Recensione Fall for Anything Courtney Summers

Buona domenica a tutti, lettori!Scusatemi per l'assenza degli ultimi giorni, settimana prossima ho tre esami, ed essendo i primi e non sapendo bene cosa aspettarmi sto studiando giorno e notte da settimane xD Ho trascurato moltissimo il blog (e non voglio nemmeno aggiornarvi sulla situazione "letture", ottobre è quasi finito e ho letto solo un libro!), ma giovedì dovrei liberarmi e spero di potermi dedicare alla blogosfera per qualche giorno.
Oggi comunque vi lascio il mio parere su Fall for anything della Summers, letto ad aprile e amato moltissimo ^^



Ho letto Fall For Anything qualche mese fa, prima di All the Rage e Cracked up to be (altri libri della Summers), quindi di fatto questo è stato il mio primo contemporaneo dell'autrice dopo This is not a test e il suo seguito, che ho amato moltissimo. Al contrario degli altri romanzi della Summers, la serie di This is not a test non è un contemporaneo ma una sorta di dispotico-apocalittico, e se l'ho amata così tanto è proprio perché l'autrice è riuscita a distinguersi creando una storia che ha molto poco di distopico e davvero tanto di umano.
Fall for Anything mi è piaciuto più o meno per lo stesso motivo. La storia non potrebbe essere più diversa, ma alla base troviamo gli stessi sentimenti, le stesse tematiche. Perdita, dolore, e sopravvivenza fanno da motore a una storia difficile da leggere ma facile da amare. 

Milo esita. "Prima."
"Non farlo,"Dico.
"Non fare cosa?"
"Non dividermi in prima e dopo."

Il padre di Eddie è appena morto. Si è suicidato. Ed Eddie non sa cosa fare. Improvvisamente anche lei si ritrova a lottare per trovare una ragione di vita. La cosa peggiore?Suo padre ha deciso di andarsene senza nessun motivo apparente, ed è questo ciò che fa star più male la ragazza. Sua madre non è affatto in condizioni migliori, e l'unico che sembra parzialmente risollevarla è il miglior amico di sempre, Milo. Ma quando il tentativo di ritornare alla vita "normale" non funziona, ecco che Eddie si allontana sempre di più da sua madre, e da Milo. E poi incontra Culler, allievo di suo padre, l'unico che riesce a capire il suo dolore, è l'unico che in questo momento riesce a farla sentire viva.
Culler vede il mondo attraverso la macchina fotografica ed è solo con le sue foto che riesce ad accettare e comprendere la realtà che gli si presenta davanti: il suo idolo, il suo maestro, è morto e non c'è niente che abbia lasciato indietro che possa aiutarlo. Perché lo ha fatto?Perché era tanto infelice da lasciare tutte le persone che lo amavano?Perché nessuno si è accorto di niente?Il perché di tutto è la domanda su cui si incentra l'intero libro e nessuno dei personaggi, né Eddie, né sua madre, né Culler, sembrano essere capaci di lasciarla andare.

Colgo me stessa allo specchio e realizzo che mio padre non mi vedrà mai così. Sto diventando una persona che mio padre non conoscerà mai.

Come sempre lo stile dell'autrice è magnifico. La Summers riesce a catturare perfettamente il dolore, la solitudine e la rabbia di Eddie e non solo, riesce a trasmettere tutto ciò al lettore tanto da farci entrare nella testa di Eddie, farci sentire come se camminassimo al suo fianco e come se, insieme a lei, anche noi potessimo precipitare da un momento all'altro. Ho amato moltissimo anche i dialoghi e le situazioni che la Summers ha creato. Spesso nei libri accade la cosa giusta al momento giusto, e i personaggi dicono ciò che sentono nel momento in cui lo desiderano. E invece le storie della Summers sono piene di silenzi dolorosi, parole non dette, abbracci rimpianti e conversazioni strazianti. 

I libri di quest'autrice non sono tanto storie d'amore, storie di crescita, ma più storie di sopravvivenza. I suoi personaggi affrontano morte e distruzione e in qualche modo trovano la forza di andare avanti, di vivere nonostante tutto. Ed è questo che mi fa apprezzare i suoi romanzi così tanto. Fall for Anything è un ottimo libro per iniziare a leggere quest'autrice, e non posso fare a meno di consigliarlo.


Difficoltà di lettura in lingua: medio-bassa. Non la consiglio come primo libro, ma è decisamente fattibile per chi ha già un minimo di esperienza di lettura ;)




Snap Away Challenge-BLP 2015



Benvenuti alla seconda tappa del DAY FIVE del BLP!La Snap Away Challenge si concentra tutta sulla fotografia: l'obiettivo è fotografare i nostri libri, nei modi più svariati, e di pubblicare le foto sui nostri blog. Le foto possono  essere random o seguire un tema particolare. Alcuni esempi?Fotografa le tue cover preferite, i tuoi libri preferiti dell’ultimo anno, i tuoi libri che hanno cover di un particolare colore, una particolare sezione della tua libreria/una sezione random della tua libreria, i tuoi libri in lingua, i titoli migliori...Oppure segui un tag (il Rainbow Tag/Il Color Book Tag). Le possibilità sono veramente infinite.
Io ho deciso di dividere le mie foto in quattro categorie: books and flowers, foto in bianco e nero, il book color tag (con libri dalle cover verdi, blu, e rosse) e infine le cover preferite!Ho fatto le foto prima di trasferirmi (a fine agosto in pratica), quindi è probabile che alcune le avete già viste su Instagram xD In ogni caso, sono curiosissima di vedere le vostre, di foto, quindi lasciatemi pure il link a fine post o condividetelo sul gruppo fb dell'iniziativa :D
















Blogger Love Project-Tag a coppie

È ora del tag a coppie!Scegliete insieme al vostro compagno un tag che vi piace/non avete mai fatto prima, trovato sulla blogosfera o su youtube, e pubblicatelo!
La lista di tag tra cui scegliere è praticamente infinita, quindi sbizzaritevi nel fare quelli più belli e originali!


Buongiorno lettori e benvenuti alla prima tappa del BLP di oggi!Il Tag a coppie era una delle attività che aspettavo di più e sono curiosissima di vedere i vostri post *__*
Il Tag che abbiamo scelto io e Olga di Dreaming with Books è il Chocolate Book Tag!Volevo provare a farlo da mesi ma con i tag sono abbastanza scostante, penso che l'ultimo che avete visto fosse incluso nel BLP dell'anno scorso xD In ogni caso, queste sono le nostre risposte!Non penso esista nessuna regola precisa per i "tag a coppie", ma noi abbiamo deciso di inserire entrambe le risposte (mie e di Olga), più relativi commenti ^_^


C H O C O L A T E B O O K T A G

Cioccolato fondente-Un libro che affronti temi difficili
Juliette-All The Rage di Courtney Summers. Lo so, nomino la Summers in ogni occasione ma che posso farci?Quest'autrice merita davvero tantissimo e, oltre a scrivere meravigliosamente, affronta tanti temi difficili. In All the Rage si parla di stupro e penso che, insieme a Speak, questo sia il miglior libro per ragazzi dedicato all'argomento in circolazione.
Olga-Sicuramente temi molto importanti e purtroppo attuali, di cui è sempre bene parlare! Come Juliette, anche io sono prevedibile e parlo sempre di Nicholas Sparks, ma è il mio scrittore preferito e non posso farci niente.  Le sue non sono semplici storie d’amore, qui mi vengono in mente soprattutto due libri: “La scelta”, che parla in cui si parla di eutanasia e di scelte, appunto, e “Vicino a te non ho paura”, in cui il tema fondamentale è la violenza sulle donne. 

Cioccolato bianco-Un libro leggero e divertente
Juliette-Per questa categoria ho optato per due titoli non conosciutissimi: Since you've been gone di Morgan Matson, una perfetta lettura estiva che parla di amicizia e nuove esperienze, e A little something different, che uscirà (o forse è già uscito?) in Italia con il titolo Qualcosa di molto speciale. Si tratta di un libro molto breve e anche molto particolare, la storia d'amore poi è carinissima!
Olga-Quanto adoro le letture estive e le storie d’amore *.* Grazie Juliette per avermi dato altri due titoli da aggiungere alla mia già infinita lista di libri da leggere! Io scelgo “Ti amo ti odio mi manchi” di Niamh Grenee.  Fa troppo ridere questo libro, troppo, ve lo assicuro. La protagonista Maggie è davvero fantastica, così come tutte le brutte figure che le capitano proprio quando nei paraggi c’è l’uomo per cui ha una cotta! 

Cioccolato al latte-Un libro di cui tutti parlano e che muori dalla voglia di leggere
Olga-Vorrei tanto leggere i libri della trilogia di Maze Runner di James Dashner. Ho i primi due libri, ma non sono ancora riuscita a leggerli per lo studio.. Ma non penso resisterò ancora a lungo! 
Juliette-Beh ma The Maze Runner è assolutamente da leggere, non ho ancora completato la trilogia ma il primo volume mi è piaciuto moltissimo *__* Io invece scelgo Talon di Julie Kagawa. Sono settimane che non si parla d'altro. In realtà il libro mi è arrivato settimane fa, ma causa studio non sono ancora riuscita a iniziarlo.

Cioccolato con cuore di caramello-Un libro che ti ha fatto venire gli occhi a cuoricino-
Juliette-Avrei ampia scelta qui, ma opterò per due "classici" della categoria occhi a cuoricino: i libri della Perkins (Anna and the french kiss) e i libri della Rowell (Fangirl, Eleanor & Park).
Olga-Be’, mi sa che prima o poi dovrò leggere “Fangirl”, ne parlano tutti! E la categoria “occhi a cuoricino” è decisamente la mia ;) Io invece scelgo "Mi arrivi come da un sogno” di Diego Galdino: la storia d’amore tra Clark e Lucia è così dolce, spontanea e sincera che è impossibile non restarne coinvolti! 

KitKat-L'ultimo libro che ti ha piacevolmente sorpresa-
Olga-Scelgo un libro di un genere che non avevo mai letto prima, un giallo: “Il richiamo del cuculo” di J.K. Rowling. Ho letto questo romanzo qualche mese fa, e mi è piaciuto molto, non mi sarei mai aspettata certi risvolti della storia! Non c’è niente da fare, la Rowling potrebbe farmi piacere qualsiasi cosa!
Juliette-Nemmeno io leggo molti gialli, ma quello della Rowling voglio assolutamente leggerlo, non ho dubbi sul fatto che sorprenderà anche me!Per quanto riguarda la mia scelta, ho appena finito Go Set A Watchmen di Harper Lee e mi ha colpito davvero molto. Dopo aver letto così tanti pareri contrastanti, temevo che mi avrebbe delusa e avrebbe cambiato la mia opinione su Il buio oltre la siepe, e invece mi ha fatto amare ancora di più la storia originale.

Nutella-Un libro per cui vai matta
Olga- Non posso non scegliere “Four”, devo per forza scegliere lui. Conserverò questo libro come se fosse un tesoro, perché per me effettivamente lo è. Amo Quattro e attraverso questo libro l’ho amato ancora di più! 
Juliette-Anch'io ho amato moltissimo Four, stupendo *__* 
Qui scelgo uno degli ultimi libri entrati tra i "preferiti": The rest of us just live here di Patrick Ness. Vi ho parlato fin troppo di questo libro, ma mi è piaciuto davvero tanto e da quando l'ho letto paragono più o meno ogni young adult che leggo allo standard di Ness.

Cioccolata calda con gelato e marshmellows-Un libro da cui torni ogni volta che hai bisogno di sentirti te stessa
Juliette-Risposta un po' scontata, ma come potrei scegliere altro?Penso che Harry Potter sia la comfort read per eccellenza, quella a cui ti rivolgi ogni volta che ne hai bisogno.
Olga-Oh, Harry *.* Come si fa a non scegliere Harry? Sono assolutamente d’accordo con te, anche io ho un’unica scelta possibile, ed è “Harry Potter”, l’intera saga. Hogwarts is my home, e lo sarà sempre. Once a Potterhead, always a Potterhead, non si torna indietro dal mondo magico! 

Scatola di cioccolatini-Una serie che hai letto e ha un po' per tutti-
Olga-“Le Cronache di Narnia” di C.S. Lewis, è geniale sotto tutti i punti di vista. A parte il fatto che sto scrivendo la tesi su questo capolavoro, ci sono elementi che piacerebbero un po’ a tutti i lettori! Sono storie prevalentemente per bambini, ma leggendolo da grande ho scoperto mille altre cose che non avevo capito prima
Juliette-Percy Jackson!É una lettura middle grade ma, un po' come HP, la si ama ad ogni età!Ho letto la serie l'anno scorso e mi sono completamente innamorata del mondo creato da Riordan, tant'è che voglio assolutamente tornarci leggendo anche l'altra serie (non so se ce ne è più di una) dedicata *__*


Share a Tip!Come aggiungere divisori tra un post e l'altro (BLP 2015)




Buonasera, lettori!Purtroppo non sono riuscita a fare la prima attività del BLP di oggi, ma volevo assolutamente partecipare alla challenge Share a Tip, quindi eccomi qui con un tutorial semplicissimo che spero possa aiutarvi :)
Il tutorial è dedicato ai divisori tra un post e l’altro che potete vedere qui sul mio blog. Ci sono tanti modi per inserirli, ma vi propongo il metodo più semplice che funziona benissimo su template simili alla mia (nel mio blog infatti i post non sono separati e non sono nemmeno racchiusi in box, ma se avete template simili suppongo che i divisori non vi servano a prescindere xD).

TUTORIAL

Step One-Create il vostro divider!Come vedete il mio è fatto di una serie di fiorellini a tema con la grafica (se ricordate a inizio anno erano piumette), che ho creato con photoshop. Per farne uno potete usare GIMP o PicMonkey, o ancora potete cercare su google qualcosa di gratuito e già pronto (ci sono decine di blogger che ne mettono a disposizione).
Step Two-Caricate la vostra immagine su un servizio qualsiasi di hosting, in modo da ottenere un URL.
Step Three-Copiate questo codice:
.post-footer {
 background: url(INDIRIZZO IMMAGINE); 
background-repeat: no-repeat; 
background-position: bottom center; 
margin:8em 0 1.5em; 
padding-bottom:9.5em; 
margin: 1.5em 0 0;
}
Step Four- Aprite blogger- modello- modifica html. Cercate la riga : <b:skin> ed espandetela. A questo punto dovreste vedere un’intera sezione di codici. Scorrete fino a trovare la riga .post-footer. A questo punto eliminate tutta la sezione (da .post-footer fino alla }) e incollate il codice di prima.
Step Five- Cliccate su anteprima modello, e se necessario modificate margin e padding.

Step Six-Salvate!

Unpopular Opinions Book TAG-Blogger Love Project


Buongiorno lettori!Siamo già alla seconda tappa del BLP e il programma di oggi prevede uno dei miei tag preferiti di sempre: the unpopular opinions book tag!Molti di voi lo conosceranno già, ma in breve si tratta di un tag dedicato a tutte quelle volte in cui il nostro parere su un libro non rispecchiava quello della maggior parte dei lettori. Ecco le mie risposte :D
P.S.Attenzione agli spoiler, di cui ho ovviamente segnalato inizio e fine, alla domanda 1 e 3 :) 

Ho odiato la serie Starcrossed di Josephine Angelini. La premessa mi piaceva, e amo la mitologia greca, ma i libri della Angelini non sono proprio riusciti a convincermi, nonostante sia arrivata fino alla fine della trilogia. 
Ho trovato la protagonista così stupida e cocciuta, il triangolo amoroso è uno dei peggiori di cui abbia mai letto, e SPOILER l'intero escamotage del sono cugini/non sono cugini/facciamoli disperare per introdurre un triangolo FINE SPOILER non mi ha convinto nemmeno per un secondo. 

Altro libro che non ho amato come avrei voluto
è Hopeless di Colleen Hoover. Ho adorato Slammed, ma questo libro non mi è sembrato molto diverso da tutti gli altri New Adults in circolazione. La protagonista poi mi dava sui nervi, soprattutto nei primi capitoli. Il protagonista maschile era okay, ma come ho detto, niente di speciale rispetto agli altri New Adults.
In ogni caso darò decisamente un'altra possibilità alla Hoover, leggendo magari Ugly Love.

I Vampiri di Morganville di Rachel Caine. Ma quanto ho amato questa serie?È probabilmente una delle mie saghe preferite a tema vampiri (insieme a Vampire Academy). I primi volumi non mi hanno entusiasmato, ma dal quarto/quinto libro in poi la serie non fa che migliorare, tant'è che mi sono ritrovata a divorare 15 libri in poco meno di un anno.
Purtroppo la maggior parte delle persone si fermano al primo/secondo volume (e lo ammetto, questi sono abbastanza mediocri), e di conseguenza la serie non risulta molto popolare. 
Altra serie non molto amata, ma che è diventata una delle mie preferite, è la trilogia di Matched di Ally Condie. Ho amato tutto di questa serie: il mondo creato dall'autrice, l'ambientazione dei vari libri, la poesia, la protagonista, il triangolo amoroso, il finale che ho trovato a dir poco perfetto.




Ho passato mezz'ora a guardare la libreria e non mi è venuto in mente nessun triangolo in cui la mia ship non ha "vinto", ma se devo parlare di conclusioni di triangoli che non ho apprezzato, la trilogia di Splintered è il miglior esempio. 

Ho amato la saga, ho amato il primo volume, e il secondo, e la maggior parte del terzo, e poi SPOILER Alyssa deve compiere la scelta. Jeb o Morpheus?Mondo umano o Wonderland?E alla fine?Sceglie entrambi. E no, mi dispiace perché ho amato la storia, ma Alyssa doveva scegliere uno dei due e basta, e l'autrice non doveva ideare una scorciatoia per farla finire con entrambi. 
Ed è qualcosa che in alcuni libri ha anche funzionato, ma non qui. Qui sembra solo un modo per accontentare tutti i lettori. FINE SPOILER


Non c'è un genere letterario che odio/non leggerei mai, ma diciamo che i libri romance, unicamente incentrati sulla storia d'amore, non mi entusiasmano più di tanto e li leggo molto raramente. Ovviamente ci sono delle eccezioni, ma in generale preferisco sempre libri in cui oltre al romance c'è qualche altro elemento interessante.

Qui mi trovo abbastanza in difficoltà perché la maggior parte dei personaggi popolari sono personaggi che io stessa apprezzo molto, o che in passato ho amato (adoravo Daemon di Obsidian per esempio, e adesso lo trovo uno dei protagonisti più stereotipati e banali di sempre). Ma se ci sono due personaggi che ho odiato sin dall'inizio, questi sono Travis e Abby di A Beautiful Disaster. Il libro in sé è orribile, e i personaggi sono uno peggio dell'altro. Non capisco come possano piacere così tanto.


Direi Kami Garcia. Ho amato La sedicesima luna, ma non riesco proprio a continuare la saga (e ci ho provato a continuarla, diverse volte). Ho anche provato a iniziare la sua nuova serie ma niente, non mi prende affatto.Altra autrice che non fa proprio per me, e qui mi ripeto, è Josephine Angelini. Ho odiato Starcrossed, e nemmeno la sua nuova serie, Attraverso il fuoco, mi è piaciuta.

Ragazza incontra ragazzo. Il ragazzo si comporta da stronzo-la ignora, la insulta, le dice espressamente di stargli lontano- ma si presenta misteriosamente ogni volta che la ragazza è in pericolo. Il 90% del libro passa così, e poi la ragazza scopre che in realtà il ragazzo non è affatto uno stronzo, al contrario ha un cuore d'oro, ma ha un passato terribile e si comportava così per proteggerla, o per una qualsiasi altra ragione.
Sono cosi stanca di queste storie. Ovviamente ci sono libri in cui ho amato personaggi del genere-Jace e Will di Shadowhunters sono l'esempio perfetto di serie in cui questo tipo di storyline riescono-ma ormai vengono riproposti continuamente, e non se ne può davvero più.



Ho diversi titoli che sono sicura non leggerò mai. La serie Soulless mi ha sempre incuriosito, ma ho ormai superato la fase "steampunk" e sinceramente nemmeno la trama mi ispira più di tanto. 

Della  serie di Charlaine Harris se ne parla da sempre, ma uno è troppo lunga e due ne ho abbastanza di vampiri. 
Infine Il segno del destino era uno di quei libri che volevo assolutamente leggere qualche anno fa, ma più o meno da quando è uscito in Italia il mio interesse è scemato, merito anche delle recensioni non troppo entusiaste lette in giro.


The 100. Sto amando moltissimo la serie tv, la prima stagione mi era piaciuta abbastanza ma la seconda mi ha completamente conquistato, e ora aspetto impazientemente la terza. 
Il libro?Scritto malissimo, con personaggi terribilmente piatti e banali, e una storyline che non è nemmeno lontanamente interessante quanto quella del telefilm.


Blogger Love Project!Let's get started!


Buona a domenica a tutti, lettori!Oggi il Blogger Love Project ha ufficialmente inizio (qui il post introduttivo per chi se lo fosse perso), e la prima tappa dell'iniziativa consiste nella condivisione degli obiettivi che ognuno si propone di raggiungere durante il progetto. 
Che tipo di obiettivi?Qui non abbiamo nessuna direttiva specifica, potete condividere cosa avete intenzione di fare per il vostro blog (post da scrivere/grafica da cambiare), come lettori in generale (libri nella TBR), e come partecipanti al BLP (quali tappe farete/cosa attendete maggiormente). 
Vediamo la mia lista!A ogni edizione del BLP mi sono sempre fatta prendere dall'eccitazione generale e ho finito per pormi fin troppi obiettivi (risultato: ne ho raggiunti si e no la metà), quindi quest'anno la mia lista è molto ridotta e molto più fattibile. Nelle ultime settimane poi ho trascurato tantissimo la blogosfera, quindi questa è l'occasione perfetta per recuperare ^^


1.Scrivere almeno due recensioni in arretrato
2.Aggiornare indice recensioni
3.Scoprire almeno 5 nuovi blog
4.Partecipare attivamente all'iniziativa
5.Commentare frequentemente i blog che seguo
6.Sistemare la side bar
7.Partecipare ai tag Unpopular Opinions/Tag a Coppie/A Day in the life of a Blogger/5 Favourites/Share a Tip/Snap Away/


Leggere in inglese-Prima lettura, dove comprare e altri consigli


Buongiorno, lettori!Ve l'avevo promesso da tanto tempo, e finalmente l'ho scritto: il secondo post sulla lettura in lingua!Ci sono tante cose che nel primo post non avevo approfondito o avevo semplicemente tralasciato, quindi spero di riuscire a chiarire eventuali dubbi e domande ^^  



P R I M A   L E T T U R A

-Per la primissima lettura avete bisogno di una conoscenza base della lingua. Dovete avere chiare le cose fondamentali della grammatica inglese: pronomi, tempi verbali (almeno presente-passato-futuro) i rapporti soggetto-predicato ecc. Se siete a scuola e ve la cavate con la materia non dovreste avere problemi a cominciare, se non maneggiate la lingua da un po' di tempo riprenderne la grammatica potrebbe essere necessario.
-Per la prima lettura non vi consiglio tanto un cartaceo ma un ebook. Leggere su un e-reader che ha incorporato un vocabolario (anche monolingua) è molto più comodo che dover avere a portata di mano il libro cartaceo più il vocabolario. È anche vero che molti hanno letto tranquillamente cartacei, ma questo è il metodo che ha funzionato meglio per me, visto che non avevo una conoscenza vasta della lingua (in inglese ero un disastro, per essere chiari) e mi scocciava cercare manualmente le parole particolarmente difficili.
-Come scegliere la prima lettura?Già nel primo post vi avevo parlato di alcuni titoli molto semplici e accessibili, quindi vi consiglio di dare uno sguardo lì. In più da qualche mese anche nelle mie recensioni in lingua sto includendo la difficoltà di lettura, quindi se cercate qualche titolo in particolare potrebbero tornarvi utili. Piccolo consiglio: come prime letture, scegliete sempre libri di autori americani/ambientati negli Stati Uniti e non inglesi. Lo slang britannico può risultare estremamente difficile se non si conosce bene la lingua. E' vero che ci sono romanzi in cui lo slang è praticamente inesistente, o in cui comunque risulta semplice (esempio: Me Before You della Moyes), ma meglio andare sul sicuro. Per il resto, vi ricordo che su Goodreads molte persone nelle loro recensioni accennano alla difficoltà/semplicità della lettura, così come allo stile dell'autore ;)

Armatevi di pazienza, la prima volta non sarà affatto una passeggiata, soprattutto non siete familiari con la lingua. Io non ricordo di aver incontrato grandi difficoltà durante la mia prima lettura, Shatter Me, ma c'è da dire che avevo letto un po' di consigli e mi ero concentrata sin da subito sul significato generale delle frasi, senza prestare troppa attenzione a specifiche parole che non conoscevo. Di conseguenza ho letto il libro molto più velocemente di quanto mi aspettassi e ho finito per adorarlo, cosa che mi ha spronato a continuare e a comprare due libri cartacei. Ammetto che qui ho trovato più difficoltà, Unhearthly non aveva uno stile semplicissimo e alcune scene di combattimento di Anna dressed in blood mi hanno confusa non poco, ma nel complesso ho finito entrambi in pochi giorni alternandoli con letture in italiano. Come vi ho detto nel post precedente, più leggete, più diventerà semplice, e più vi piacerà e vi spronerà ad andare avanti. Presto arriverete ad un punto in cui non considererete nemmeno l'idea di sperare in una possibile pubblicazione italiana, ma vi precipiterete su Amazon a comprare quel dato libro in lingua xD

D O V E   C O M P R A R E

A proposito di acquisti, dove comprare?Al momento io utilizzo tre store diversi: Amazon, The book depository e Awesome Books.
Amazon lo uso principalmente per gli ebook. Quelli in lingua hanno sempre prezzi molto vantaggiosi, e molto spesso ci sono offerte e promozioni particolari che ne abbassano ulteriormente i prezzi. Molti ebook di autori esordienti poi sono perfino disponibili per il download gratuito (come quelli di Cameron Jace per esempio), quindi il mio consiglio è tenere sempre d'occhio i libri che vi interessano per eventuali sconti e offerte. Su Amazon si trovano anche i libri cartacei, almeno quelli abbastanza conosciuti, e a prezzi molto più convenienti di altri siti. Anche qui bisogna tenere d'occhio le varie offerte, perché i prezzi variano continuamente.
The Book Depository è lo shop online di libri per eccellenza, dove c'è praticamente di tutto (anche i titoli meno conosciuti o datati che su Amazon non si trovano). Le spedizioni sono gratuite, senza nessun limite d'acquisto, e come amazon c'è la possibilità di prenotare un libro mesi prima della sua uscita. I prezzi però sono in genere più alti.
Awesome Books è un sito inglese di libri usati (ma sono disponibili anche titoli nuove e uscite recenti), che adoro. I prezzi vanno dai tre euro in su, e anche le spedizioni costano circa tre euro. Ho fatto diversi ordini sul sito e posso dire che i libri, nonostante siano usati e molto spesso anche abbastanza datati, sono in condizioni buone. Alcuni sembrano praticamente nuovi, altri mostrano qualche segno di usura, ma non mi sono mai arrivate pagine strappate/copertine mancanti o cose del genere. Consiglio il sito per ordini abbastanza grandi (se si trovano titoli interessanti si possono fare dei veri affari), o per chi vuole provare a leggere un libro (nuovo o usato) senza spendere troppo.

A L T E R N A T I V E

Per i blogger, c'è poi Netgalley. Molti di voi lo conosceranno, ma vi spiego velocemente cos'è. Si tratta di un servizio per i blogger/giornalisti/proprietari di librerie che consente di richiedere ebook, da recensire, di libri già usciti o in anteprima. La scelta è veramente vastissima, tuttavia ci sono delle restrizioni per i blogger non americani/inglesi, e molti editori richiedono anche delle statistiche precise (per esempio, non accettano blog con meno di 500 followers e così via). All'inizio sono poche le richieste che vengono accettate, ma col tempo aumentano sempre di più, tanto che gli editori hanno anche la possibilità di darti l'accesso a ogni loro titolo, già pubblicato e non, per un auto-download (a me è successo con la Harlequin Teen e la Penguin UK). Un'alternativa è Edelweiss, che solitamente è più flessibile con i blogger stranieri.

Recensione Il dominio del fuoco (An Ember in the Ashes) Sabaa Tahir




An Ember in the ashes è uno di quei titoli di cui si è parlato incessantemente per mesi. Poche le persone a cui non è piaciuto, moltissime quelle che l’hanno amato. Ammetto che, inizialmente, non avevo intenzione di leggerlo. Negli ultimi mesi ho letto così tanti libri appartenenti più o meno allo stesso genere-mondo alternativo, ambientazione greco-romana-medievale-che mi sembrava di averne avuto abbastanza per quest’anno. Poi ho iniziato An Ember in the ashes e me ne sono innamorata. Ambientazione, personaggi, dialoghi, azione, ho amato praticamente ogni singolo elemento del romanzo e anche se il libro in realtà sarebbe autoconclusivo, anche se c’è una sorta di chiusura della storia, attendo impazientemente il seguito. 

La vita è fatta di così tanti momenti senza nessun valore. E poi, un giorno, arriva quel singolo momento che definisce ogni secondo successivo della tua vita.

Il libro è ambientato in un impero simile a quello romano, e segue due storie, apparentemente separate, che poi si intrecciano e diventano una sola: quella di Laia e di Elias. 
Laia appartiene agli Scholar, gente condannata alla miseria e molto spesso alla morte per mano delle Maschere, soldati al servizio dell’Impero. Quando suo fratello viene portato via Laia non ha scelta: deve unirsi ai ribelli per cercarlo. Thomas intanto è pronto a disertare-addestrato a diventare una Maschera sin da bambino, non ha nessuna intenzione di diventare un assassino-ma quando qualcosa di inaspettato accade, il ragazzo è costretto a restare per porsi al servizio di un bene più grande. 

Quella di narrare la storia da due punti di vista completamente diversi è stata davvero una scelta azzeccata, perché ha permesso a noi lettori di conoscere entrambi i mondi da cui i protagonisti provengono, e anche di comprendere meglio le ragioni che stanno dietro le azioni di quest'ultimi. 
Laia è una comune ragazza che si ritrova in una situazione molto più grande di lei, una situazione che non sa come affrontare. Il suo unico obiettivo è salvare suo fratello, e anche se porsi al servizio dei ribelli come potrebbe costarle la vita, Laia accetta comunque una missione-infiltrarsi come serva nel castello e fare la spia-da cui nessuno è mai tornato vivo. Ed è nel castello che il suo destino si intreccia con quello di Elias. La loro relazione, che si sviluppa solo da metà libro in poi, si allontana da qualsiasi stereotipo, ed è probabilmente la cosa che ho apprezzato di più. 

An Ember in the Ashes ha tutti gli elementi di un ottimo fantasy: è appassionante, ha un world-building fantastico e i personaggi sono tutti interessanti e ben costruiti (e, nel corso del libro, si evolvono moltissimo). Inutile dire che non vedo l'ora di scoprire come proseguirà la storia nel prossimo volume!

Difficoltà in lingua-media. Non è una lettura impossibile, ma nemmeno semplicissima, anche perché ambientato in un mondo alternativo, e di conseguenza le descrizioni sono tante e ricche di dettagli.

September Recap-This month's Readings




Questo mese ho letto pochissimo, ma alla fine me l'aspettavo xD Da quando sono iniziate le lezioni riesco a leggere solo in treno (per si e no una ventina di minuti) e la sera (crollando dopo nemmeno mezz'ora), ma sono felice di esser riuscita almeno a dimezzare la TBR di settembre.
Slasher Girls & Monster Boys-Era da un po' di tempo che non leggevo un'antologia di racconti, e devo dire che questa raccolta mi è piaciuta anche più di quanto mi aspettassi. Come ho già detto nel post delle Autumn Reads, questa è la lettura perfetta per Halloween *_*

Queen of Shadows Sarah J.Maas-Ci ho messo un po' a leggerlo, ma alla fine l'ho amato. Ammetto di essermi persa tutte le discussioni e pareri negativi sul libro, ma per quanto mi riguarda, ho apprezzato le scelte della Maas e non vedo l'ora che esca il prossimo volume!

Il gioco dell'angelo e Fahrenheit 451-Amati entrambi moltissimo. Sono felice di esser riuscita finalmente a leggerli, si tratta di due titoli che avevo in TBR da ormai troppo tempo. Spero di riuscire a parlarvi almeno del libro di Zafon al più presto :)

Un'inquietante simmetria Audrey Niffenegger-Lettura stranissima, non mi è piaciuta, complessivamente, ma qualche elemento positivo l'ho trovato comunque. In ogni caso del libro ho già ampiamente parlato nella recensione, quindi vi rimando al post!





Questo mese c'è stato così tanto da fare che ho praticamente abbandonato il blog. Probabilmente a voi lettori non sembrerà perché ho continuato a pubblicare con regolarità (tutto merito dei famosi post preparati ad agosto), ma in realtà non sono entrata nella blogosfera per giorni. Purtroppo a ottobre la situazione andrà a peggiorare xD Come vi ho accennato nell'altro post, a fine mese avrei tre esami, che per tutta una serie di motivi non vorrei dover fare a dicembre/gennaio (periodo in cui tra l'altro avrò anche altri esami) e non penso che riuscirò a partecipare attivamente al Blogger Love Project (in ogni caso, ce la metterò tutta). 
Per il resto, ho passato la prima metà di settembre a girare per Imola/Bologna, il 16 poi sono iniziati i corsi e il mio tempo libero si è azzerato. Ho lezione ogni giorno e tra viaggi e tutto il resto torno a casa non prima delle tre e a volte anche dopo le sei, e passo il tempo restante a studiare. I lati positivi?I corsi sono interessantissimi, ho stretto amicizia con tante altre persone che sono più o meno nella mia stessa situazione e nel complesso mi trovo più che bene. Poi Bologna è fantastica e anche se mi sono già persa un paio di volte, sto lentamente imparando ad orientarmi xD

E per oggi è tutto!A voi come è andato settembre?Cosa avete letto?Cos'è successo di bello nella blogosfera?Considerando che mi sono persa metà dei post degli altri blog, qualche aggiornamento non mi farebbe male xD