiappasogni e piume" e vorrei tenerlo ancora xD

Top Ten Tuesday-Childhood Favourites



Buongiorno, lettori!Dopo aver saltato l'appuntamento di settimana scorsa, ritorna la Top Ten Tuesday con un tema carinissimo: la top ten dei libri letti durante l'infanzia/adolescente!
La maggior parte dei titoli che ho inserito sono libri che mi piacerebbe tanto rileggere (a parte Harry Potter che che sto rileggendo giusto in questi mesi), e per i libri inglesi invece delle copertine italiane ho inserito le edizioni stupende della collana dei classici Barnes and Noble, che prima o poi mi deciderò a prendere *__*
Fatemi sapere cosa ne pensate della mia top ten, e ovviamente quali sono i vostri libri preferiti dell'infanzia :)



1.Peter Pan J.M. Barrie
2.Alice in Wonderland Lewis Carrol
3.Il mago di Oz
4.Il leone, la stregha l'armadio C.S. Lewis
5.Fairy Oak 
6.La bussola d'oro Philip Pullman
7.Il lago dei cigni
8.Harry Potter J.K. Rowling
9.Le fiabe dei fratelli Grimm 
10.Il giardino segreto

Spring Reads-Libri da leggere questa primavera


Buona domenica a tutti, lettori!Oggi ho deciso di saltare il Weekly Recap perché questa settimana ho letto davvero poco e niente, e non ho nemmeno molte novità in campo di libri/blog. Se volete dare un'occhiata ai post della settimana comunque, qui e qui i link!
Ma passiamo al tema di questo post!Ieri è ufficialmente iniziata la primavera, quindi ho pensato di fare una bella lista di libri perfetti per la stagione!
Si tratta di titoli che ho letto e che nel complesso ho amato e niente, spero di darvi qualche spunto per le vostre letture primaverili!

Spring Reads


1.A Wounded Name-A Wounded Name è una rivisitazione in chiave paranormal di Amleto, e mantiene gli aspetti tragici della storia originale, ma ho sempre associato il libro con la primavera, sarà perché l'ho letto l'anno scorso in questo periodo o per le varie creature del bosco che sono state inserite nella trama, per non parlare dei fiori che una tutti una simbologia particolare.
2.The Museum of Intangible Things Wendy Wunder-Oltre alla cover, che esprime perfettamente l'atmosfera primaverile, The Museum of Intangible Things è una bellissima storia sull'amicizia e sul sacrificio che ho amato dalla prima all'ultima pagina.
3-4.I'll Give You the Sun & All The Bright Places: due letture intense che affrontano argomenti difficili, ma che allo stesso tempo trasmettono tanta speranza e tanti messaggi positivi.
5-6.Splintered A.G. Howard & Hex Hall-Splintered è ambientato a Wonderland, e per quanto riguarda Hex Hall, l'ho inserito perché penso che in primavera un libro della Hawkins, leggero, divertente e appassionante, sia d'obbligo.
7.The Jelly Bean Crisis-Ho letto questo libro qualche anno fa e mi ha sorpreso moltissimo. La storia è incentrata su una ragazza in crisi per il suo futuro, e che decide di prendere un "gap month" alla ricerca di se stessa e delle sue vere passioni.
8.Ink Amanda Sun-Questo libro non mi è piaciuto molto, ma se c'è una cosa che ho adorato è stata l'ambientazione in Giappone e le descrizioni che l'autrice è riuscita a creare della primavera a Shizuoka.
9-10. To all the boys i've loved before & Anna and the french kiss-Due letture romantiche, leggere e divertenti, perfette per la stagione.



Recensione The Haunting of Sunshine Girl Paige McKenzie

The Haunting of Sunshine Girl
Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo di una lettura per certi versi un po' deludente, The Haunting of Sunshine Girl di Paige McKenzie. Questo libro mi ispirava moltissimo, la trama sembrava cosi interessante e in generale pensavo si rivelasse qualcosa a metà tra The Girl from the well e Mara Dyer...e mi sbagliavo completamente xD Si tratta di una storia carina si, a tratti anche inquietante, ma alla fine non è riuscita conquistarmi.



Prima di leggere il libro avevo letto qualcosa sul fatto che si basasse su un canale Youtube, ma non mi ero informata più di tanto e anche ora che ho terminato la lettura non ho ben capito in cosa consista la web series di Paige McKenzie. Comunque, le due storie dovrebbero essere completamente indipendenti e sembra che l'autrice abbia ripreso solo il titolo del libro dal suo canale. 
Ho visto un paio di video dal canale di Paige e la sua web series sembra molto carina e lei è di certo simpaticissima, ma il suo primo libro, The Haunting of Sunshine Girl, non è proprio riuscito a prendermi nonostante le premesse cosi interessanti e originali.

Sunshine si trasferisce in una nuova città insieme alla madre. Sin da subito si accorge che c'è qualcosa che non va nella nuova casa che sua madre ha scelto. Strani rumori, sussurri, ombre e oggetti che si muovono...Sunshine inizia ad indagare sul passato della casa e coinvolge nella ricerca anche Nolan, compagno di scuola estremamente interessato al mondo paranormale. 
Presto i due scopriranno che nella casa si annida qualcosa di più oscuro e molto più pericoloso di un semplice fantasma. Sunshine potrebbe essere la chiave di tutto, ma riuscirà a salvare sua madre, e Nolan, in tempo?


Come trama non è originalissima, ma le prime pagine erano interessanti e inquietanti al punto giusto, almeno fino a quando la protagonista non ha scoperto "la verità". Da lì la storia è diventata estremamente banale, fino al finale, che è ovviamente terminato con un cliffhanger che lascia praticamente tutto in sospeso.



Nel complesso si tratta di un libro carino, scritto anche abbastanza bene, e probabilmente qualche anno fa mi sarebbe piaciuto moltissimo, ma adesso?Lo trovo una storia piacevole e veloce da leggere, ma che non è riuscita a distinguersi più di tanto dagli altri young adults in circolazione. 



Difficoltà di lettura in lingua: bassa
Lo stile è semplice e scorrevole, il libro in sé è molto corto, e si legge tranquillamente in una giornata.

Weekly Recomendation #6 Raven Boys


Buongiorno, lettori!Oggi ritorna la rubrica in collaborazione con Giusy di Divoratori di libriWeekly Reccomendation!Prima di iniziare vi ripeto brevemente in cosa consiste: si tratta di una rubrica che segue un po' il principio del Like This, Try This del Blogger Love Project. Io e Giusy sceglieremo a ogni appuntamento un libro, letto da entrambe, e da lì prenderemo ispirazione per un particolare tema. In base a questo tema vi parleremo di un libro che abbiamo letto e che vi consigliamo, e un altro che non abbiamo ancora letto ma che è in wishlist e che corrisponde al tema del giorno!


Tema di oggi è la magia!Il libro a cui ci siamo ispirate è il meraviglioso Raven Boys della Stiefvater *_* Qui il post di Giusy!

The Darkest Part of the ForestA Darker Shade of Magic (A Darker Shade of Magic, #1)

Durante la lettura di The Darkest Part of the forest (qui la recensione) mi sono imbattuta in alcune scene e descrizioni che mi hanno ricordato moltissimo Raven Boys o in generale le atmosfere create dalla Stiefvater. Ho invece scoperto solo recentemente A Darker Shade of Magic, che mi stanno consigliando praticamente tutti!Non conosco molto bene la trama ma so che ha a che vedere con la magia e con universi paralleli, e beh, inutile dirlo, sono curiosissima di leggerlo *__*

E questo è tutto per oggi!Che ne pensate?Avete letto/Conoscete qualcuno di questi titoli?

Weekly Recap #121


Post della settimana


In My Mailbox
Anche se con un giorno di ritardo, finalmente riesco a postare il weekly recap!
Vanishing GirlsPartiamo subito con i nuovi arrivi: nelle ultime settimane non ho comprato nemmeno un libro più che altro perché vorrei impegnarmi a finire la TBR prima di iniziare qualcos'altro, ma qualche giorno fa è uscito Vanishing Girls della Oliver e non potevo proprio non prenderlo, no?Anche se non credo che lo leggerò prima del prossimo mese, sono curiosissima di iniziarlo *_*

Letture della settimana

Nelle ultime due settimane ho letto finalmente World After di Susan Ee e che dire, sapevo che lo avrei amato ma si è rivelato anche meglio di quanto mi aspettassi!Non vedo l'ora di leggere il terzo volume!
Le altre due letture sono state invece leggermente deludenti. Ho adorato un po' tutti i libri della Hopkins ma Tilt mi è sembrato fin troppo ripetitivo. Apprezzo che la Hopkins affronti temi difficili e complessi, ma mi sembra che i suoi personaggi stiano diventando tutti uguali. Probabilmente aspetterò un po' prima di leggere qualche altro suo libro xD
E infine, ho letto anche The Haunting of Sunshine Girl. Che dire, questo libro mi incuriosiva cosi tanto, e si, si tratta di una bella lettura, ma io mi aspettavo una storia decisamente più inquietante e anche più matura. Si tratta del classico young adult che pone le basi della storia per una probabile trilogia. Nel complesso è un buon libro, ma probabilmente l'avrei apprezzato molto di più qualche anno fa.

In Lettura & Prossime Letture

Dream a Little Dream (The Silver Trilogy, #1)Ho appena iniziato Noi di David Nicholls, e per adesso sembra carino, vedremo che procederà la storia!Poi ho cominciato sia la rilettura del quinto volume di HP, anche sto leggendo solo un paio di capitoli a settimana, e la rilettura di Sono nel tuo sogno di Isabel Abedi. Sono passati solo tre anni, credo, da quando l'ho letto, ma avevo completamente dimenticato la storia e perfino il finale, che ho ricordato solo adesso che sono arrivata a metà libro xD
Per quanto riguarda le prossime letture, penso proprio che inizierò The Perilous Sea e Mondo di Cenere, e se riesco, entro la fine del mese mi piacerebbe anche riuscire a leggere Io prima di te!

Links I Love

-Anncleire di Please Another Book ha organizzato i Book Blog Awards e il mio blog è stato nominato per un paio di categorie *_* So che l'iniziativa è stata presentata una settimana fa ma io l'ho scoperta solo adesso xD Qui il post con le votazioni!
-Veronica ha recensito All the Bright Places, e Denise Splintered!
-Lily ha festeggiato il primo blogoversary del suo angolino, mentre Lara ha festeggiato i tre anni di Stelle nell'Iperuranio!

Cover della settimana & Spazio Note

Adoro le cover originali di un po' tutti i libri della Gier, ma la copertina americana di Silver mi ha completamente conquistata, davvero troppo carina!
Mi dispiace aver postato cosi poco nelle ultime settimane, questo mese si sta rivelando molto più impegnativo del previsto ma spero di riuscire a riprendere il ritmo normale del blog nei prossimi giorni!Cercherò sicuramente di pubblicare più recensioni, anche se ne ho cosi tante in arretrato che non so nemmeno da dove partire xD Probabilmente in settimana posterò quella di The Haunting of Sunshine Girl o di un libro della Hopkins!


Recensione I Was Here Gayle Forman

Buon sabato a tutti, lettori!Oggi vi propongo la recensione del nuovo romanzo di Gayle Forman, I Was Here!Stranamente, questo libro mi è piaciuto, e anche tanto. Non pensavo che dopo If I stay la Forman sarebbe stata in grado di conquistarmi ancora, e invece I Was Here si è rivelata per certi aspetti una lettura anche più bella del suo primo romanzo. Non so bene se si possa parlare di New Adult, ma nel caso questo è sicuramente uno dei migliori titoli del genere in circolazione. Consigliatissimo!


I Was Here




Titolo: I Was Here
Autore: Gayle Forman
Editore: Viking Junevile
Pagine: 288
Data di uscita: 27 gennaio 2015
Trama:
Quando la sua migliore amica Meg beve una fialetta di detergente chimico, Cody è scioccata e devastata. Lei e Meg condividevano tutto-come ha fatto a non vedere i segni?Quando Cody decide di andare alla cittadina dove Meg andava al college per liberare l'appartamento dalle sue cose, scopre che Meg nascondeva tanti segreti. Segreti sui suoi nuovi amici, persone che Cody non avrebbe mai incontrato nella piccola cittadina di Washington. Su Ben McAllister, il ragazzo con la chitarra che ha spezzato il cuore di Meg. E su un file codificato che mette in discussione tutto ciò che Cody pensava di sapere sulla sua migliore amica.





Come non puoi sapere una cosa del genere della tua migliore amica?Anche se non te lo dice, come puoi non saperlo?Come puoi credere che qualcuno sia la persona più magica e sorprendente che tu abbia mai conosciuto, quando si scopre che soffriva cosi tanto che ha dovuto bere del veleno per fermare il dolore?

Meg e Cody sono migliore amiche da sempre. Cody conosce Meg meglio di chiunque altro. O almeno, è quello che Cody pensa fino al giorno in cui Meg non decide di suicidarsi lasciando nient'altro che una sfilza di email di addio. Improvvisamente, Cody realizza che la sua migliore amica nascondeva molti più segreti di quanto lei avesse mai potuto immaginare, e la chiave per rivelarli tutti si trova nella piccola cittadina in cui Meg andava al college. Qui Cody inizia un viaggio alla ricerca della verità sulla ragazza che era veramente Meg, sul suo passato e sul perché della sua morte. 

Premetto che quando ho iniziato il libro avevo aspettative bassissime, Just One Day non mi aveva esattamente conquistato e pensavo che anche I Was Here si rivelasse l'ennesimo New Adult inutile e banale. E invece in questo libro ho ritrovato l'autrice che avevo imparato ad amare con If I stay, l'autrice capace di scrivere storie piene di emozioni e che arrivano al cuore del lettore fin dalla prima pagina. 


Delle volte incontriamo delle persone ed è come se entrassimo in simbiosi con loro, come se fossimo una sola persona, con una sola mente, e un solo destino.

Non è un libro facile da leggere, sia per le tematiche che affronta sia per l'atmosfera estremamente malinconica che si respira in ogni pagina. Allo stesso tempo però la storia di Cody trasmette tanta speranza e tanti messaggi importanti, e non posso che apprezzare il modo in cui la Forman ha affrontato un argomento cosi delicato e complesso.
"I Was Here" by Gail Forman

Cody ha sempre avuto Meg al suo fianco, ha sempre potuto contare su di lei e non ha mai pensato che la sua migliore amica potesse decidere di scomparire da un giorno l'altro, stravolgendo completamente la vita di tutte le persone che la amavano. Una piccola parte di Cody non può fare a meno di sentirsi in colpa per la morte di Meg, di chiedersi come non ha potuto accorgersi che qualcosa non andava, cosa avrebbe potuto fare se avesse capito che la sua amica stava male, se sarebbe riuscita a salvarla se solo avesse saputo.

Cody è un personaggio che, almeno all'inizio, risulta difficile comprendere. Il dolore per la morte di Meg l'ha portata a isolarsi sempre di più dagli altri, ad aggrapparsi alle piccole tracce che l'amica ha lasciato prima di andarsene, ed è solo nel momento in cui scopre la verità che Cody sarà capace di prendere atto della scelta di Meg e accettarla per quello che è.
Per quanto riguarda il romance, ammetto che ci sono alcune cose che la Forman avrebbe potuto evitare, ma nel complesso mi è piaciuto il modo in cui è stato sviluppato. Ben è un personaggio molto interessante, e nonostante venga introdotto come "il musicista che ha spezzato il cuore di Meg", nel corso della storia scopriamo come sia in realtà molto diverso dal classico cattivo ragazzo di turno. Altra cosa che ho particolarmente apprezzato è stato l'evolversi della sua relazione con Cody, che la Forman ha reso perfettamente credibile e realistica. 


I Was Here è stata una lettura intensa, che commuove e che si fa amare con la sua prosa evocativa e i suoi personaggi profondamente umani e imperfetti. Dopo If I stay, è probabilmente il mio preferito tra i libri della Forman.


Difficoltà in lingua: bassa

Top Ten Tuesday-Beautiful Book Editions



Buongiorno, lettori!Dopo un paio di settimane di assenza, finalmente riesco di nuovo a postare la cara e vecchia top ten tuesday!Per questo martedi avrei voluto parlarvi del tema della settimana, ma per mancanza di tempo non sono riuscita più a preparare il post e ho deciso di proporvi una carinissima top ten che avevo stilato qualche settimana fa, quello delle più belle edizioni di libri (sia classici che contemporanei)!Lo so, tema scontato, ma almeno non scontato quanto quello sulle cover xD Girando per internet ho trovato edizioni di classici a dir poco meravigliose, ma non sono da meno anche delle edizioni di qualche titolo recente in cui mi sono imbattuta!
Conoscete le edizioni che ho scelto?Quali sono le vostre preferite?Fatemi sapere nei commenti :)


Top Ten-Beautiful Book Editions

love all of the Puffin in Bloom books, especially Anne of Green Gables and A Little Princess!
1.Puffin Bloom Books

2.Mr.Boddington Penguin Classics

3.Virago Modern Classics

4.Cover Originali Trilogia delle Gemme Kiersten Gier


5.Penguin Threads


heirloom collection jane austen
6.The Heirloom Collection of Jane Austen's Novels


7.Barnes and Nobles Leather Bound Clasics


8.Edizioni inglesi dei libri di Zafon


9.Penguin Classics Deluxe Edition


10.Alice in Tumblr-Land Tim Manley



Fonti Immagini #1, #2, #3

Recensione The Sin Eater's Daughter Melinda Salisbury

Buona domenica a tutti, e tanti auguri a tutte le lettrici del blog :) Sono finalmente tornata a casa, e anche se il mio proposito di continuare a pubblicare qualcosa anche in mia assenza è fallito miseramente, sono pronta a ripartire e ho già tanti bei post in programma per i prossimi giorni!Per oggi ho deciso di non fare il solito Weekly Recap perché la scorsa settimana ho letto un solo libro, e sono rimasta indietro con praticamente ogni cosa relativa al blog, quindi ho pensato di proporvi la 
recensione del bellissimo The Sin Eater's Daughter!


The Sin Eater’s Daughter (The Sin Eater’s Daughter, #1)

Titolo: The Sin Eater's Daughter
Autore: Melinda Salisbury
Editore: Scholastic Children's Books
Pagine: 336
Trama:
La diciassettenne Twylla vive a corte. Ma nonostante sia la promessa sposa del principe, Twylla non è esattamente un membro del castello. Lei è l'esecutore. Come Daunen Embodied, Dea incarnata, Twylla uccide chiunque lei tocchi. Ogni mese viene portata nelle prigioni ed è costretta ad appoggiare le sue mani su quelle degli uomini accusati di alto tradimento. Nessuno potrà mai amare una ragazza come lei. Anche il principe, che in teoria dovrebbe essere immune al tocco fatale di Twylla, evita la sua compagnia.Poi un giorno arriva una nuova guardia, un ragazzo il cui sorriso contraddice la sua abilità nel maneggiare una spada, e che è capace di vedere oltre l'abilità di Twylla, che è capace di vederla come una comune ragazza e non come una Dea. Ma Twylla è promessa al principe, e sa bene cosa succede a chi tradisce la regina. La regina stessa ha un piano per distruggere i suoi nemici, un piano che richiede un enorme sacrificio. Twylla farà tutto ciò che è in suo potere per proteggere il suo Regno?O abbandonerà il suo compito in favore di un amore segnato dal destino?


The Sin Eater's Daughter è uno dei libri che più mi ispiravano tra le uscite di quest'anno. Il titolo, la cover, la trama..tutto sembrava promettere una lettura meravigliosa e la Salisbury non mi ha affatto delusa. The Sin Eater's Daughter è un fantasy dalle tinte dark, appassionante e originale, con una trama tanto complessa quanto avvincente, e una mitologia tra le migliori di cui abbia mai letto.

Ciò che più mi ha colpito del romanzo è sicuramente l'imprevedibilità dell'intera storia. Ho iniziato il libro conoscendo vagamente la trama, ma con un'idea abbastanza chiara di cosa sarebbe successo. In realtà tutte le mie previsioni sono crollate dopo pochi capitoli, e The Sin Eater's Daughter ha continuato a sorprendermi ancora e ancora fino alla fine. Non si tratta della classica storia semplice e lineare dove tutto è chiaro e ha un senso, al contrario, The Sin Eater's Daughter ha una trama contorta, difficile da anticipare ma che riesce a catturarti sin dalla prima pagina.

Uno degli aspetti che più ho amato del libro è sicuramente l'ambientazione. Lormere è un piccolo regno alla cui base vi è l'adorazione di due Dei dai caratteri opposti. L'uno rappresenta la luce, il bene, e l'altro, rappresenta l'oscurità, il male.
Ma ancora più antica della religione, fondamentale per la vita del regno è la Sin Eater, letteralmente la "mangia-peccati". La Sin Eater libera le anime dei morti mangiando i cibi che rappresentano tutti i peccati commessi in vita. Se a un defunto viene negata la cerimonia, la sua anima non troverà mai pace.

Twylla è la figlia dell'attuale Sin Eater, ma è anche Daunen Embodied, la personificazione della figlia del Dio della luce e della Dea dell'oscurità.
Da Daunen, Twylla è destinata a portare pace e speranza alla popolazione, ma allo stesso tempo ha il compito di punire chiunque tradisca il regno. Ed è per questo che ogni mese beve un particolare veleno, che scorre nelle sue vene e le permette di uccidere con un solo tocco.
Quando la regina le offre di vivere al castello, di sposare suo figlio, e portare avanti il suo destino da Daunen Embodied, Twylla, per evitare una vita da Sin Eater, accetta, senza rendersi conto del futuro che la attende.

Twilla non è la tipica eroina forte e coraggiosa, al contrario è una comunissima ragazza che sogna la libertà, la possibilità di scegliere chi essere, e che crede di averla raggiunta, solo per poi vedersela strappata via una seconda volta. Non ha mai voluto la vita a cui era destinata una volta, e alla prima occasione ha abbandonato tutto per la sicurezza e il comfort che il castello offriva. Ma il castello si rivela ben presto una prigione, una dalla quale non potrà mai scappare, e che la trasforma, giorno dopo giorno, in una persona ben lontana da ciò che era e ciò che voleva diventare. Quando una sconvolgente verità si abbatte su di lei, il suo mondo, tutto ciò in cui ha sempre creduto, sembra cadere a pezzi, e Twylla sarà costretta a compiere finalmente la scelta che per tutta la vita le è stata negata.

Ho amato lo sviluppo del suo personaggio nel corso della storia. Twylla passa dall'essere una protagonista passiva, che subisce e segue gli ordini della regina, sicura che sia l'unico modo per salvare se stessa e la sua famiglia, a una ragazza consapevole di ciò che accade intorno a lei e che fa di tutto per rimediare agli errori commessi in passato. La storia d'amore in questo caso è la chiave di tutto, l'elemento dal quale parte l'intero svolgersi della storia, ma è stata inserita all'interno della storia in modo cosi realistico e naturale che non mi è dispiaciuta per niente anzi, si è rivelato uno degli aspetti migliori del romanzo.

Ho trovato il finale, privo di cliffhanger, a dir poco stupendo e anche se sono felice che vi sia un seguito, ho apprezzato il fatto che il libro possa essere letto benissimo come uno stand-alone.



Difficoltà in lingua: medio-bassa. La scrittura della Salisbury di per sé è abbastanza semplice, e potrebbero causare delle difficoltà solo alcune descrizioni e particolari passaggi dove la trama si fa più complessa.

Weekly Recomendation #5 L'estate dei segreti perduti di E.Lockhart


Buongiorno, lettori!Oggi ritorna la rubrica in collaborazione con Giusy di Divoratori di libriWeekly Reccomendation!Prima di iniziare vi ripeto brevemente in cosa consiste: si tratta di una rubrica che segue un po' il principio del Like This, Try This del Blogger Love Project. Io e Giusy sceglieremo a ogni appuntamento un libro, letto da entrambe, e da lì prenderemo ispirazione per un particolare tema. In base a questo tema vi parleremo di un libro che abbiamo letto e che vi consigliamo, e un altro che non abbiamo ancora letto ma che è in wishlist e che corrisponde al tema del giorno!


Il libro che abbiamo scelto come tema centrale è L'estate dei segreti perduti di Lockhart, un romanzo che da un lato ho amato e che dall'altro mi ha un po' delusa. Come storia è molto molto particolare e ci ho messo un po' a trovare dei titoli adatti, e alla fine la mia scelta è ricaduta su Don't You Forget About Me e And We Stay!

(Don't You) Forget About MeAnd We Stay

Don't You Forget About Me (recensione) è un libro molto diverso da We were liars, vi sono elementi paranormal, le protagoniste sono completamente opposte e anche lo stile delle due autrici è diversissimo l'uno dall'altro. Tuttavia entrambe le protagoniste durante il libro affrontano un cammino per cercare di scoprire la verità su degli avvenimenti che, una inconsapevolmente e l'altra volontariamente, hanno cercato in tutti i modi di dimenticare. And We Stay invece è un contemporaneo e anche se la protagonista non si trova ad affrontare gli stessi problemi di Cadence e Skylar, anche lei dovrà fare i conti con una morte che stravolgerà completamente la sua vita e il suo modo di vedere le cose.

E questo è tutto per oggi!Che ne pensate?Avete letto/Conoscete qualcuno di questi titoli?

February Recap + March TBR


Buongiorno, lettori!Come vi ho anticipato ieri, questa settimana non sarò a casa, ma starò a Bologna da mia sorella per andare all'open day dell'università. Per i prossimi giorni però sono riuscita a programmare un paio di post (tra cui una recensione di un libro stupendo!), mentre oggi vi propongo il recap di febbraio!Rispetto al solito recap, questo mese ho aggiunto la sezione "what i've been watching" su film e serie tv in attesa della rubrica che, vi prometto, è work in progress, e la sezione February's Thoughts!


February's Posts


February's Readings

1.The Sin Eater's Daughter Melinda Salisbury-Questo libro è probabilmente il mio nuovo fantasy preferito. E' stata una lettura sorprendente, non mi sarei mai aspettata che la storia si sviluppasse in quel modo né che l'avrei amata cosi tanto. Mitologia meravigliosa, personaggi fantastici e colpi di scena che non avrei mai visto arrivare. Ho poi particolarmente apprezzato il finale: nessun cliffhanger, ma un'ultima pagina che ti fa desiderare di avere il seguito al più presto. In settimana pubblicherò la recensione!


2.The Ruby Circle Richelle Mead-Bello, bello, bello. Una degna conclusione a una serie, nel suo insieme, stupenda. Devo dire che mi mancherà il mondo di Vampire Academy, soprattutto con tutti gli sviluppi che si sono avuti in The Ruby Circle, ma il finale della Mead mi ha pienamente soddisfatta e ora leggerò al più presto gli altri suoi lavori.

3.Please Remain Calm Courtney Summers-Stupendo seguito/finale mancante. Per chiunque non conoscesse la serie, vi consiglio di leggere al più presto This is Not a Test e procurarvi subito dopo Please Remain Calm.

4.Perfect Ellen Hopkins-Come tutti i libri della Hopkins anche Perfect è molto particolare, ma nel complesso l'ho adorato molto più di Impulse, e probabilmente come livello siamo allo stesso di Crank. Come sempre lo stile è semplicemente meraviglioso, la scrittura della Hopkins è poesia.

5.The Burning Sky Sherry Thomas-Insieme a The Sin Eater's Daughter, The Burning Sky è stata la seconda rivelazione del mese. Una lettura fantastica, devo leggere il seguito al più presto!

6.I Was Here Gayle Forman-Ammetto che I Was Here mi ha sorpreso, e non poco. Dopo Just One Day, che mi è piaciuto ma mi ha un po' deluso, non mi aspettavo niente di che, e invece mi sono ricreduta. Intenso e toccante, I Was Here è una bellissimo contemporaneo che in parte mi ha ricordato le atmosfere di If I Stay, e un po' i temi di All the bright places. Consigliatissimo!


What i've been Watching

Voglio parlarvi da mesi e mesi di ciò che guardo ultimamente, ho trovato il nome della rubrica, ho anche pensato a come strutturarla, ma non riesco a trovare il tempo di mettermi a scrivere un primo appuntamento. Ci riuscirò mai?Intanto ho deciso di inserire un piccolo riepilogo di ciò che vedo nel recap del mese!
Vediamo, febbraio dal punto di vista delle serie tv è stato abbastanza pieno: ho continuato a seguire The 100 (uno show che continua a sorprendermi), The Flash (bello bello), e sulla scia di questa serie mi sono finalmente decisa a iniziare Arrow, dopo non aver fatto che rimandare e rimandare per mesi. Ho anche continuato con The Originals (non ho ancora capito se questa serie mi piace o meno), Pretty Little Liars (ormai siamo vicini a scoprire chi è A, e dopo di che non penso continuerò a guardarlo), Reign (carino), Girls (con cui sono indietrissimo), New Girl (fantastico come sempre) e Glee (sto adorando quest'ultima stagione). Infine ho iniziato la terza stagione di Sherlock (stupenda) e questa nuova serie inglese, Glue, che è stata definita come il nuovo "Skins". Per adesso sembra carina, e si, mi ricorda molto Skins, ma ha anche tanti elementi di novità. Spero di finire la prima stagione per questo mese!
Per quanto riguarda i film invece, ho visto solo The Theory of Everything, Scrivimi Ancora, e ho rivisto Harry Potter e il calice di fuoco in seguito alla rilettura in lingua del libro.

February's Thoughts

Questo mese è stato un po' un disastro sotto tutti i punti di vista. Ho fatto almeno la metà delle cose che avevo in mente di fare, sono stata una settimana a letto malata, e il resto del tempo l'ho passato a studiare come una pazza. Per quanto riguarda il blog ho pubblicato solo 10 post!Penso sia una sorta di record, nemmeno nei mesi più impegnativi posto cosi poco. L'unico lato positivo sono state le letture. Ho letto molto più di quanto pensavo, e nel complesso tutti i libri si sono rivelati stupendi, per non parlare di The Sin Eater's Daughter che è entrato tra i miei preferiti. Anche con le serie tv sono abbastanza soddisfatta. La settimana scorsa, costretta a letto, non ho fatto altro che guardare episodi su episodi. A marzo probabilmente guarderò poco e niente, quindi sono contenta di aver fatto "il pieno" questo mese xD

March TBR

Per questo mese ho in programma tante belle letture, anche se probabilmente ho esagerato un po' xD 
Innanzitutto, due riletture: Sono nel tuo sogno di Isabel Abedi e Harry Potter e l'ordine della fenice (in lingua). Sono nel tuo sogno voglio rileggerlo perché l'ho amato moltissimo, è passato cosi tanto tempo da quando l'ho letto che non ricordo praticamente niente della storia, e poi sono curiosa di vedere se anche dopo centinaia di altri Young Adults, lo amerò di nuovo come la prima volta. Dopo la rilettura vorrei anche riparlarne meglio qui sul blog perché, sinceramente, la recensione che avevo scritto tre anni fa è orribile xD Poi c'è The Haunting of Sunshine Girl che mi ispira troppo, World After (Angelfall #2) e The Perilous Sea (The Burning Sky #2), assolutamente da leggere, Io prima di te e Noi di Nicholls, perché arrivata l'ora di leggere qualcosa di Jojo Moyes e qualcos'altro di Nicholls. Infine, tre letture che, se riesco a finire tutti gli altri libri, farò sicuramente: The Paper Magician, che sembra troppo carino, Mondo di Cenere di Jeanine Frost, di cui non sapevo niente fino a che non mi è arrivato a sorpresa dalla Harlequin, ma a cui penso darò una possibilità, e Tilt di Ellen Hopkins perché dopo Perfect mi sento particolarmente ispirata verso quest'autrice (in più i suoi libri si divorano in un giorno quindi). 

E questo è il recap di febbraio!Come è andato a voi questo mese?Quali letture avete fatto?Cosa avete in programma per marzo?